Top

***L’editoriale***
IL CENTRODESTRA GUARDI OLTRE SILVIO, O AFFONDERA’ CON LUI
di LUIGI CRESPI

giugno 1, 2011 by Redazione · Commenti disabilitati 

E’ giunto il momento di ricostruire. L’opzione della nomina di Alfano segretario del Pdl è una prima risposta del presidente del Consiglio, che comprende la necessità di un rinnovamento, ma pensa forse di poter continuare ad esserne il king maker. Invece la destra italiana deve cominciare a camminare con le proprie gambe, o prolungherà la (propria) agonia, fino ad esiti (non favorevoli) imprevedibili. di LUIGI CRESPI Read more

L’analisi. No, Ruby non toglie voti a Berlusconi. Per ora di Luigi Crespi

gennaio 20, 2011 by Redazione · Commenti disabilitati 

L’elettorato di Silvio si divide tra chi non crede ai racconti dei fatti di Arcore e chi pensa che il premier abbia fatto persino “bene”. Dunque la vicenda non lo smuoverà. Almeno non subito. In seguito, la perdita di credibilità che tutto questo comunque comporta – ma più di Karima, “possono” le pessime figure (in tutti i sensi) di Nicole Minetti, Fede e Lele Mora – potrebbe rendergli più difficile (ri)conquistare consenso. Un problema. Anche perché una volta ottenuto il federalismo, la Lega potrebbe mandare tutti ad elezioni. «A partire da giugno ogni momento è buono»… di LUIGI CRESPI Read more

***Diario politico***
IL CASO RUBY
di GINEVRA BAFFIGO

ottobre 29, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La rilevanza pubblica della vicenda dei festini a casa Berlusconi ad Arcore, con il coinvolgimento della ragazza minorenne.
di GINEVRA BAFFIGO Read more

***Il commento***
FESTINI DI ARCORE, DITECI CHE LE MINISTRE NON C’ERANO
di GAD LERNER

ottobre 28, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il giornale della politica italiana ha aperto con i tagli alla spesa pubblica, avanzando ancora una volta proposte concrete parti di un progetto organico per il futuro dell’Italia. E poi ha affrontato la questione dei rifiuti in Campania. il Politico.it non si occupa – più del dovuto – delle festicciole del presidente del Consiglio. Che pure hanno un rilievo pubblico, visto che parliamo della vita, sia pure privata, del primo ministro del nostro Paese, con tutto quando ne consegue sul piano non tanto morale – che non ci riguarda – ma del decoro dell’Italia, e sul piano della sicurezza del nostro Paese attraverso una delle sue massime istituzioni. (Allo stesso modo) un risvolto (ancora più) “politico”, però, c’è: il passaggio in cui la giovane Ruby dice che ai «bunga bunga» (…) parteciparono anche «due ministre». Dove finiscono la credibilità e l’affidabilità del nostro esecutivo – e delle specifiche guide dei dicasteri, tra i quali, per ciò che riguarda le ministre, c’è anche quello della Pubblica istruzione – data per acquisita (ammesso e non concesso) la “particolarità” del premier? di G. LERNER Read more

Bottom