Top

Tremonti: “E’ il sud a frenare l’economia” Prodi: “Convogliamoci traffici da oriente” Può (ri)diventare la piattaforma d’Europa La responsabilità (federale) dei comuni Scuola (cultura) per prepararci a ‘viverla’ Le infrastrutture col nord per collegarla E’ così che si vince (anche) la criminalità

maggio 14, 2011 by Redazione · Commenti disabilitati 

Come si può immaginare di far risorgere una comunità, senza offrirle uno scopo e, con essa, una motivazione? Così come l’Italia ha bisogno di un nazionalismo necessario per compiere (con efficacia) le scelte che servono a salvarla e a rifarla grande, allo stesso modo è inutile parlare di sud senza concepire una prospettiva nella quale il Mezzogiorno possa ritrovare una ragione d’essere, e così la forza per rialzarsi – sulle proprie gambe. Una ragione già (parzialmente) indicata dall’ex presidente del Consiglio, per il quale il nostro sud può diventare la porta del Vecchio Continente (e non solo) con Cindia, con il mondo arabo e, in futuro, con quel grande gigante addormentato che è l’Africa. Il sud come l’etrusca Spina, che conobbe uno sviluppo e una grande civilizzazione proprio per essersi caratterizzata come la porta dei traffici con l’oriente. Spina, beninteso, era collocata all’attuale foce del Po, ma diversa era la geografia – e i traffici - del mondo allora conosciuto. Calabria, Basilicata, Sicilia, oltre alla Puglia e alla Campania rappresentano geograficamente il punto di snodo ideale tra quei grandi punti cardinali: l’oriente, l’Africa, l’Europa. Modellare, ora che stanno nascendo, o si stanno comunque consolidando, i traffici di questa parte di occidente con Cindia e con il Medioriente cosìcché trovino un punto di approdo, per l’accesso all’Europa, nel nostro sud significa avviare il fiume inarrestabile dello sviluppo, che orientato su di un alveo ripulito adeguatamente da rami e rifiuti ridarà floridità alle rive del Mezzogiorno. La ripulitura dell’alveo? Consiste in un contestuale investimento nella scuola, che possa rappresentare (ancora di più) un punto di riferimento e la grande madre capace di accogliere i figli delle terre del mezzogiorno che, di fronte all’arrivo dell’acqua (in tutti i sensi?), vogliono imparare a navigare per non perdere l’opportunità di esserci. E in un altro, contestuale investimento in infrastrutture che, come negli anni del boom, offrano gli strumenti per trasportare i frutti delle rive tornate a fiorire grazie al bagno dell’acqua del fiume dello sviluppo, al nord e nel resto d’Europa, in modi e tempi competitivi con quelli di altri corridoi. Tutto questo è necessario farlo contestualmente, o il puzzle rimarrà incompleto e verrà aggredito dalle erbacce e dal degrado come le molte costruzioni abbandonate che siamo abituati a vedere al sud. Il fiume in piena nell’alveo ripulito è in grado di spezzare l’argine della criminalità, e di dirigersi, con le sue barche piene di frutti delle nostre terre, verso il nord e il resto d’Europa. Per questo come per tutta la nostra politica è necessario un completo ribaltamento di piano fondato su (questo) progetto organico e complessivo, le toppe ai pantaloni sdruciti non ridaranno mai floridità al nostro sud. Il modo per assicurarsi che il coordinamento nazionale trovi una risposta altrettanto efficace a livello locale? Ridare il controllo alle piccole comunità, ai cittadini, padroni del proprio futuro. Insomma ai comuni. Da cui possa (ri)sorgere un movimento capace di riprendersi anche i livelli intermedi delle istituzioni. Ma anche qui, bisogna fare presto; le vie dei traffici si decidono ora. Tutto questo deve partire immediatamente, o perderemo anche questa occa- sione. E non ce ne saranno più molte altre (M. Patr.). Read more

MODELLO-VENDOLA
“Serve non un papa, ma un vangelo” Mentre il Pd (attuale) discute di formule Nichi in Puglia ci “dice” come governerà

settembre 20, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il governatore risponde su Facebook alla proposta di Veltroni: non tanto un leader (a fare il quale pure si candida) straniero o meno che sia quanto un’idea (organica e complessiva, aggiungiamo noi) è quello di cui il centrosinistra ha bisogno. Quello che noi sosteniamo da tempo. Nonostante i dubbi circa l’eccessiva radicalità delle posizioni di Vendola, poco compatibili con il modello di governo onesto e responsabile per il “bene di (tutto) il Paese” che abbiamo sollecitato proprio ai Democratici – o, anzi, proprio per questo – siamo andati a scoprire e vi raccontiamo la differenza tra le parole (dei dirigenti del Pd) e i fatti (del presidente della Puglia), ovvero quelle scelte amministrative che hanno un respiro però più generale e che “anticipano”, in qualche modo (senza peraltro riuscire a rappresentare tutta la varietà di questioni su cui è chiamato a pronunciarsi il presidente del Consiglio), la maniera in cui Nichi (che per la verità finora ha davvero fatto parlare solo i fatti, restando un po’ vago circa le sue specifiche intenzioni programmatiche) governerebbe l’Italia. Cultura, sostenibilità ambientale e giovani: potremmo sintetizzare così il “modello Puglia”, che Stefano Catone, ora, ci racconta nel dettaglio.        Read more

