Top

Obama nomina neo-ambasciatore in Siria E anche la Chiesa si mobilita per l’area FOTO: Barack prega (e lavora) per Pace

febbraio 21, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Ieri l’udienza, storica, tra il premier libanese Hariri e Benedetto XVI. Sul dialogo interreligioso. Perché il Libano è contemporaneamente chiave, cuneo – per l’influenza siriana e il peso degli estremisti di Hezbollah – e fucina (in pectore) della pace, appunto, in Medioriente. Attraverso proprio la fusione, in sé – e i contrasti – tra cristiani maroniti, musulmani sciiti e sunniti. E’ per questo che la mossa del presidente americano – gli Stati Uniti avevano richiamato l’ultimo ambasciatore nei giorni dell’omicidio, di matrice siriana, dell’Hariri primo ministro del Libano di allora, padre di Saad – potrebbe spalancare prospettive insperate. La Siria è considerata da molti l’attore decisivo per la risoluzione dei conflitti e l’apertura di spiragli anche globali. Per la sua (attuale) “alleanza” con l’Iran, la sua influenza sul Libano, appunto, e i rapporti di quest’ultimo con Israele. E in quanto Paese arabo moderato (in ri-divenire). Il giornale della politica italiana, in prima fila nel racconto del Medioriente con le sue grandi firme specializzate, vi riferisce di queste giornate che potrebbero avere (avuto) un ruolo-chiave per sbloc- care. Ce le racconta Désirée Rosadi. Read more

Israele apre alla Siria, Assad non ci crede E si prepara braccio armato di Hezbollah

novembre 13, 2009 by Redazione · 1 Comment 

Il contenzioso è quello sulle alture del Golan, occupate da insediamenti israeliani. In due incontri successivi con Obama e Sarkozy Netanyahu annuncia la volontà del suo Governo di riavviare i colloqui di pace. Ma ai quotidiani arabi che “festeggiano” la notizia arriva la doccia fredda delle smentite di Israele. Non sono state necessarie comunque al presidente siriano per dubitare delle reali intenzioni del leader del Likud: Assad parla di «sostegno alla resistenza», che significa una cosa sola: stare pronti a mettere mano alle armi. Nasrallah, dal Libano, gli fa eco criticando Obama, le speranze nel quale definisce «un’illusione». Come sempre il giornale della politica italiana fa la differenza raccontandovi ciò che gli altri non vi hanno (ancora) detto. Lo fa con la sua Désirée Rosadi. Sentiamo. Read more

Ma ieri si è votato anche in Libano. E contro le previsioni Hezbollah sconfitto

giugno 8, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Europee, amministrative. Era inevitabile che passasse sotto silenzio. Non sul giornale della politica italiana, che con Désirée Rosadi vi racconta l’esito delle elezioni nel Paese dei Cedri, dove il partito sciita filo iraniano protagonista di vari tentativi di presa (meno) democratica del potere che ricorderete, dato per favorito, è stato invece battuto dalla coalizione anti-siriana di Hariri. Read more

Bottom