Top

CRISI: LE RICETTE CI SONO MA FANNO MALE di GAD LERNER

agosto 6, 2011 by Redazione · Commenti disabilitati 

Mai prima di questa settimana nera per il mondo della finanza, gli Stati Uniti avevano perso il rating di tripla A: i titoli di stato americani non sono più i più  sicuri al mondo, e a dirlo è Standard & Poor’s. Una mossa senza precedenti arriva dopo uno estenuante braccio di ferro con il Tesoro: Timothy Geithner, omologo USA del nostro Tremonti, intima conseguenze serie. «E’ un errore dell’agenzia», dichiara Mr. Geithner. Un errore quotato 2.000 miliardi di dollari. Vero è, che S&P ritiraimmediatamente il comunicato. Cina ed India però colgono l’occasione per fare la voce grossa con il colosso americano, di cui però sono sostanzialmente i più grandi creditori. Ma non per questo l’amministrazione Obama si intimidisce. Malgrado una situazione critica sul piano internazionale (con i giganti d’Oriente infuriati), nonché sul piano interno (dove i repubblicani non perdono tempo nel far pesare sull’uomo della Casa Bianca il passaggio della tripla A ad AA+), i democratici d’oltreoceano affrontano la crisi con la consapevolezza della sua entità. Mentre qui si continua a parlare della “solidità” del nostro sistema economico, qualcuno dalle nostrane file Democratiche grida “il re è nudo”. Questa non è una tempesta finanziaria, è un «cataclisma». Ed in quanto tale è necessario che vi si oppongano delle misure commisurate all’entità del problema. Dall’una e dall’altra parte. Sentiamo.

Read more

***Il Commento***
ORA CI PENSA BOSSI A DISARCIONARLO
di GAD LERNER

luglio 30, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il giornale della politica italiana, dopo aver trattato la notizia del definitivo ‘divorzio’ di casa Pdl, vi propone ora questo primo commento del grande giornalista Gad Lerner. Deferire ai probiviri della corrente finiana no sarà stata la cura del male minore per il ‘Napoleone declinante’? Secondo il conduttore de ‘l’Infedele’ la vera minaccia alla leadership di Berlusconi è rappresentata dall’alleato leghista. Che l’attacco finale gli venga sferrato dal Senatùr?   Read more

***Il Commento***
PDL, CHE ERRORE L’ATTACCO A GRANATA
di GAD LERNER

luglio 26, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il giornale della politica italiana apre questa settimana con l’intervento di una delle nostre grandi firme. Dopo Sarubbi, anche Gad Lerner si esprime sul caso Granata sollevando degli interrogativi categorici: come si può attaccare un deputato integerrimo, che si batte per la difesa della legalità dalle file di un partito che oltre che essere al Governo, di un così alto valore aspira a farne il principio costitutivo della nuova destra italiana? Lerner dà qui la sua risposta. Sentiamo. Read more

Bocchino: ‘Siamo in grado di fare cadere’ Allora Silvio cerca di (ri)annettere Casini Ma poi: “Libertà stampa non è un diritto” Gad: “Non vuole si sappia di Verdini&co.” Ma proprio per questo ci sarà la crisi (?)

luglio 10, 2010 by Redazione · 1 Comment 

Il luogo- tenente di Fini si lascia scappare quello che pensa veramente (anche se poi cerca di smentire; ma c’è il video che lo inchioda) e, di fatto, annuncia che il count down è iniziato. Ce ne siamo accorti (prima degli altri) noi (che avevamo previsto il redde rationem nel Pdl settimane prima della direzione nazionale dello strappo) ma soprattutto se n’era già accorto il presidente del Consiglio, che sa di non potersi più fidare del presidente della Camera. E allora, approfittando del blackout dell’informazione, riunisce a casa di Vespa (niente meno) i poteri forti (Bertone, e con lui la Chiesa; la finanza con Geronzi) più il governatore della Banca d’Italia Draghi (il possibile “capo della filibusta” di un governo di transizione che sostituisca il suo?) e, appunto, il leader Udc. E contando sull’avere tutte le pedine-chiave allo stesso tavolo prova a vincere la partita con una mossa sola. Ma il re (lui o Fini?) (non) capisce che il progressivo sgretolamento della base di questa legislatura e del suo governo è dovuto proprio a sparate (e a tentazioni) come quella di stamattina: ennesimo attacco alla libertà di stampa, ribaltando il fondamento di ogni democrazia: senza di essa non ci può essere. Appunto. Lerner, all’interno, ci racconta cosa, ad esempio, non verremmo mai a sapere se il ddl intercettazioni venisse approvato e, soprattutto, se il controllo del premier sull’informa- zione aumentasse (excursus sull’inchiesta sull’eolico che compiamo oggi dopo lo sciopero). E proprio per questo: a) – Berlusconi la vuole limitare; b) – ha perso il sostegno di Fini, e non avrà quello di Casini. E il suo governo rischia (?) di cadere.        Read more

***Il commento***
DI PIETRO: BERLUSCONI LO OSSERVA SENZA TREMARE
di GAD LERNER

novembre 10, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il conduttore de “L’Infedele” critica l’Italia dei Valori e la sua scarsa democrazia interna. E prevede che alle prossime Regionali i risultati del partito di Di Pietro saranno molto meno brillanti di quelli delle Europee: «Manifesterà una sostanziale irrilevanza», scrive Lerner. Un’invettiva che non mancherà di suscitare polemiche anche molto dure tra i nostri lettori. E, proprio per le stesse ragioni, assolutamente da non perdere. Sentiamo. Read more

Bottom