Top

***L’intervento***
FINI, NO ALLA KADIMA ITALIANA
di SOFIA VENTURA

luglio 7, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Perché signifi- cherebbe inseguire «piccoli pezzi di establishment» a caccia di centralità e non continuare ad investire nella modernizzazione del Paese. Modernizzazione che solo il bipolarismo-bipartitismo può assicurare di per sé. E il Paese merita più di una nostra politica miope e autoreferenziale; l’Italia merita un progetto per il proprio futuro; una nuova prospettiva. La politologa bolognese vicina al presidente della Camera analizza per i grandi giornali della destra e il Politico.it l’ipotesi-«terzo polo» sollevata ieri per primo dal giornale della politica italiana dopo le promesse (o minacce, a seconda dei punti di vista) di rottura tra Fini e Berlusconi. Un’analisi che, lo vedranno i nostri lettori, ricalca (e ovviamente amplia) in tutto e per tutto le nostre valutazioni (di ieri, e non). Read more

Se si votasse il partito di Fini tra il 4 e 8% E sullo sfondo rimane la Kadima italiana Ma centrodestra vincerebbe comunque

aprile 16, 2010 by Redazione · 1 Comment 

Studio-rilevamento Bidimedia per il giornale della politica italiana, qualora la rottura tra il presidente della Camera e il presidente del Consiglio si consumasse questa sarebbe la forza, al momento, della nuova proposta indipendente dell’ex leader di An: circa la metà del suo vecchio partito. Ne guadagnerebbe, secondo Bagnoli, anche la Lega che potrebbe crescere di altri due punti e attestarsi al 14%. Ma c’è anche un’altra possibilità: un Fini fuoriuscito dal Pdl avrebbe finalmente le mani libere per dare seguito al progetto che il Politico.it ha raccontato per primo al momento dell’uscita dal Pd di Francesco Rutelli: quello del partito neo-centrista con Casini e Api. In quel caso si tornerebbe ad una situazione assimilabile a quella del 1994, con Fini nel ruolo che fu di Segni e tre partiti-coalizioni in campo: a vincere, salvo improbabili, diverse alleanze, sarebbe comunque ancora Berlusconi anche se con un margine molto ridotto rispetto ai 6 punti di cui vi abbiamo riferito ieri. Ci spiega tutto il capo di Bidimedia, Nicolò Bagnoli. Read more

Il grande sondaggista. Quanto può valere la Kadima italiana? Crespi

novembre 30, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il primo a parlarne è stato il nostro direttore. Oggi tutti fanno riferimento all’ipotesi di un partito di centro che riunisca Fini, Rutelli e Casini come alla versione italiana del partito composto da personalità di centrosinistra, centro e centrodestra fondato da Ariel Sharon da una costola del Likud in Israele, per riavviare il dalogo con i palestinesi in una fase in cui le posizioni della destra dei falchi israeliani lo impedivano. L’ex spin doctor di Silvio Berlusconi analizza allora oggi per il giornale della politica italiana le possibilità di questo ipotetico “partito della nazione”. Che Crespi in persona sconsiglia, però, a tutti fuorchè a Rutelli. Che, del resto, come scriveva il nostro giornale, è il vero “padre” di questa idea che insegue dai tempi dei primi abbozzi di Partito Democratico, che l’ex leader della Margherita ha sempre visto, in realtà, proprio in questi termini. Il numero uno dei commentatori della politica italiana sul giornale della politica. Il giornale numero uno. Assolutamente da non perdere. Buona lettura. Read more

E’ in pagina la vignetta d’oggi di theHand Protagonisti: Rutelli e Casini. Scopritela

novembre 26, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

L’hanno ribattezzata la coppia di fatto della politica italiana. A noi non piace questa definizione. Ma certo l’attrazione tra le rispettive parti è da tempo fortissima. Obiettivo, ingrossare il partito di centro per renderlo ago della bilancia della nostra politica. I sondaggi promettono un certo ”ritorno” per l’eventuale confluenza. Il nostro direttore ha raccontato tempo fa il progetto più ampio, che Rutelli ha in mente da tempo, di fondare quello che sarebbe il vero “partito della nazione”, ovvero una Kadima italiana, attraverso il coinvolgimento anche di Gianfranco Fini e di una parte della destra del nostro Paese. In attesa di conoscere gli sviluppi degli abboccamenti che vanno avanti ormai da diverse settimane, ecco come il nostro Maurizio Di Bona vede Rutelli e Casini. Buona interpretazione.            Read more

Il retroscena. Alleanza per l’Italia, Rutelli chiama Fini? di M. Patrone

novembre 11, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il nome del movimento annunciato oggi dall’ex leader della Margherita è lo stesso scelto da Fini per l’eventuale nuovo partito post-An che avrebbe dovuto sfidare il Pdl subito dopo la svolta del Predellino di Berlusconi. E non è la prima volta in queste settimane che Rutelli usa parole-chiave in qualche modo legate al presidente della Camera. Entrambi hanno partecipato al convegno dell’Udc per il “Partito della Nazione”. E l’ex sindaco di Roma ha da sempre in mente il progetto di una «Kadima italiana». Il giornale della politica italiana mette assieme i puntini e costruisce l’identikit del nuovo, futuro? partito di centro in questo pezzo del nostro direttore. Da non perdere. Read more

Bottom