Top

Diario politico. Via a ‘concertazione’ Fini-Berlusconi. Pd: ‘Nucleare, annuncino siti’

gennaio 15, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, stasera, è di Ginevra Baffigo. Incontro tra i due cofondatori del Popolo della Libertà, con il presidente della Camera che ottiene l’ok ad un maggior coinvolgimento nelle scelte del governo. Attacco alla “politica dei due forni” dell’Udc. Ma la notizia del giorno è il rinnovato attivismo del Partito Democratico, che sfida la maggioranza sul terreno della decisione di tornare al nucleare presa dall’esecutivo, che continua a rimandare però l’annuncio relativo ai luoghi nei quali verranno costruite le centrali. «Li rendano pubblici prima delle Regionali», incalza il redivivo partito di Bersani. Parliamo poi di giustizia: ieri il premier “sferzava” (duramente) i magistrati paragonandoli a Massimo Tartaglia; il Csm apre un fascicolo. Di Pietro durissimo: «Governo come mafiosi che volevano la criminalizzazione» degli stessi magistrati. Il racconto. Read more

Diario politico. Berlusconi: “Niente taglio tasse”. Pd: ‘Sbagli’. Minzo: ‘Craxi statista’

gennaio 13, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Al termine del Consiglio dei ministri di oggi il presidente del Consiglio smentisce i propri stessi annunci sulla riduzione delle imposte. Bersani: «Una retromarcia. E ci sarebbe bisogno, invece, di dare stimoli all’economia, a partire dal fisco dei lavoratori». Sulla giustizia il premier rilancia l’inappellabilità dopo l’assoluzione in primo grado e attacca i magistrati: «Aggressioni giudiziarie peggio di piazza Duomo». Salta, per il momento, invece, il decreto blocca-processi, che avrebbe previsto un tempo di sospensione per consentire agli imputati, in caso di nuove contestazioni, di svoltare sul rito abbreviato. «Basta la sentenza della Corte costituzionale», spiega Elio Vito. Il centrosinistra: «Propositi ondivaghi, ma sempre nell’interesse di Berlusconi». In serata poi arriva un nuovo editoriale del direttore del Tg1, che attacca Mani pulite («Fu alterato il rapporto tra politica e giustizia. Magistrati fecero cadere governi scendendo poi in campo»), paragonando l’ex presidente del Consiglio (segnaliamo, a proposito della figura di Craxi, lunedì 18 gennaio alle ore 18, nella sede del Centro Pannunzio in via Maria Vittoria, 35H, a Torino, la presentazione del libro di Ugo Finetti “STORIA DI CRAXI. Miti e realtà della sinistra italiana”, edito da Boroli, introdotta da Pier Franco Quaglieni) a papa Wojtyla e a Reagan. Di Pietro: «Pagato per dire tutta la verità. Lo denuncerò». Il racconto. Read more

Diario. Berlusconi: “Su giustizia leggi ad libertatem”. Bersani: “Così dialogo salta”

gennaio 11, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Natale è alle spalle, l’aggressione al presidente del Consiglio – che fa il suo rientro a palazzo Grazioli – sempre più lontana, e le curve di Pdl e Pd lentamente si disgiungono. La maggioranza accelera su processo breve e legittimo impedimento, i Democratici non ci stanno (più). Vi spieghiamo nel dettaglio i piani del centrodestra. Come anticipato oggi, in Lazio è sempre più vicina la scelta della leader Radicale come candidata di tutto il centrosinistra. Gli elogi del segretario («Emma è una fuoriclasse»), che lascia però l’ultima parola all’assemblea regionale fissata martedì. «Ma niente primarie dove la destra ha già un uomo (o una donna) in campo». Sulla vicenda di Rosarno interviene Giorgio Napolitano: «Tradite legalità e solidarietà». Sacconi: «Un grande Piano per l’integrazione, che coniughi repressione della clandestinità e politiche apposite». Il racconto.            Read more

Diario politico. Bersani: “Sì a riforme (ma si parta dal lavoro); no tsunami-giustizia”

gennaio 7, 2010 by Redazione · 1 Comment 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Conferenza stampa del segretario del Partito Democratico dopo giorni di silenzio («Dovrete abituarvi»): «Berlusconi dimostri di volersi occupare dei problemi del Paese e non dei suoi». Ma Cicchitto: «Bersani non ponga pregiudiziali». Che non ci sono da parte del leader Democratico per ciò che riguarda la candidatura di Emma Bonino alla presidenza della Regione Lazio, della quale abbiamo parlato ampiamente nel corso della giornata. Ma sulla corsa del centrosinistra alle Regionali tuona Antonio Di Pietro: «Il Pd ci dica cosa vuole fare. E’ un ultimatum. Anche se rivolto col cuore». Vi rendiamo conto poi di un botta e risposta a distanza tra Schifani e Beppe Grillo sulla richiesta da parte del comico al presidente del Senato affinchè velocizzi l’iter del ddl di iniziativa popolare che prevede, tra l’altro, l’ineleggibilità delle persone che hanno subito una condanna e la reintroduzione delle preferenze. Il racconto. Read more

L’intervento. Dialogo, a D’Alema dico: stai sbagliando di M. Donadi

dicembre 21, 2009 by Redazione · 2 Comments 

Il capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera sceglie il giornale della politica italiana per rispondere all’apertura del dirigente Democratico al centrodestra sulle riforme e sul nodo-giustizia e Berlusconi. Per Donadi la democrazia italiana è «sotto ricatto», e la mossa di D’Alema equivarrebbe a «pagare il riscatto». La politica italiana è solo sul suo giornale. Assolutamente da non perdere. Sentiamo. Read more