Vendola bis (dalla Puglia all’Italia) Da oggi siamo sulle tracce di Nichi

giugno 24, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il giornale della politica italiana, primo fra tutti i grandi quotidiani a farlo, assegna un inviato al governatore della Puglia del quale, a partire da oggi, seguirà – momento per momento – il cammino verso le primarie del 2012 per la scelta del candidato premier del centrosinistra. Comincia, con questa prima corrispondenza di Marilda Tria, la «narrazione» (è proprio il caso di dirlo) de il Politico.it della lunga marcia di Vendola verso le politiche del 2013, alle quali il leader di Sel conta di correre da protagonista assoluto. Vendola, che pure il nostro giornale ha criticato, per un “estremismo” che sembrerebbe mal conciliarsi con le esigenze politico-elettorali dell’attuale opposizione – ma anche del Paese – è, tuttavia, la «speranza della sinistra»: l’uomo che può battere Berlusconi ridando linfa (non necessariamente in quest’ordine) all’altra metà, bistrattata, della nostra politica. Doveroso dunque per il giornale della politica italiana dedicare una donna e ampio spazio al cammino di Vendola, del quale seguiremo (quasi) quotidianamente insieme, care lettrici, cari lettori, il percorso di crescita verso il 2013. Un servizio esclusivo, che solo il Politico.it può offrire a chi ama la nostra politica. Buona lettura dunque con Marilda Tria. La prima corrispondenza è dedicata alle scelte del governatore nell’impostazione della nuova giunta e del nuovo corso alla guida (intanto) della Puglia. Ma si tratta solo di un’infarinatura. Partiamo, dunque. Così. Read more

Ecco la discesa in campo (?) di Vendola “Mi candido alle (eventuali) primarie ’13″ Scopriamo meglio allora il modello-Puglia Per tre anni ebbe il Pil più alto del Paese

giugno 10, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il leader di Sinistra Ecologia e Libertà annuncia che, se la consultazione si farà, lui sarà della partita. Il giornale della politica italiana è stato critico rispetto all’ipotesi di Nichi candidato premier per ciò che per la gran parte dei nostri lettori di sinistra è il maggiore motivo di adesione e fascinazione, al contrario, per questa prospettiva: la (troppo) forte propensione (appunto) a sinistra. Vendola stesso non nega di essere (ancora) «un po’ comunista». Che non è male in assoluto: il Politico.it ne considera la sensibilità altamente morale e giusta. Ma può cozzare con le esigenze di un Paese che non solo è abbastanza moderato (ma non per questo conservatore, anche se magari ha riflessi incondizionati in questo senso) ma non può (più) sostenere una linea radicale nel senso opposto a quella (non) tenuta in questa fase: ha bisogno, invece, di onestà e responsabilità, nell’interesse di tutti. In questo senso l’uscita di Vendola in particolare sulla quale avevamo focalizzato e concentrato la nostra analisi era poco “rassicurante”. Alcuni nostri lettori si erano lamentati della scelta di concentrarci su una apparizione televisiva. Nel giorno della candidatura de facto di Nichi, il Politico.it è andato allora a vedere, nel dettaglio, quello che in pochi hanno guardato finora: come Vendola ha concretamente governato – e sta governando – la sua Regione. E i risultati sono, come scopriamo, molto lusinghieri. Vedete il giornale della politica italiana: è libero al punto di sostenere una tesi e, poi, con onestà e responsabilità (appunto), portare acqua al mulino della tesi opposta, se nel ruscello scorre appunto tutto questo. Un giornale del quale i nostri lettori sanno, nei limiti umani delle nostre possibilità, di potersi fidare. Il servizio, all’interno, di Ievolella. Read more

F1, ecco quadro della notte
In Campania rimonta Ferrari

marzo 28, 2010 by Redazione · 1 Comment 

Regione per regione, la situazione di tutti i Gp. Mentre nel Lazio si assiste ad un nuovo avvicendamento in testa alla corsa – la Ferrari risorpassa la McLaren – nelle due regioni incerte ma non in bilico, la Liguria e appunto la Campania, le inseguitrici (rispettivamente la scuderia del gran patron e la Testarossa) rosicchiano qualcosa alle battistrada. In particolare a Napoli la Ferrari guidata da un pilota scatenato in campagna elettorale recupera ben 2.2 km alla McLaren e dà la sensazione di potercela ancora fare, anche se un sorpasso sulla linea resta impresa difficile. Vediamo la situazione in tutte le Regioni, dunque, a poche ore ormai dal rush finale e preparandoci a seguire lo spo…il conteggio dei km percorsi dopo l’apertura delle scatole nere (anzi verdi) delle scuderie. Ci presentano i dati i capi di Bidimedia Nicolò Bagnoli e Mauro De Donatis. Read more

***Ecco la nuova situazione nei tre Gran premi-chiave Puglia: Ferrari 46.1, McLaren 44.1 km Lazio: McLaren 49.8, Ferrari 49.3 km Piemonte: Ferrari 48.9, McLaren 48.5 km

marzo 28, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Mentre si disputa il Campionato del Mondo, davanti ad un numero di spettatori (ora) in (forte) calo, -7% alle 19 rispetto al 2005, nuovo aggiornamento Bidimedia sulle tendenze (quindi, ovviamente, non si tratta ancora di dati reali) nei tre circuiti che decidono questo Mondiale. Il dato più significativo è certamente il nuovo sorpasso da parte della scuderia del gran patron ai danni della Ferrari nel Lazio, a riprova di un Gp incertissimo in cui, d’altra parte, potrebbe giocare un ruolo – non rilevabile nelle interviste con gli spettatori – l’assenza del marchio McLaren sul volantino che accoglie i tifosi sulle tribune, e favorire comunque la Testarossa indipendentemente dalle intenzioni della vigilia. Ferrari che riallunga invece in Piemonte, e consolida il proprio vantaggio in Puglia. Ci raccontano i dati, come sempre, Nicolò Bagnoli e Mauro De Donatis. Read more

