Top

Giano Accame: “Vissuto bene lo stesso” Il contrario non sarebbe potuto accadere Il 25 aprile è la festa della Libertà. Di tutti Resistenza raccontata dal grande Rosadi

aprile 25, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il grande scrittore e giornalista, venuto a mancare un anno fa, cui va il ricordo del giornale della politica italiana, lo disse durante una trasmissione televisiva: anche senza fascismo, in cui credeva, aveva appunto «vissuto bene». Cosa che certamente non avrebbero potuto dire gli italiani oppressi da un regime che fosse proseguito nel tempo (non sappiamo tuttavia – lo diciamo per esercitare la massima onestà intellettuale – se Accame avrebbe potuto pensarla alla stessa maniera). Tutti: perché oggi che abbiamo riconquistato la libertà sappiamo (o meglio, avremmo le basi per sapere) che è la condizione necessaria. Anche chi ha creduto nel fascismo, siamo certi, oggi riconosce che la libertà è un bene indisponibile per tutti. Il 25 aprile è dunque la festa di tutti: perché non importa (tanto) contro chi si è combattuto, ma per cosa si è combattuto, che come riconosce lo stesso Accame (volontario a Salò che – lo raccontò lui stesso – riuscì a scappare grazie alla neutralità dei “suoi” partigiani) è stato poi condiviso da tutti, al di là della provenienza di ciascuno. il Politico.it, giornale di tutta la politica italiana – libero e sopra le parti al punto da proporre, nello stesso giorno, le critiche alla Lega e, insieme, i “consigli” al presidente del Consiglio su come uscire dall’impasse – festeggia dunque la festa della Liberazione raccontando, con una delle sue grandi firme, cosa accadde prima e dopo quel 25 aprile del 1945. Buona lettura e buon 25 aprile ai nostri lettori, di destra e di sinistra.
Ai giovani sulla Costituzione di P. CALAMANDREI Read more

***La polemica***
SEGRETERIA PD, DALLA COOPTAZIONE ALLA CLONAZIONE
di MARIO ADINOLFI

novembre 25, 2009 by Redazione · 2 Comments 

Duro intervento del vicedirettore di Red e grande blogger sulla squadra di giovani che Bersani ha annunciato ieri alla direzione nazionale Democratica. Un attacco frontale alla scelta, scrive Adinolfi, di una «segretaria di segretari», nel senso dei segretari personali dei vari leader. E in particolare alla nomina di Matteo Orfini, vicinissimo a Massimo D’Alema. Un pezzo che, ancora una volta, non mancherà di fare discutere, e che il giornale della politica italiana vi propone all’inizio di una giornata che si preannuncia caldissima e carica tensioni, per la nostra politica. Buona lettura. E buona polemica. Read more

***L’intervento***
TOUADI’, LA MIA RISPOSTA A GRAMELLINI di ANDREA SARUBBI*

ottobre 23, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il deputato del Partito Democratico ed ex conduttore del programma di Raiuno “A sua immagine” sceglie il giornale della politica italiana per rintuzzare le critiche piovute dai fronti opposti interni, ma ancora più autorevolmente da quello che è forse il numero uno dei  commentatori del nostro Paese, la grande firma della “Stampa”, sulla scelta di Dario France- schini di proporre Jean-Leonard Touadì, congole- se di colore da trent’anni in Italia, tre lauree, già assessore al Comune di Roma, professore universitario, e una donna come candidati della sua mozione alla vicesegreteria Pd. Una scelta che Gramellini e gli altri hanno subito tacciato di “veltronismo”, e nello specifico di quella branchia di veltronismo messa in campo nella campagna elettorale del 2008 che prevede la candidatura appunto di persone-simbolo, che rappresentano, più o meno bene, una “categoria”. La risposta di Sarubbi. Sentiamo.                                                             Read more

Bottom