Berlusconi: “Nessuna competizione con Fini”. Ma ieri : “Se potessi lo sfiducerei”

dicembre 3, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il premier a margine dell’incontro con Medvedev: «Non ho mai detto ciò che hanno scritto i giornali, non l’ho nemmeno mai pensato». Ma mentre il presidente della Camera torna a tuonare sulla giustizia («Un valore l’indipendenza dei magistrati») nel Pdl in primis gli ex colonnelli si muovono per isolarlo. Il racconto di Carosella. Read more

Napolitano a Berlusconi e Anm: ‘Nessuno può abbattere il Governo. Basta tensioni

novembre 27, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Autorevole monito del capo dello Stato che invita (indirettamente) il premier a «non drammatizzare» e i giudici ad «attenersi alla loro funzione». Insomma, a non polemizzare. La risposta di Palamara: «Parole giuste, ma se ci attaccano vogliamo poter parlare». Unanime coro di consensi da tutto l’arco costituzionale. Fini: «Da condividere in toto». Bossi: «Giusto, stare più tranquilli». Bersani: «Tutti devono corrispondervi». «Il presidente della Repubblica conferma di essere superpartes», dicono dal centrodestra. E come ci rivelano periodicamente i sondaggi del nostro Luigi Crespi Napolitano è sempre più nel cuore degli italiani. Tutti. Il servizio di Francesco Carosella. Read more

Diario. La furia di Berlusconi: ‘Magistrati eversivi contro governo. E’ guerra civile’

novembre 26, 2009 by Redazione · 1 Comment 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. La giornata era stata segnata dalla notizia delle minacce di morte al presidente del Senato Schifani, di cui vi rendiamo conto, ma si era per il resto svolta nel segno di una certa tranquillità per la politica italiana. C’era stato il voto contrario di Pdl e Lega alla commercializzazione della Ru486 di cui vi abbiamo raccontato nel pomeriggio, e le conseguenti polemiche, ma tutto nel solco del normale confronto dialettico della nostra politica. Poi, l’ufficio di presidenza del Pdl, e il violento attacco del presidente del Consiglio alla magistratura. Vi lasciamo senz’altro al racconto di Finelli, che ci parla poi anche del sommovimento della base del Partito Democratico rispetto alla scelta di Bersani di non aderire al No B day del 5 dicembre. Con, prima, però, una chicca: nel solco della migliore tradizione dei maggiori quotidiani, oggi il Politico.it esce con il suo appuntamento con il racconto della giornata con una vignetta fresca fresca del suo theHand. Una confezione speciale per un grande Diario. Buona lettura sul giornale della politica italiana. Read more

Diario politico. Finanziaria, no tagli fisco Afghanistan, sì ad Obama: “Più truppe”

novembre 26, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, oggi, è di Ginevra Baffigo. Vince la linea Tremonti: «Già molto che non aumento le tasse», dice il ministro dell’Economia. Fini: «No alla fiducia su un maxi-emendamento del Governo». Grande racconto in cinque capitoli della giornata. Il presidente americano chiama il nostro capo del Governo e gli chiede un rafforzamento dell’impegno a Kabul. Prosegue il dibattito sulla riforma della Giustizia mentre arriva, alla fine, la sostituzione di Ruffini alla direzione di Raitre: il nuovo “capo” della terza rete è l’ex direttore del Tg3 Antonio Di Bella. Buona lettura. Read more

Diario politico. Fini: “Processo breve non è riforma Giustizia”. Tremonti: ’10, Pil +1%

novembre 24, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, stasera, è di Ginevra Baffigo. Il ddl sulla limitazione dei tempi dei procedimenti è stato dunque incardinato al Senato. E prosegue il confronto. Il presidente della Camera fa da sponda a Bersani, che dalla direzione Democratica aveva annunciato la disponibilità del Pd a discutere complessivamente di giustizia se il centrodestra avesse abbandonato, se abbandonerà la strada intrapresa. Sulla quale calano le ombre delle previsioni del Csm, per il quale sarebbe a rischio, nel caso la riforma passasse, fino al 40 per cento dei processi. Da Fini anche un nuovo invito a «riforme (appunto) condivise», a partire magari, per ciò che riguarda le modifiche all’architettura istituzionale, a cominciare dal Parlamento, dalla bozza Violante (che fa il suo ritorno alla politica attiva come neoresponsabile Riforme, ancora, del Pd). Infine, l’annuncio (per il 2010) del ministro dell’Economia che risponde indirettamente a Brunetta (e a quant’altri lo avevano attaccato per i cordoni chiusi della borsa, che «bloccano tutto», secondo altri ministri tra cui Bondi): «I vincoli di bilancio vanno rispettati». Il racconto. Read more

Diario politico. Governo, è faida-Tremonti ‘Blocca tutto’. Bonaiuti: “Premier con lui”

novembre 22, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, stasera, è di Ginevra Baffigo. C’erano stati i giorni di passione dello scontro a distanza tra il ministro e Berlusconi, quando il presidente del Consiglio, in visita privata a Mosca, aveva scavalcato il titolare di via XX settembre annunciando il taglio dell’Irap, cosa che aveva spinto Tremonti a recalcitrare. Bossi aveva provato a risolvere, lanciandolo come vicepremier, ma era arrivato (anche) l’altolà di Fini. Poi, il giornale della politica italiana ve lo aveva raccontato tra i pochi, c’era stato lo scontro tra lo stesso titolare dell’Economia e Brunetta, finito a minacce di percosse fisiche in Consiglio dei ministri. Oggi tutto questo viene a maturazione, attraverso un’intervista al Corriere dello stesso ministro per la Pubblica amministrazione, che parla di «egemonismo autoreferenziale» per il collega. E Sacconi e Bondi sembrano andargli dietro. Ma il portavoce di Berlusconi getta acqua sul fuoco. Nei giorni in cui si comincia a discutere anche di possibili elezioni anticipate, una questione di cui tenere conto. E che vi raccontiamo. Poi c’è il fronte-giustizia, sul quale un’altra intervista, questa volta di Armando Spataro a Lucia Annunziata ad “In mezzora”, domenica pomeriggio su Raitre, scatena il fuoco di fila della maggioranza che sembra trovare conferma alle proprie tesi di una giustizia politicizzata nelle parole del procuratore: «Pm avvocato dell’accusa? Logiche aziendali. E se i processi che verranno abbreviati sono solo l’1%, come dice Alfano, che problema c’era?». «Azione eversiva della magistratura», dicono in coro dal Pdl. Il racconto. Read more