La situazione alla partenza del Campionato del Mondo Ferrari avanti 5 regioni a 4 su McLaren Rossa in testa pure nelle 4 che decidono

marzo 27, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Qualifiche del Mondiale di Formula Uno, ecco il riepilogo nazionale Bidimedia. Regione per regione, con che vantaggio parte chi. Nove Gp già assegnati, uno dal vincitore probabile (Liguria), un incerto (Puglia), Lazio e soprattutto Piemonte (dove ce la si giocherà al fotofinish) in bilico. (NELLA CARTA: in blu le regioni che vanno alla McLaren, in rosso la riserva ferrarista; la Liguria, probabile per la scuderia di Maranello, rosso un po’ sbiadito-arancione; la Puglia in rosa, il giallo – è proprio il caso di dirlo – per Piemonte e Lazio). I dati presentati, come sempre, da Nicolò Bagnoli e Mauro De Donatis. Read more

Mondiale di Formula Uno, ecco la Puglia Torna a crescere vantaggio della Ferrari Ora è +1.7 su McLaren. Sauber sotto i 10

marzo 26, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Qualifiche del Campionato del Mondo del 28 e 29, nella Regione in cui la scuderia di Maranello rischiava grosso dopo l’arresto del vicepilota (che aveva comportato la rimonta di 1.3 km della McLaren al precedente rilevamento), si allarga di nuovo – seppur di soli due decimi – la distanza sulla macchina del gran patron, in una situazione che resta comunque apertissima in vista del Mondiale di domenica e lunedì, anche se, appunto, con una griglia di partenza che a questo punto vede la Ferrari avviarsi in pole con un discreto margine sulla sua più acerrima avversaria. Ecco i dati dell’aggiornamento sulle qualifiche. Read more

Qui si decide al fotofinish
il Campionato del Mondo

1) – Puglia: Ferrari 45.9, McLaren 44.4
2) – Lazio: McLaren 49.5, Ferrari 48.9

3) – Piemonte: Ferrari 48.4, McLaren 48.2

marzo 23, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Ultimissimi rilevamenti Bidimedia per ciò che riguarda le prove delle tre regioni-chiave di questo Mondiale di Formula Uno. Circuiti decisivi perché su queste piste la gara si deciderà negli ultimi (centi)metri. In Piemonte si assottiglia ulteriormente (-0.2 km) il già esiguo (il più esiguo) distacco tra la Testarossa, che comunque conduce, e la sua più acerrima (è proprio il caso di dirlo) avversaria. In Lazio è invece la McLaren a perdere terreno, mentre in Puglia guadagnano entrambe ma la casa del gran patron fa un enorme balzo in avanti (+1.4) dovuto presumibilmente (anche) all’arresto dell’ex vicepilota avversario e si porta ad un solo km e mezzo di ritardo. Ci presentano i dati i capi di Bidimedia Nicolò Bagnoli e Mauro De Donatis. Read more

Giustizia a orologeria/2. A Pd dico: non cerchiamo scuse A. Sarubbi

marzo 19, 2010 by Redazione · 1 Comment 

Secondo passaggio sul tema delle “bombe” giudiziarie esplose (?) a poche ore del voto (dopo vedremo se veramente è andata così, in questi anni: seguiteci ancora un po’, anche se è venerdì sera ed è tardi, e cominciamo tutti ad essere stanchi – ma non della nostra politica), a partire dall’ultimo caso, quello di ieri, che vede coinvolto l’ex vicepresidente della Regione Puglia Frisullo, Democratico. Così come Lerner criticava i “due pesi due misure” del centrodestra (ma non solo), il deputato del Pd invita i suoi, a partire da Latorre, a seguire la lezione di Pigi Bersani: lasciare lavorare la magistratura, e pensare piuttosto a rendersi meno vulnerabili. Come? Facendo piazza pulita di chi sbaglia, come ha fatto, scrive Sarubbi, Vendola con la sua giunta. In questo momento di crisi (d’identità e di fiducia da parte degli elettori) della nostra politica, dovuta alla sua autoreferenzialità, un atto di trasparenza e di apertura può valere più del costo (certamente grave) della “fine (della carriera) politica” (e, ovviamente, fermiamoci qui) di qualche singolo innocente (almeno fino a quando le ombre non siano state scacciate). Il giornale della politica italiana condivide questa linea, che sentiamo enunciata. Così.            Read more

Giustizia a orologeria/1. Stavolta giornali di destra tacciono Lerner

marzo 19, 2010 by Redazione · 1 Comment 

Comincia un breve percorso di indagine (è proprio il caso di dirlo?) del giornale della politica italiana sul tema delle “bombe” (giudiziarie o giornalistiche, legate ad eventi giudiziari) che esploderebbero, secondo la tesi storica del presidente del Consiglio, e da ieri – dopo l’arresto dell’ex  vicepresidente della Regione Puglia, Democratico, Frisullo – anche dei suoi elter ego dalemiani – Latorre in primis – in coincidenza con momenti in cui la politica italiana, ma soprattutto alcuni suoi protagonisti, sono più “sensibili”, ovvero durante campagne elettorali – quando quindi l’esplosione del caso può influenzare l’esito del voto – o a margine di eventi o di altri passaggi delicati (quando le “bombe” possono incidere sul corso delle cose della nostra politica). Esiste una tendenza alla giustizia ad orologeria? Proveremo a dare una risposta. Intanto, due commenti, uno del conduttore de L’Infedele, l’altro di Andrea Sarubbi, incrociati e critici con centrodestra (ma non solo) questo di Lerner e con il proprio Pd quello del deputato Democratico sulla propensione (questa comprovata) quanto a meno a “gridarla”, questa giustizia ad orologeria, ovvero a denunciare “trame” dei giudici per influenzare la politica italiana. Seguiteci in questo (breve, lo concluderemo stasera, prima del Diario) cammino: sempre per il futuro, sempre per lasciarci alle spalle questa nostra politica autoreferenziale, anche se, per una volta, indagando ancora su di essa e non compiendo la cesura che abbiamo compiuto ad esempio ieri sera nell’assumere il punto di vista di legalità e responsabilità di Angelo Bagnasco (e grazie per l’ulteriore bagno di accessi durante la notte). Sentiamo Lerner per cominciare. Read more

Ieri il centrosinistra in piazza (del Popolo) Ecco l’ultimo esclusivo sondaggio Crespi Democratici avanti in tre regioni in bilico

marzo 13, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Piemonte, Liguria, Puglia. E in Campania rilevazioni “segrete” darebbero lo Sceriffo, Vincenzo De Luca, in rimonta e ormai ad un nonnulla dal favorito Caldoro. Ne riparleremo. Ma mentre Bersani (nella foto) invita i suoi ad avere coraggio e a scendere a Roma, il giornale della politica italiana offre (anche come viatico ai manifestanti progressisti) gli ultimissimi rilevamenti del grande sondaggista sulle regioni-chiave di questa tornata elettorale. Ciò che emerge è che il centrosinistra, appunto, al momento conduce in tutte e tre le aree (anche se con qualche differenza ad esempio nel voto alle coalizioni). Le tabelle.            Read more

Diario. Il governo vs. tutti (gli enti locali) Il nucleare imposto. Bologna, rinvio voto

febbraio 4, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Giornata caratterizzata dal Cdm. Che (non) assume due decisioni su tutte: impugna le leggi regionali di Campania, Puglia e Basilicata contro la costruzione di centrali sul loro territorio, portandole alla Corte costituzionale (insorgono le associazioni ambientaliste e i governatori promettono battaglia); non (e da qui il non) accorpa le elezioni comunali anticipate nel capoluogo emiliano alle Regionali di fine marzo, “minacciando” addirittura un rinvio al 2011. Bersani: «Vergogna». Ma è stato anche il giorno dell’approvazione definitiva della riforma della scuola. Sentiamo cos’ha detto Berlusconi e richiamiamo di cosa si tratta. Infine, la Cir di De Benedetti chiede un risarcimento anche per la corruzione del giudice Metta alla base, secondo la tesi degli avvocati, della sentenza sfavorevole sul lodo Mondadori, oltre a quello per la perdita di chance ovviamente da Fininvest. Il racconto.               Read more

Puglia, l’Udc e l’harakiri D’Alema-Bersani E se a marzo vince il centrosinistra 8-5?

febbraio 1, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

L’ipotesi, verosimile e facilmente formulabile,  si ottiene attribuendo le regioni senza forzature, così come si suppone possa andare il prossimo mese. Non c’è ancora la costruzione dell’”alternativa”, per la quale l’Udc appare recalcitrante – e si tratta di vedere su quali basi programmatiche-di prospettiva potrebbe comunque essere varata – ma intanto al primo (ed ultimo) step elettorale dopo le fallimentari Europee del giugno scorso e prima delle politiche del 2013 a festeggiare potrebbero essere il Pd e i suoi alleati. E la partita non è di poco conto. Ci prefigura lo scenario Stefano Catone. Read more

Diario. Ecco piano antimafia del governo Premier: ‘Meno immigrati meno criminali’

gennaio 28, 2010 by Redazione · 1 Comment 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Consiglio dei ministri a Reggio Calabria per dare una segnale nella lotta contro la criminalità organizzata. Per la quale, tra l’altro, l’esecutivo istituisce l’Agenzia nazionale per la gestione dei beni confiscati alle mafie annunciata da Maroni. Vi spieghiamo nel dettaglio le misure del Cdm. Ma Berlusconi dice almeno tre cose che suscitano un vespaio. La prima è quella da cui il titolo. Poi ribadisce che non devono più essere fatte trasmissioni sulla mafia, che ci mettono in cattiva luce. E infine risolve la questione del rischio che i beni confiscati messi all’asta possano essere riacquistati dalla mafia con una battuta: «E noi li sequestriamo di nuovo». Presidente del Consiglio protagonista anche di uno stop-and-go sulla scelta del candidato del Pdl in Puglia in vista delle Regionali. Ieri, come raccontato nel Diario, rilancia la possibilità di un accordo con l’Udc sulla base di un «terzo candidato condiviso, da mettere in campo dopo un passo indietro di Palese e Poli Bortone». Dopo il no della leader di Io Sud e di Casini rivendica la capacità di vincere da soli anche nella terra di Vendola. Infine la Cassazione dichiara legittima l’ordinanza d’arresto per Cosentino: ordinanza che potrà essere eseguita, però, solo dopo la fine del mandato, visto il no delle Camere alla sua esecuzione immediata. Il racconto. Read more