Diario politico. Alfano: ‘Anm non ci detta riforma’. Napolitano: ‘Rispettare equilibri’

novembre 21, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Eccezionalmente il sabato pomeriggio, un diario che raccoglie in una serie di “dichiarazioni finali” le posizioni di ministro della Giustizia, capo dello Stato, presidente del Consiglio e della Camera sul tema della riforma dell’ordinamento giudiziario. L’occasione è il sesto convegno organizzato dall’Organismo unitario dell’avvocatura. Fini parla poi anche di bioetica: «La politica deve dire la sua, o sarà sostituita dai giudici». Il racconto. Read more

Diario politico. Colpo mortale alla ricerca Processo breve, Casini: “Vera porcheria”

novembre 14, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, oggi, è di Ginevra Baffigo. Sì del Senato alla legge Finanziaria del Governo, ma salta l’emendamento che doveva preservare fondi per il capitolo-chiave per il futuro del nostro Paese. Il giornale della politica italiana sostiene non solo un investimento forte, ma un totale ribaltamento di prospettiva per il quale l’università e la ricerca diventino il fulcro dell’Italia di domani. Ci torneremo. Intanto registriamo questo nuovo passo indietro, insieme alla cancellazione (preventiva) della Banca del Mezzogiorno. A ventiquattrore dalla presentazione in Senato del ddl per la limitazione della durata dei processi il confronto sembra arrivato ad un livello di maturazione: la proposta del leader Udc di tornare sulla strada di un Lodo Alfano questa volta presentato come legge costituzionale trova ampi consensi anche nella maggioranza, nella quale in molti sembrano preoccupati per i possibili effetti di cancellazione di massa di processi del provvedimento di ieri. Finocchiaro: «Ci dica Alfano che impatto avrebbe». Lui: «Lo valuteremo». Il racconto. Read more

Diario politico. Ecco il processo breve. E’ rivolta: “Incostituzionale e imbarazzante”

novembre 12, 2009 by Redazione · 1 Comment 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. E’ stato dunque presentato al Senato il ddl che introduce dei limiti di tempo per lo svolgimento dei processi. «Così i magistrati inizieranno a lavorare di più», attacca il presidente dei senatori Pdl Gasparri. Ma da parte del centrosinistra, dal fronte della magistratura e anche da qualche fronda individuale nella maggioranza scatta una vera e propria sollevazione. «Non discutiamo provvedimenti fatti per il premier», dice Bersani, che annuncia un’opposizione durissima. L’Anm: «Legge devastante». E mentre Giulia Bongiorno – che ha seguito la “pratica” per Gianfranco Fini – si dice «stupita» per l’esclusione dei reati sull’immigrazione voluta dalla Lega, c’è anche l’intervento del presidente emerito della Corte costituzionale Antonio Baldassarre, notoriamente vicino alla destra, per la quale è stato anche presidente Rai, che vi riferiamo nel titolo. Un grande dossier del giornale della politica italiana sulla giornata intorno alla proposta della maggioranza, nel quale vi spieghiamo nei dettagli la riforma e vi raccontiamo tutte le reazioni. C’è spazio poi per l’annuncio delle dimissioni da presidente del Comitato dei servizi da parte di Francesco Rutelli. Il racconto. Read more

Il commento. Processi brevi, giusto o sbagliato? di Gad Lerner

novembre 12, 2009 by Redazione · 2 Comments 

Come vi avevamo anticipato, oggi il centrodestra ha presentato al Se- nato il ddl per limitare a due anni per il primo grado, ad altri due per l’appello e a due anche per il giudizio di legittimità la durata dei processi. Insorge l’opposizione, che fa notare come così si estingueranno i procedimenti, ad esempio, per Cirio o Parmalat, mentre continueranno ad essere celebrati processi minori che colpiscono, però, anche persone più deboli. Il giornale della politica italiana vi racconterà tutto nel dettaglio nel Diario di stasera, con tutte le reazioni della giornata. Intanto, come sempre, commentiamo in tempo reale con le nostre grandi firme. Il conduttore de ”L’Infedele” cita un fatto personale per dimostrare come, a volte, i processi durino di più non esattamente per limiti del sistema giudiziario, bensì per l’opportuni- smo di imputati che non vogliono farsi processare. Read more

Diario politico. Processo breve. Ma nella maggioranza si scontrano falchi-colombe

novembre 12, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Dovrebbe essere il giorno della presentazione al Senato del ddl che prevede la limitazione a sei anni dei procedimenti. Una proposta, concepita dall’avvocato di Berlusconi Ghedini (“presidente” della “consulta” interna al Pdl, di cui vi avevamo raccontato, e su cui magari torneremo), che non piace ad una parte del Popolo della Libertà e alla Lega, e che per questo, tra continui tagliaecuci, non è ancora arrivata a Palazzo Madama. Il Cavaliere ha già dovuto incassare il no di Fini alla prescrizione breve, ovvero la riduzione di un quarto dei tempi per la “scadenza” dei reati, che lo avrebbe definitivamente liberato del procedimento Mills; il processo breve non gli dà le stesse garanzie e, pure, nemmeno questo trova il consenso di tutto il centrodestra. «Salterebbero 100mila dibattimenti», dice l’Anm. La Lega vuole limitarlo ai soli cittadini italiani, escludendo gli immigrati, ma sarebbe incostituzionale. Vedremo oggi cosa partorirà la montagna, intanto ecco il confronto nella giornata di ieri. Il presidente della Camera a “Otto e mezzo”: «Comunque no a Cosentino candidato Governatore della Campania, anche Silvio lo considera inopportuno». Scoppia il caso della “satira” offensiva nei confronti della Meloni, di cui vi rendiamo conto. E torna il ministero della Sanità, scorporato da quello del Lavoro. Il racconto. Read more