La riflessione. Questione morale della sinistra di Cristiana Alicata

gennaio 28, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Delbono a Bologna e Marrazzo nel Lazio. Si sono dimessi subito. A destra, scrive la giovane scrittrice collaboratrice de l’Unità e del giornale della politica italiana, accade di tutto e non solo nessuno si dimette, ma nemmeno il popolo si indigna. Ragio- ne? Non è che la gente non veda e non sappia, ma non si aspetta nulla di diverso. E lo sdegno, è la considerazione, è commisurato alle aspettative. In questa bellissima riflessione per il Politico.it, Alicata ragiona di questione morale e del vero significato del problema, oggi, per il centrosinistra. Uno scritto militante nel senso che muove dalla volontà di contribuire alla presa di coscienza di una parte, ma che abbandona, per questa volta, i toni molto forti che caratterizzano alcuni, comunque bellissimi, scritti di Cristiana per lasciare il posto ad una cifra di (ulteriore) leggerezza che concilierà la giovane scrittrice romana anche con quella parte di lettori con cui, in altri casi, è stata polemica. Un pezzo da non perdere, che apre splendidamente questa nuova giornata de il Politico.it. Buona lettura. Read more

Diario. In Puglia prove d’alleanza Udc-Pdl Wiesel: ‘Shoah, indifferenza peggio odio’

gennaio 27, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Giornata della memoria, vi raccontiamo come l’ha vissuta la politica italiana. Alla Camera è stato il giorno del discorso del sopravvissuto ad Auschwitz e Premio Nobel per la Pace del quale risuonano soprattutto queste parole: «Fu (appunto) l’indifferenza, oltre che i nostri nemici, a determinare quello che accadde». Nella rubrica Politica il racconto di Andrea Sarubbi. Ma quella di oggi è anche una giornata che potrebbe avere cominciato a cambiare la geografia della nostra politica. Perché dopo il gran rifiuto (a suo giudizio) della base Democratica all’accordo con lui alle primarie di domenica, Pierferdinando Casini, piuttosto che consegnare la regione a Vendola, apre al centrodestra invitandolo a convergere sulla Poli Bortone. Berlusconi: «Facciano un passo indietro lei e Rocco Palese, e troviamo un terzo candidato». Tutto questo potrebbe cambiare la geografia della politica italiana perché intanto fa saltare anche l’accordo tra Udc e Pd in Liguria, dove i centristi ritirano il loro appoggio a Claudio Burlando, e accelera il sì a Scopelliti candidato del Pdl in Calabria. E potrebbe preludere al tramonto dell’ipotesi di alleanza a livello nazionale tra Democratici e centristi – Bersani: «L’eventuale patto tra Casini e Berlusconi in Puglia porrebbe una seria pregiudiziale» alla prospettiva cercata finora – e ad un “ritorno a casa” dell’Unione di centro, che del resto non ha mai smesso di evidenziare una mag- giore affinità elettiva con la destra, con la quale con- divide la casa comune europea del Ppe. Il racconto. Read more

Diario politico. Speciale primarie pugliesi Pd: ‘Ora con Vendola’. Lui: ‘Tutti più forti’ Udc per Poli Bortone. Pdl: “Nichi ostico”

gennaio 25, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il giornale della politica italiana anticipa il suo racconto quotidiano per portarvi negli effetti – dirompenti, per la nostra politica – della grande vittoria del capo di Sinistra e Libertà. I Democratici, riuniti in direzione nazionale, si leccano le ferite parando le mani contro chi vorrebbe approfittare della loro presunta “carcassa” dopo la sconfitta nella partita con Vendola. E si ricompattano intorno al rinnovato leader per la Puglia. Marino, il candidato alla segreteria del Pd appoggiato dal nostro giornale, nei giorni del congresso, va oltre: «Vendola venga nel nostro partito. E lasciamo stare l’Udc». Casini che, dal canto suo, conferma di non voler sostenere Nichi, e punta sulla candidata scartata dal Popolo della Libertà. Ma rassicura il suo interlocutore D’Alema: «Nelle altre regioni resta l’accordo con il Pd». E Bersani: «Noi ci puntiamo ancora su questa alleanza con i centristi». La firma di questo Speciale diario è di Francesco Carosella. Read more

Il commento. Puglia: ha vinto Nichi viva Nichi di Stefano Menichini

gennaio 25, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Europa, quotidiano del Partito De- mocratico comincia la sua settima- na in edicola il martedì. In questo lunedì post-consultazione in Puglia è allora sul giornale della politica italiana che il suo direttore interviene nel dibattito che è esploso – nel campo del centrosinistra ma non solo – dopo la vittoria di Vendola nelle primarie pugliesi per la scelta del candidato governatore alle Regionali di marzo. E il commento di Menichini ha la lucidità, la proprietà e la specializzazione nel campo Democratico che potrete poi ritrovare, da domani, ogni giorno su Europa in edicola e sul suo sito web. Ascoltiamolo dunque. Solo sul giornale della politica italiana. Read more

Vendola-D’Alema 73%-27% Puglia, in 200mila ai gazebo per confermare Nichi

gennaio 24, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il governatore della Puglia stravince le primarie per la scelta del candidato alla sua successione. Un vero e proprio plebiscito, come raccontato sin dalle 22.00 dal giornale della politica italiana che per primo annuncia la probabile vittoria di Vendola offrendo i primissimi dati ai propri lettori. Nel 2005 votarono in 79.296 e Nichi ottenne il 51%; oggi più del doppio si sono recati ai gazebo – 192.000 – e la percentuale di voti per il presidente uscente schizza al 73%: il dato-chiave per capire come la Puglia si sia mobilitata per sostenere il suo governatore, la cui riconferma rischiava di essere pregiudicata da una scelta “romana” voluta dal “pugliese” D’Alema che la tenacia di Vendola e l’affetto della gente hanno rispedito al mittente. Ora sta al neo-candidato del Pd e dei suoi alleati dimostrare che il sacrificio dell’alleanza con l’Udc, compiuto sull’altare della “primavera pugliese” e di valori irrinunciabili – per loro – quali il mantenimento dell’acqua come bene pubblico, non è stato fine a se stesso. E naturalmente al leader Maximo mostrare quella lealtà che in altre occasioni non è stata forse la qualità più lampante dell’ex presidente del Consiglio. Ci racconta tutto il nostro Dario Ballini. Read more

Primarie Puglia, è plebiscito per Vendola Primi dati (parziali): batte Boccia 75%-25% A Gallipoli (seggio di D’Alema) trionfo Nichi

gennaio 24, 2010 by Redazione · 1 Comment 

In provincia il governatore uscente vince (quasi) dappertutto con ampio margine. Mancano i numeri delle grandi città ma la tendenza sembra chiara: Vendola si avvia a stravincere la sfida con Francesco Boccia e sarà il candidato del centrosinistra alle elezioni di marzo. Sconfitta la linea dell’alleanza con l’Udc imposta da D’Alema. Il centrodestra intanto designa il suo uomo: a sfidare il vincitore della sfida tra Vendola e Boccia sarà Rocco Palese. Read more

E oggi è il giorno delle primarie in Puglia Ma sentite Nobili (Api): ‘Tifo per Vendola’

gennaio 24, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Rutelliano, già coordinatore dei giovani della Mar- gherita, Luciano Nobili è uscito dal Partito Democra- tico per fondare Alleanza per l’Italia con l’ex leader Dl. Moderato, cattolico, è “spettatore interessato” della convergenza tra Democratici e Udc nella costruzione di un nuovo centrosinistra. Ti aspetteresti che nella sfida tra il governatore uscente e Boccia, anch’egli ex Margherita, e pedina-chiave del “laboratorio Puglia” che – nelle idee di D’Alema, e forse di Casini – dovrebbe preparare la futura alleanza tra centristi e progressisti, sostenga il secondo. Invece no. «Noi di Api vogliamo scardinare l’attuale bipolarismo e caldeggiamo da sempre il rapporto Pd-Udc. Ma la vicenda pugliese – dice – è l’emblema di come tutto questo NON va costruito». In questa intervista al nostro direttore, Luciano fa il suo endorsement nei confronti del governatore uscente proprio nelle ore in cui si comincia a votare ai gazebo e ci spiega perché. Solo sul giornale della politica italiana.            Read more

***L’editoriale***
NON SARA’ CHE IL (VERO) PD STA NASCENDO PROPRIO ORA?

gennaio 24, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

La partita di oggi delle primarie in Puglia ha accelerato quel processo di ricomposizione interna al centrosinistra – da Sinistra e Libertà ad Alleanza per l’Italia – che favorisce il superamento delle vecchie appartenenze e ne ripropone di completamente nuove, rimescolate, sulla base dei comuni valori Democratici. Oggi l’immagine è quella di uno schieramento in prenda al caos, in cui non mancano le (più o meno grandi) separazioni. Ma se tutto questo preludesse al compimento vero e proprio del progetto del grande partito liberale e progressista – all’americana – che riunisce tutti i riformisti finalmente liberi dai lacci delle vecchie appartenenze? Proviamo a capirlo insieme.            Read more

Diario politico. Berlusconi indagato con Pier Silvio. Sulle tasse: “Non le ho alzate”

gennaio 23, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, stasera, è di Ginevra Baffigo. Inchiesta Mediatrade sulla compravendita di diritti tv, per il presidente del Consiglio ipotesi appropriazione indebita. Ghedini: «Incredibile, proprio alla vigilia delle Regionali». In giornata il Cavaliere era tornato sulla crisi: «Nonostante la gravità non abbiamo messo le mani nelle tasche degli italiani». Ma Bersani: «Non è così». La Cgil: «Maggiore redistribuzione o sarà sciopero generale». Vi aggiorniamo sulle candidature per le Regionali: in attesa di conoscere l’esito delle primarie pugliesi di domenica, sembra fatta per Magdi Cristiano Allam paracadutato dal centrodestra in Basilicata. In Campania, Mara Carfagna capolista a Napoli. Il racconto. Read more

Ecco: “stampa ad orologeria” su Vendola ‘Riportò qui un luminare’. Lui: ‘Che colpa’

gennaio 19, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Nella politica italiana di oggi possono accadere cose strane. La prima: che una vicenda vecchia di mesi torni alla ribalta proprio nella settimana in cui il suo protagonista, il presidente della Puglia, affronta la consultazione del centrosinistra per la scelta del candidato alle Regionali di marzo. Contro Francesco Boccia, l’uomo di D’Alema. La seconda: che questa vicenda consista in presunti favori utili a far sì che uno scienziato di fama mondiale potesse tornare ad operare nel nostro Paese. Una storia che puzza di bruciato comunque la si guardi, e che del resto viene subito stigmatizzata da Vendola: «Non mi risulta di essere indagato per questo e sarebbe una vergo- gna». Ci racconta tutto Dario Ballini. Read more

Diario. Berlusconi: “Su giustizia leggi ad libertatem”. Bersani: “Così dialogo salta”

gennaio 11, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Natale è alle spalle, l’aggressione al presidente del Consiglio – che fa il suo rientro a palazzo Grazioli – sempre più lontana, e le curve di Pdl e Pd lentamente si disgiungono. La maggioranza accelera su processo breve e legittimo impedimento, i Democratici non ci stanno (più). Vi spieghiamo nel dettaglio i piani del centrodestra. Come anticipato oggi, in Lazio è sempre più vicina la scelta della leader Radicale come candidata di tutto il centrosinistra. Gli elogi del segretario («Emma è una fuoriclasse»), che lascia però l’ultima parola all’assemblea regionale fissata martedì. «Ma niente primarie dove la destra ha già un uomo (o una donna) in campo». Sulla vicenda di Rosarno interviene Giorgio Napolitano: «Tradite legalità e solidarietà». Sacconi: «Un grande Piano per l’integrazione, che coniughi repressione della clandestinità e politiche apposite». Il racconto.            Read more