Su giustizia ancora duello tra Silvio e Fini Bondi: “Gianfranco conformista di realtà”

novembre 11, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Tutto cominciò, come ricorda spesso lo stesso presidente della Camera, il giorno in cui Berlusconi, allora semplice imprenditore non ancora sceso in politica, durante una conferenza stampa a Casalecchio di Reno disse che per la carica di sindaco di Roma tra Fini e Rutelli avrebbe scelto sicuramente Fini. Era il 1993. Fu il primo mattone del futuro Polo del Buongoverno, prodromo originale del Popolo della Libertà. Da allora un rapporto di stima politica e personale lega moltissimo il premier al suo delfino-competitore. Ma da quando l’ex leader di Alleanza Nazionale è asceso alla terza carica dello Stato, è calato il gelo. Fini, sostenuto dal nostro giornale, ha scelto la linea della responsabilità istituzionale, assumendo al tempo stesso i valori di una destra moderna, europea, sulla falsariga degli altri grandi partiti liberalconservatori del Vecchio continente. Una linea che non poteva non confliggere con le “esigenze” del presidente del Consiglio. Sul tema della riforma dei procedimenti e della prescrizione breve l’ultima sfida, cominciata nel week-end con l’intervista di Fini a “Che tempo che fa” (“Gli autografi li chiedano a Sting, il presidente della Camera non firma nulla”) e proseguita con l’incontro chiarificatore, ma che non è piaciuto agli ambienti più vicini al premier, di ieri. Oggi nuovo attacco del “Giornale”. Il giornale della politica italiana, a poche ore dalla presentazione al Senato della legge frutto del compromesso tra i due, vi racconta l’ultimo duello. La firma è di Francesco Carosella. Sentiamo. Read more

Diario politico. Crocifisso, tutto sul caso Berlusconi: “No ricattabile. Riforma Csm”

novembre 4, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Spettacolare puntata del Diario politico in cui vi raccontiamo tutto quanto c’è da sapere sulla decisione della Corte europea dei Diritti dell’uomo che impone la rimozione dei crocifissi dalle aule scolastiche. La vicenda della donna finlandese cittadina italiana la cui ”denuncia” è la chiave di questa storia, e poi tutte le reazioni dal Governo che annuncia ricorso al Vaticano fino al resto della nostra politica. Bondi e Frattini duri con l’Europa. Bersani: «Una tradizione inoffensiva». Quindi le ultime anticipazioni dal libro di Vespa che, di fatto, sta dettando l’agenda politica di questi giorni. Il presidente del Consiglio: «La sentenza Mondadori? Un’estorsione». E chiede il rinvio dell’udienza: «Per il vertice Fao». Infine, gli sviluppi del caso della morte in carcere di Stefano Cucchi, con il ministro della Giustizia che si riferisce alle Camere: «Non doveva morire. Aveva chiesto di non dare info sul suo stato di salute nemmeno ai genitori». L’avvocato di famiglia: «Inconcepibile». Il racconto del nostro caposervizio. Read more

Diario politico. Berlusconi: “Sì al dialogo sulle riforme. Ma Bersani cambi registro”

novembre 2, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, stasera, è di Ginevra Baffigo. Nuove anticipazioni per l’ultimo libro di Vespa. Il presidente del Consiglio: «Se sono disponibili a trattare, si può discutere». Ma Alfano: «Sulla giustizia convergenze auspicabili, ma a noi spetta di mantenere l’impegno di riformarla preso con gli elettori. Anche senza l’opposizione». Ancora il premier: «No ad altre maggioranze. Se cado, al voto». Vi rendiamo conto poi degli ultimi sviluppi del caso Marrazzo, con l’ex presidente della Regione Lazio che ammette: «Quei soldi (ripresi sul tavolo dell’appartamento in cui l’ex Governatore si trovava insieme a Natalie, la trans delle sue frequentazioni, ndr) servivano anche per pagare la droga». E chiudiamo con l’annuncio dell’addio alla politica di Cacciari, commentato oggi sulle nostre pagine da Claudio Caprara. Il racconto. Read more

Indagine per omicidio preterintenzionale su Stefano. La Russa: ‘Carabinieri corretti’

ottobre 31, 2009 by Redazione · 1 Comment 

Stefano Cucchi, 31 anni, è morto per un arresto. Un arresto da parte del nostro sistema di polizia e giudiziario. E’ entrato in carcere vivo, secondo i famigliari in buone condizioni, e ne è uscito martoriato e senza più vita. La politica italiana si interroga su questa vicenda orribile, portata all’attenzione del Paese dalla scelta dei genitori di mostrare le foto terribili del corpo del ragazzo in condizioni indicibili. L’ipotesi di reato non impedisce al ministro della Difesa di sostenere a priori le forze dell’ordine che hanno avuto in custodia Stefano, escludendo qualsiasi responsabilità. Una presa di posizione che non piace agli stessi sindacati di polizia, che chiedono sia fatta luce. FareFuturo, la fondazione di Gianfranco Fini che sempre più autorevolmente alza la propria voce auspica «verità e legalità per tutti». La scelta dell’immagine che facciamo è in parte dissacratoria, lieve, nello stile e nello spirito del giornale della politica italiana. Ma in realtà c’è davvero poco da ridere. Cerchiamo allora, seriamente, di capire cosa stia accadendo, ovviamente con uno sguardo particolare alle parole della politica. Il servizio, seconda parte di uno speciale Diario politico in tre tronconi per seguire con attenzione le vicende di oggi della nostra politica e non solo, come quello di apertura su D’Alema è di Ginevra Baffigo.
Omicidio camorra: “Segnalateci il responsabile” Read more