Diario politico. Bersani: “Sì a riforme (ma si parta dal lavoro); no tsunami-giustizia”

gennaio 7, 2010 by Redazione · 1 Comment 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Conferenza stampa del segretario del Partito Democratico dopo giorni di silenzio («Dovrete abituarvi»): «Berlusconi dimostri di volersi occupare dei problemi del Paese e non dei suoi». Ma Cicchitto: «Bersani non ponga pregiudiziali». Che non ci sono da parte del leader Democratico per ciò che riguarda la candidatura di Emma Bonino alla presidenza della Regione Lazio, della quale abbiamo parlato ampiamente nel corso della giornata. Ma sulla corsa del centrosinistra alle Regionali tuona Antonio Di Pietro: «Il Pd ci dica cosa vuole fare. E’ un ultimatum. Anche se rivolto col cuore». Vi rendiamo conto poi di un botta e risposta a distanza tra Schifani e Beppe Grillo sulla richiesta da parte del comico al presidente del Senato affinchè velocizzi l’iter del ddl di iniziativa popolare che prevede, tra l’altro, l’ineleggibilità delle persone che hanno subito una condanna e la reintroduzione delle preferenze. Il racconto. Read more

Il sondaggio. Bonino candidata Pd vince su Polverini di Luigi Crespi

gennaio 7, 2010 by Redazione · 3 Comments 

Torna il direttore e tornano anche le fotografie sulle intenzioni di voto dell’ex spin doctor di Silvio Berlusconi. Alle Regionali una partita su tutte è decisiva, quale che sarà il bilancio complessivo del voto: se il centrosinistra perde nella capitale il probabile tracollo sarà stato definitivo. E la situazione appariva fino a qualche giorno fa disperata, dopo l’esplosione del caso Marrazzo, le dimissioni dell’ex governatore e l’incertezza nella definizione della nuova candidatura. Fin quando la leader Radicale ha rotto gli indugi e annunciato la propria discesa in campo. Per la propria lista. Ma con una disponibilità a correre per tutto il centrosinistra. Che con Zingaretti ci pensa su. Non c’è più molto tempo. Ma secondo il grande sondaggista la vicepresidente del Senato avrebbe buone probabilità di farcela. Ce ne parla, tracciando un quadro anche sulle altre due candidature donne alla prossima tornata di marzo (la segreteria Ugl e Adriana Poli Bortone in Puglia), il nostro Luigi Crespi in persona. Read more

Diario politico. Regionali, ‘doni e carbone’ Udc: un po’ di qua, un po’ là, un po’ soli

dicembre 28, 2009 by Redazione · 2 Comments 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Riparte la politica italiana. Casini annuncia le alleanze in vista della tornata di marzo. Lo schema sostanzialmente è: alleati con chi vince, tranne laddove il sicuro vincitore può fare a meno di noi (Emilia, Toscana). Uniche eccezioni: la Puglia, dove i centristi avevano fatto un passo in più chiedendo la testa di Vendola e ora che l’hanno ottenuta (il candidato del centrosinistra sarà Michele Emiliano) non tornano indietro, e il Piemonte, dove la candidatura di Cota, da parte del centrodestra, riesce indigeribile ai moderati dello scudocrociato così che potrebbero fare buon viso a cattivo gioco con la Bresso ma anche andare da soli. Uno schema che sa molto di opportunismo che lascia probabilmente interdetti sia il centrodestra sia il centrosinistra. Riparte la politica italiana e noi facciamo il punto su queste prime ore dopo Natale: la (presunta) telefonata di Berlusconi a Bersani che il segretario Democratico smentisce; Franceschini che tronca il dialogo se sarà sulla base delle «leggi ad personam» (nello specifico, il legittimo impedimento) pur approvate dal centrodestra per conto proprio; il presidente del Consiglio che annuncia che il 2010 sarà l’anno delle riforme (istituzionali) al telefono con la Comunità Incontro di don Gelmini. Il racconto. Read more

D’Alema scarica Vendola e l’assemblea si svuota. Ma la vera partita riguarda acqua

novembre 30, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Puglia, tornano le manovre del leader Maximo. Orfano della poltrona di mister Pesc, l’ex segretario del Pds si getta a capofitto nel «cortile di casa nostra», come ama chiamarlo lui stesso. Stavolta l’obiettivo è affossare la ricandidatura del Governatore uscente, sgradito all’Udc – l’alleanza con il quale è il must dalemiano a questo giro, per le Regionali ma soprattutto in chiave nazionale – e sostituirla con quella del più ecumenico Emiliano. E, soprattutto, potere procedere con il progetto di privatizzazione dell’acquedotto pugliese che lui stesso aveva avviato da presidente del Consiglio nel 2000, e che la Giunta Vendola osteggia senza sconti. Il quadro si complica (ma quanto importa?) per le dichiarazioni di appoggio al leader di Sinistra e libertà da parte dello stesso Emiliano, al punto che il sindaco di Bari si era reso disponibile a fargli da coordinatore della campagna elettorale, e anche per una vecchia assicurazione a Vendola da parte di Bersani, che però ha le mani legate. Ciò che conta, a maggior ragione in Puglia, si sa, è ciò che pensa Massimo D’Alema. Il servizio di Carosella. Read more