Diario politico. Telefonata di Berlusconi a Ballarò: “Condanna Mills? Pm comunisti”

ottobre 28, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, stasera, è di Carmine Finelli. Un pomeriggio vissuto tra la conferma della sentenza di condanna nei confronti dell’avvocato inglese, che ha “dichiarato il falso pagato da Berlusconi”. Il vertice riappacificatore tra il premier e Tremonti, che guiderà una cabina di regia del Pdl sull’economia. Gli strascichi della vicenda-Marrazzo, con il Governatore che si dimette dalla presidenza della Regione Lazio. Poi, in serata, il fulmine a cielo (più o meno) sereno: il presidente del Consiglio interviene telefonicamente alla trasmissione di Giovanni Floris, dove Bindi e Casini stanno segnalando i risvolti delle vicende di oggi legati al premier: la conferma di “corruzione” da parte sua nel caso Mills, le analogie tra il caso Marrazzo e quello delle escort che lo ha visto protagonista, il viaggio in Russia (con Cdm saltato). Berlusconi prima sostiene che “In Italia la vera opposizione sono i giudici”, poi che la televisione è in mano ai “giornalisti di sinistra”. Annuncia il taglio dell’Irap ma la tempistica “dipenderà anche dalla crisi”, e spiega sull’ormai ex presidente della Regione Lazio: “L’ho avvertito del video del quale mi aveva riferito mia figlia da Mondadori e gli ho lasciato libertà di scegliere tra telefonare a chi lo aveva e denunciarlo”. Nel diario il racconto della giornata. Read more

E’ in pagina la vignetta d’oggi di theHand Protagonista: Casa Mastella. Scopritela

ottobre 27, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il “Corriere” ha il grande Giannelli, “Repubblica” Altan, ElleKappa e Giuliano, l’”Unità” Sergio Staino. Il giornale della politica italiana ha Maurizio Di Bona – che da alcune settimane disegna anche sul “Fatto” di Padellaro e Travaglio - e non sapremmo dire chi, tra tutti questi grandi quotidiani, sta meglio degli altri. La vignetta di oggi del nostro theHand è dedicata ancora una volta a Clemente Mastella e a sua moglie Sandra Lonardo, impegnata su due fronti giudiziari: quello dell’inchiesta che suggerì all’ex leader dell’Udeur di far cadere il Governo Prodi per cui lesse, in sede di dichiarazione di voto, una poesia trovata su internet e attribuita a Trilussa che di Trilussa non è; e il fronte aperto dall’esplosione del caso-raccomandazioni in Campania, del quale vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi. Nuova puntata dunque della satira sulla famiglia Mastella. Vediamo. Buona interpretazione. Read more

Bocchino: “Incoraggiante inizio di Bersani. Ora ci tendano la mano”

ottobre 27, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

di Matteo Patrone – Intervista al vicepresidente vicario dei deputati del Popolo della Libertà, punto di riferimento degli ex An nel nuovo partito: «Lo spirito del dialogo va riscoperto. Con Franceschini non si poteva ragionare. Bene il nuovo segretario». La fuoriuscita di Rutelli dal Pd e l’ipotesi Grande Centro: «Non torneremo agli schemi consociativi della prima Repubblica. Il futuro è il bipartitismo». Sentiamo. Read more

Il Pdl apre al centrosinistra sulla giustizia Ma Franceschini: no a nuova bicamerale

ottobre 23, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Ha assicurato di voler fare più opposizione, il segreDario, anche per andare incontro alle istanze della base; e a due giorni dalle primarie non può certo recedere su questo piano. I dietrologi potrebbero vedere nella tempistica della proposta del Popolo della Libertà una chiave per incidere sull’esito del congresso Democratico. In realtà però una vittoria di Franceschini – potenzialmente favorita - andrebbe contro l’interesse della maggioranza, che può sicuramente prediligere una leadership più conciliante come quella Bersani-D’Alema. Spazzato il campo dalle dietrologie, dunque, resta il punto: Franceschini che, forse, risponde con un eccesso di automatismo ad una proposta che viene sì dalla parte ai Democratici opposta con la quale in passato tutti i tentativi di dialogo sono falliti, ma che riguarda un tema delicatissimo sul quale il rischio è di una forzatura. E, inoltre, chissà che in tutto questo non ci sia la firma di quella matrice finiana che, dialogando anche attraverso il presidente della Camera e la sua fondazione con D’Alema, da un lato spinge per una europeizzazione della destra italiana, dall’altro appunto getta i ponti del dialogo stesso. Ci racconta tutto il nostro Carmine Finelli. Read more

Mesiano, ora Brachino si scusa. Alfano: ‘Privacy valga sempre’. L’opposizione…?

ottobre 19, 2009 by Redazione · 4 Comments 

Il caso del giudice che ha condannato Fininvest ad un risarcimento di 750 milioni di euro (ricordate? Erano i giorni della manifestazione per la libertà di stampa) e che le televisioni del premier hanno di fatto pedinato, a telecamere accese, mandando poi in onda un servizio il cui commento insinua dubbi sulla “normalità” del personaggio. Dopo questa gravissima caduta, il confronto torna degno di un Paese civile: «Venga in studio a chiarire - lo invita il conduttore in un editoriale (nella foto) - Oltre alle scuse, ho tre domande per lui: primo, la sua promozione dopo la sentenza sul Lodo Mondadori è un premio politico? Secondo, le idee politiche influenzano le decisioni dei giudici? Terzo, non è stravagante decidere da soli per un risarcimento così grande?». Il ministro della Giustizia: «La stessa attenzione al diritto doveva valere per il premier. Vi raccontiamo la vicenda e vi forniamo una chiave di lettura originale. Il pezzo è di Luca Lena. Sentiamo. Read more

Diario politico. Minacce Br a premier, Fini Bossi. Alfano a Anm: “Guerra preventiva”

ottobre 18, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, oggi, è di Ginevra Baffigo. I magistrati annunciano lo “stato di agitazione” per contrastare le velleità di riforma della Giustizia del Governo: «Difenderemo la Costituzione». Il ministro: «Inspiegabile e pretestuoso». Questo il cuore del dibattito politico di oggi, che vi raccontiamo. Ma la notizia che fa più rumore riguarda la lettera recapitata al Riformista dai nuovi brigatisti. Il presidente della Camera: «E’ solo il delirio di un folle». E poi la replica di Rosy Bindi al premier che tenta di giustificare («Ma così peggiora le cose», commenta l’ex ministro) le frasi offensive rivolte all’esponente Democratico. Il racconto.            Read more

Diario politico. Binetti contro tutti. L’Onu: “Sull’omofobia passo indietro dell’Italia”

ottobre 14, 2009 by Redazione · 1 Comment 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Il racconto più completo, più approfondito, più autorevole. In questo “numero” il conflitto tra la deputata “dissidente” (su diritti civili e temi etici) del Pd e il resto della dirigenza Democratica, con il solo Fioroni a difenderla veramente. La presa di posizione delle Nazioni unite sulla bocciatura della legge a tutela delle persone omosessuali. L’intervento di Fini contro la subordinazione dei pubblici ministeri al potere esecutivo, di cui vi abbiamo riferito oggi. E infine la difesa del direttore del Tg1 Minzolini di fronte alla commissione di Vigilanza Rai. Un pezzo da non perdere, per chi ama la politica italiana, solo sul suo giornale. Buona lettura. Read more

***Settegiorni***
FINI, BINETTI, LOIERO E LA CANDIDATURA
di MARIO ADINOLFI

ottobre 14, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il giornale della politica italiana commenta in tempo reale i fatti del giorno con le sue grandi firme, unico quotidiano nel panorama dell’informazione in Italia, in assoluto, a potere proporre l’opinione dei più autorevoli nomi del giornalismo politico italiano, e della stessa nostra politica, pochi minuti dopo, di fatto, che si sia verificato qualcosa. In questo caso è l’appuntamento di oggi con il giro d’orizzonte in sette punti del vicedirettore di Red e grande blogger, membro della direzione nazionale del Partito Democratico e sostenitore della mozione Franceschini al congresso, a darcene modo, perchè Adinolfi sceglie di partire dalla presa di posizione di Fini contro la riforma della giustizia paventata dal Governo e da parlamentari della maggioranza (di cui vi raccontiamo sotto), una rivoluzione del sistema giudiziario italiano che prevederebbe la sottoposizione dei pubblici ministeri al controllo del potere politico, e in particolare di quello esecutivo, del Governo. Con la conferma dell’intenzione della maggioranza che Adinolfi ha raccolto proprio ieri intervistando per Red Giorgio Stracquadanio, deputato vicino a Berlusconi. Due, tre, quattro, cinque dedicati al caso Binetti e alle candidature come capilista (nelle liste per le primarie e per la successiva convenzione nazionale che ratificherà l’elezione del segretario nazionale del Pd – o la deciderà, qualora nessun candidato abbia superato il 50% nel voto aperto a tutti) di Bassolino, Iervolino, Loiero da parte della mozione Bersani. E c’è una sorpresa: Franceschini chiede a Mario di andare in Calabria a sfidare il governatore, portandolo magari fuori casa, sul terreno del rinnovamento. Ne riparleremo. Si accettano sin da ora scommesse (ultimo punto). Come sempre, buona lettura con Adinolfi. Read more

Fini: “No a subordinare i pm all’esecutivo Cattiva immagine all’estero colpa di tutti”

ottobre 14, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il presidente della Camera stoppa l’ipotesi di riforma della giustizia del Governo: “L’indipendenza della magistratura va rispettata e preservata sempre”. Sulle riforme in generale: “Sì se sono condivise”. E poi la stoccata al premier rispetto agli attacchi alla stampa estera. Ce ne parla Francesco Carosella. Read more

Diario politico. La stampa estera dura con il premier. E lui: “Sputtanano me e l’Italia”

ottobre 12, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, oggi, è di Ginevra Baffigo. NYT, Times, Financial Times, persino il conservatore Le Figaro attaccano da tempo Berlusconi reo, a loro modo di vedere, di avere gettato la democrazia italiana in una condizione di anomalia. Dalla Festa della Libertà di Benevento lo sfogo del presidente del Consiglio: «Vogliono fare come nel ’94, ma non ci riusciranno». Poi l’affondo sulla giustizia e i magistrati: «Riforma pronta: separazione delle carriere e intercettazioni solo per reati gravi. Consulta sleale. E sul giudice che ha condannato Fininvest (al risarcimento di 750 milioni di euro alla Cir di De Benedetti, ndr) ne sentirete delle belle». Alfano: «Difficile non pensare ad una riforma del Csm». E poi torniamo sulla con- venzione nazionale del Pd, con un ulteriore approfon- dimento dopo il racconto in tempo reale di oggi. Sentiamo. Read more