Verso le Regionali. Sondaggi di Crespi/6 Puglia, Vendola a fatica. Meglio Emiliano

ottobre 30, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Come andranno le elezioni del prossimo marzo. Scenari, confronti, intenzioni di voto. Il capo di Crespi Ricerche anticipa per il Politico.it il possibile esito di amministrative con una assoluta valenza politica nazionale. Oggi scopriamo cosa potrà succedere in Puglia, dove il Governatore uscente è in calo di fiducia (oggi al 46%) e va peggio della possibile alternativa del centrosinistra e leader del Pd nella regione. Come Emiliano bene Adriana Poli Bortone, la prima scelta del Popolo della Libertà. Più sotto gli altri nomi di centrodestra (Palese, Dambruoso) che però, spiega il grande sondaggista, risentono del basso indice di notorietà. Scopriamo dunque le Regionali in Puglia, con i dati presentati e analizzati come sempre da Crespi in persona. Read more

Il caso. Nave dei veleni, il Governo intervenga ora di Franco Laratta

ottobre 10, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il deputato del Partito Democratico sceglie ancora una volta il “suo” giornale della politica italiana per dire la sua sulla vicenda del mercantile ritrovato sul fondo del mare di fronte alle coste della Calabria, «che sarebbe il relitto della Cunski, una delle navi inabissate dai trafficanti internazionali di rifiuti tossici tra gli anni ottanta e la metà degli anni novanta, con sospette gravi complicità e connivenze di mafie locali e di apparati dello Stato». I fusti conterrebbero appunto materiale tossico, forse addirittura radioattivo, e il rischio è di un disastro ambientale, in grado di riguardare tutto il Tirreno fino, a nord, alle coste della Liguria. Le denunce degli ambientalisti, che da anni lanciano l’allarme sulla pratica degli affondamenti per smaltire i rifiuti, gettano un’ombra ulteriore sul caso. Sentiamo. Read more

L’opinione. Carfagna, Dell’Utri e le giocate del week-end M. Adinolfi

settembre 25, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Nuovo giro d’orizzonte del vicediret- tore di Red e grande blogger, membro della direzione naziona- le del Partito Democratico, sul giornale della politica italiana, dopo il grande successo delle uscite precedenti. Oggi Adinolfi ci parla della querela del ministro per le Pari opportunità a ”Repubblica” (che si aggiunge a quella del premier); del processo d’appello a, tra gli altri, il consigliere del presidente del Consiglio ed ex parlamentare di Fi; di nuove rivelazioni sull’inchiesta barese che coinvolge esponenti del centrosinistra pugliese, e, ancora, “Annozero”, il debutto de “Il Fatto”, Travaglio… Infine, come sempre, calcio e scommesse. Da non perdere. Solo su il Politico.it. Sentiamo. Read more

L’opinione. D’Alema, la cena, la barca, il potere di Gad Lerner

settembre 13, 2009 by Redazione · 1 Comment 

Il conduttore de “L’Infedele” (che ripartirà tra breve su La7) ci regala questo ritratto del dirigente Democratico, a partire dagli ultimi spunti di cronaca offerti dallo “scandalo” della sanità pugliese. Un pezzo breve ma imperdibile, semplice e implacabile come uno scritto dei classici. Sentiamo. Read more

Diario politico. Fini: “Pdl, serve cambio di marcia”. Berlusconi: ‘Nessuna prostituta’

settembre 10, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, stasera, è di Carmine Finelli. Dal palco della scuola di formazione politica del suo partito a Gubbio, il presidente della Camera chiede maggiore “democrazia interna” e ribadisce la sua posizione favorevole a voto agli immigrati e biotestamento. Sulla lotta alla mafia: “Accertare la verità sulle stragi”. Al premier: “Attento ai plauditori”. Il capo del Governo torna sulla vicenda delle escort baresi durante una conferenza stampa con Zapatero: “Amiche di Tarantini. Mai pagato per avere rapporti sessuali”. Vi diamo conto anche della lettera di D’Alema al “Corriere” sulla cena elettorale che l’imprenditore pugliese avrebbe offerto per il dirigente Democratico. Infine, il messaggio di Napolitano al Csm chiamato a decidere sulle pratiche di tutela nei confronti del giudice Gandus attaccato da Berlusconi: “Decidere con serenità. L’istituto si giustifica solo per garantire la credibilità dell’istituzione giudiziaria nel comples- so”. Le scelte del plenum. Il racconto. Read more

L’intervento. Sanità (in Puglia), sulle cose vere di Nichi Vendola

settembre 8, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il presidente della Regione Puglia e leader di Sinistra e Libertà sceglie il giornale della politica italiana per dire la sua sull’inchiesta che vede coinvolti due esponenti della sua Giunta regionale poche ore dopo essere stato ascoltato dalla Commissione parlamentare di inchiesta “sull’efficacia e l’efficienza del servizio sanitario” pugliese. Vendola riferisce dell’audizione e poi rilancia, proponendo la sua ricetta per la riforma della sanità. Un ulteriore momento di chiarificazione, necessario, per un presidente della Puglia che ha fatto della campagna per la moralizzazione della cosa pubblica il suo cavallo di battaglia, salvo poi trovarsi stretto, suo malgrado, nella morsa delle probabili responsabilità dei suoi due assessori. Ma anche, soprattutto, uno stimolo e un contributo al dibattito sul tema della riforma del sistema sanitario nazionale. Assolutamente da non perdere. Sentiamo. Read more

Bottom