Sondaggio di Crespi sul Lodo Alfano. Per il 58% magistratura perseguita Berlusconi

ottobre 11, 2009 by Redazione · 2 Comments 

Ma sulla sentenza della Corte gli italiani si dividono (per il 41% è “giusta su un provvedimento sbagliato”, con una percentuale di indecisi – 15% – molto alta). E addirittura il 72% giudica fuori luogo la reazione del premier nei confronti del presidente Napolitano. Per tre quarti degli intervistati, comunque, la bocciatura del Lodo non avrebbe giustificato le dimissioni di Berlusconi. Ci presenta i dati, come sempre, il no- stro Luigi Crespi in persona. Sentiamo. Read more

Il ritratto del personaggio della settimana L’IMPERTURBABILE ALFANO di Luca Lena

ottobre 10, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

I nostri lettori lo hanno atteso un giorno di più, per la priorità data ieri alla più stretta attualità, in giornate caldissime per la politica italiana. Ma, vi anticipiamo, cultori dell’affresco del venerdì, ne è valsa la pena. Il nostro vicedirettore traccia un ritratto dei suoi migliori, sul ministro della Giustizia autore della legge che la Consulta ha giudicato incostituzionale mercoledì. Un profilo che trae dalla fisicità del possibile successore di Silvio Berlusconi (per il quale l’ex coordinatore di Forza Italia in Sicilia avrebbe preparato una bozza di riforma del sistema giudiziario che partirebbe dal Csm, i cui componenti verrebbero eletti tra una lista di candidati sorteggiata: un’idea già respinta come «irrazionale» e giudicata incostituzionale anche da figure vicinissime al premier – e alla sua sensibilità in tema di giustizia – come Gaetano Pecorella. Ne riparleremo) spunto e chiave di lettura per andare a fondo nel personaggio Alfano: un pezzo da non perdere, che accompagnia- mo come sempre con la bella illustrazione da collezionare del nostro Pep Marchegiani. Buon piacere della lettura. Read more

Diario politico. Berlusconi: “Sono io il più perseguitato. E giudici sovvertono voto”

ottobre 10, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, oggi, è di Carmine Finelli. La più completa, la più approfondita. Lasciato spazio all’editorialino di Torchiaro sul possibile divorzio del Pd da Di Pietro e alla rivelazione dei maldipancia degli ex An dentro la maggioranza, apriamo con il consueto racconto della giornata molto amato dai nostri lettori che ne fanno uno strumento per vivere di più ogni giorno la politica italiana oltre che di lavoro. Berlusconi contro tutti, la proposta da ambienti del centrodestra di reintrodurre l’immunità parlamentare, l’offesa del presidente del Consiglio a Rosy Bindi (con la reazione del ministro Meloni), la risposta di Mancino alle rivelazioni di Martelli giovedì sera ad “Annozero”, i temi che affrontiamo e sviluppiamo in questo pezzo come sempre da non perdere. Sentiamo. Read more

Lodo Alfano. Ora la riforma della giustizia. Per tutti di Luigi Crespi

ottobre 8, 2009 by Redazione · 2 Comments 

Prosegue il racconto (intrecciato) su due livelli (temporali) del fatto dell’anno per la politica italiana: da un lato le ore decisive e successive la decisione della Consulta, con le reazioni in casa Berlusconi, ricostruite satiricamente dalla  matita di theHand nelle tre vignette che vi stiamo proponendo (dopo il commento, in arrivo la terza e conclusiva); dall’altro il passato (che abbiamo visto con Sarubbi), il presente (che vediamo ora) e il futuro del Governo, della maggioranza e della politica italiana dopo la svolta di ieri. Il presente, dunque. A rappresentarlo è il nostro Luigi Crespi, che analizza le possibili soluzioni e conclude così: Berlusconi deve senz’altro rinunciare alla tentazione plebiscitaria (che perseguirebbe andando ad elezioni anticipate) e, piuttosto, cercare di utilizzare il consenso che continua ad avere per risolvere i veri problemi alla radice del Lodo: quelli della giustizia (per tutti) in Italia. Subito. Sentiamo. Read more

In pagina la seconda vignetta di theHand Protagonista: Niccolò Ghedini. Scopritela

ottobre 8, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Secondo momento del racconto (satirico) delle fasi salienti della giornata di ieri. La prima reazione, così come la vede il nostro Maurizio Di Bona, è dell’Avvocato del premier. Che ha presentato il Lodo alla Corte, sarà protagonista della difesa di Berlusconi nei due processi che, a questo punto, ripartiranno, ed è un po’ il deus ex machina della politica sulla giustizia del Governo. Ogni ipotesi di provvedimento o di riforma viene concepita o valutata ed eventualmente approvata ed emendata in una sorta di assemblea, o di corte se volete, che si riunisce nella storica sede di Forza Italia in via dell’Umiltà presieduta proprio da Ghedini, e alla quale partecipano parlamentari, dirigenti, comunque esperti in materia giudiziaria della maggioranza. Lì nascerà la riforma della giustizia che Berlusconi ha annunciato di voler portare a compimento. Ma torniamo a ieri. E vediamo la reazione dell’avvocato del Cavaliere nel secondo disegno di theHand. Read more

Consulta sul Lodo Alfano: “E’ illegittimo” E ripartono i due processi a Berlusconi

ottobre 7, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Dopo due giorni di camera di consiglio, ecco il verdetto: la Corte costituzionale boccia l’immunità alle prime quattro cariche dello Stato voluta dal premier. Due le violazioni alla base della decisione: rispetto all’art. 138 della Costituzione che richiede una legge costituzionale e non ordinaria per un provvedimento del genere; all’art. 3, che vigilia sul principio di uguaglianza. La sentenza della Corte mette fine alla sospensione e consente la riapertura dei due procedimenti a carico del presidente del Consiglio: nel caso Mills per corruzione in atti giudiziari e per reati societari nell’acquisto di diritti tv per Mediaset. Il servizio di Francesco Carosella. Read more

Diario politico. Premier “corresponsabile di corruzione”. E oggi il verdetto sul lodo

ottobre 6, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, oggi, è di Ginevra Baffigo. E’ il giorno in cui la Consulta potrà dire una parola definitiva sulla costituzionalità o meno del provvedimento che sospende i procedimenti a carico delle prime quattro cariche dello Stato, tra cui il presidente del Consiglio, che senza Alfano si ritroverebbe processato per il caso Mills, con tutti i rischi e le conseguenze possibili. Tra queste c’è, naturalmente, l’ipotesi dimissioni, difficilmente evitabile in caso di condanna; gli oppositori sperano per una uscita definitiva dalla politica italiana ma c’è anche chi pensa che il premier possa far saltare il banco portando tutti ad elezioni anticipate alla ricerca di una affermazione ancora più ampia. Di tutto questo si è discusso in una vigilia in cui Berlusconi è stato contemporaneamente giudicato responsabile nel processo (civile, e quindi in grado di arrivare comunque a conclusione) Mondadori, in cui venerdì Fininvest era stata condannata ad un risarcimento di 746 milioni di euro alla Cir di De Benedetti. Il Cavaliere parla di “enormità giuridica”, il Pdl evoca un “disegno eversivo”, l’opposizione si fa sentire ma non troppo. Ma il vero tema è se si torna, o no, alle urne. Fini: “No a governi tecnici”. Casini: “Noi auspichiamo il voto”. Bossi: “Nel caso, comunque – dice il leader della Lega – siamo pronti”. Il racconto. Read more

***Politica&giustizia***
BERLUSCONI, LA CONDANNA E LA PIAZZA AD OROLOGERIA
di GAD LERNER

ottobre 5, 2009 by Redazione · 1 Comment 

E’ di venerdì la sentenza che condanna Fininvest a risarcire 749 milioni di euro al gruppo Cir di Carlo De Benedetti. E oggi le motivazioni: Previti ha corrotto i giudici del lodo Mondadori e il presidente del Consiglio è di questo “corresponsabile”. Il Cavaliere: “Vogliono farmi fuori”. Qualcuno parla di elezioni anticipate, Bossi: “Noi siamo pronti”; l’Udc: “Non ci dispiacerebbe”. Per il giornale della politica italiana il commento in tempo reale del conduttore de “L’Infedele” che richiama anche la tentazione, avuta dagli stessi quotidiani di area, «di spiegare la manifestazione per la libertà di stampa di sabato come episodio orchestrato da un gruppo d’interesse»: cioè lo stesso De Benedetti, «per la propria convenienza» in questo caso. Sentiamo. Read more

Inchiesta sulla giustizia in Italia. Rapporto con la politica. Lentezza della “macchina”

gennaio 31, 2009 by Redazione · 2 Comments 

Nei giorni dell’inaugurazione dell’anno giudiziario, produciamo questa riflessione sui problemi della giustizia nel nostro Paese. Due le questioni maggiori: i tempi lunghissimi e il confronto, difficile, con gli altri poteri dello Stato. Capiamo in cosa consiste davvero questa “crisi”. Read more

Il Pd e la questione morale: senso di sconforto. Ma… di F. Laratta*

dicembre 20, 2008 by Redazione · Commenti disabilitati 

Intervento del deputato del Partito Democratico. Di fronte alla crisi morale delle nostre istituzioni, dice Laratta, dobbiamo superare le norme che differenziano la politica di fronte alla legge ma anche introdurre un principio di responsabilità per i magistrati. ”Dov’è finita ad esempio la cupola del potere politico-affaristico teorizzata per il caso Why not da De Magistris?” Il pezzo.
ULTIMORA - On. Laratta: “Social card, il Governo cambi i requisiti e aumenti le risorse”. All’interno il testo della dichiarazione. Read more

Intervista all’ex Pm anticamorra Cantone: ”La connivenza è l’aspetto più grave”

novembre 18, 2008 by Redazione · Commenti disabilitati 

Colloquio esclusivo con il giudice napoletano, di Sara Di Francesca. Contatto de il Politico.it con l’uomo che, con Roberto Saviano, è il simbolo della lotta alla criminalità organizzata nel Casertano. Ha inferto duri colpi, al Clan dei Casalesi, che hanno quindi deciso che doveva essere fermato. Da anni vive sotto scorta, e ha dovuto così ricostruire un difficile equilibrio per la propria vita privata e la famiglia. Intervista con l’ex Pm della Procura di Napoli, in testa alle classifiche di vendita con un libro sull’anticamorra di cui, anche, vi parliamo. Read more

Quel mondo di dentro. Appunti sulle carceri italiane

ottobre 28, 2008 by Redazione · Commenti disabilitati 

Come si vive nei nostri penitenziari. Quali sono i problemi reali. Se il sovraffollamento è solo uno tra tanti. Con questo spaccato (ad un tempo bellissimo e doloroso) del mondo, ‘di dentro’, delle carceri del nostro Paese, Luciana Mastrorosa, esperta di problemi penitenziari e di esecuzione penale, comincia la sua collaborazione con il Politico.it. Read more

Il caso Tortora. Una brutta pagina nella storia della giustizia italiana. Ricostruiamolo in breve

ottobre 27, 2008 by Redazione · Commenti disabilitati 

di Bianca MARATEA

 

Italia, anni ’80. Quell’Italia fatta di casalinghe indaffarate e ragazzi annoiati figli di una generazione di persone che avevano lottato per loro. Sono gli anni in cui in televisione si aspetta la sigla di Portobello, quello straordinario programma pieno di idee sulla scorta del quale ancora oggi nascono trasmissioni seguite ed amate. Tortora, ideatore e conduttore di quel fenomeno che raggiunse vette di share di 28 milioni di spettatori, sarebbe diventato simbolo di una giustizia che commette errori, anche molto gravi. Read more

« Pagina precedente

Bottom