Top

Diario politico. Si leva urlo in tutto Paese Adesso il governo ha preso a governare Sì della Camera alla riforma di Università Studenti in piazza, ma la giusta direzione Poi sanzioni agli enti locali inadempienti ‘Mossa unilaterale, antifederale’: ma ‘c’è’ E allora i finiani: forse il 14 ci asteniamo Ma dopo, Silvio, bisogna continuare così

dicembre 1, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it, un altro grande Diario firmato Ginevra Baffigo. Scelte discutibili, quelle dell’esecutivo. La riforma Gelmini è imperfetta e tende ad una certa qual “privatizzazione” dell’università che non è necessaria – e nemmeno auspicabile – nello sforzo, che però va fatto, di garantire efficienza e merito nei nostri Atenei, che come scrive ItaliaFutura non possono rappresentare l’ennesimo “postificio” pubblico e tanto meno un parcheggio per chi non riesce a farsi strada altrove; l’Italia, ritrovando l’orgoglio di sé, deve puntare all’eccellenza in primo luogo per ciò che riguarda lo Stato, e tanto più nella sua ramificazione decisiva, più delle altre, per la costruzione del futuro, quella appunto dell’università, da un lato, e della ricerca, dall’altro. Qui, dove si decidono le sorti del Paese, la priorità dev’essere data al rendimento del sistema e non a ragioni di ordine sociale; anche perché rifare grande l’Italia significa mettersi nella condizione di rispondere anche a queste esigenze, anche se non (più) in una chiave assistenziale. La bozza della Lega con le “punizioni” agli enti locali è unilaterale in un doppio (anzi triplo) senso (e scusate il gioco di direzioni): è unilaterale nel metodo, perché gli enti locali non sono stati coinvolti nella sua formulazione, e i comuni e le regioni non sono certo, per così dire, la ruota sgonfia del carro-Italia per cui si tratta di decidere senza di loro o non si decide. E’ unilaterale (perciò) nel “fare giustizia” della spesa pubblica e dell’amministrazione dello Stato, perché colpisce solo la parte non meno virtuosa della “macchina”. Ed è unilaterale (quindi) dal punto di vista concettuale, nel senso che le punizioni sono una parte ma non possono esaurire gli sforzi per far quadrare i conti e rendere efficiente il sistema statale. E tuttavia è un atto di governo, come (appunto) la riforma dell’uni- versità. In tutta Italia si leva un grido (silenzioso): l’esecutivo ha (ri)cominciato a lavorare. L’appello, ora, è a che tutto questo non serva solo a superare il 14 dicembre o a vincere (?) le elezioni. Anche perché, facendo così, si supera il 14 e si arriva alla fine del mandato. Facendo il bene del Paese. Il racconto, ora, all’interno, della nostra vicedirettrice. Read more

Vendola-D’Alema 73%-27% Puglia, in 200mila ai gazebo per confermare Nichi

gennaio 24, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Il governatore della Puglia stravince le primarie per la scelta del candidato alla sua successione. Un vero e proprio plebiscito, come raccontato sin dalle 22.00 dal giornale della politica italiana che per primo annuncia la probabile vittoria di Vendola offrendo i primissimi dati ai propri lettori. Nel 2005 votarono in 79.296 e Nichi ottenne il 51%; oggi più del doppio si sono recati ai gazebo – 192.000 – e la percentuale di voti per il presidente uscente schizza al 73%: il dato-chiave per capire come la Puglia si sia mobilitata per sostenere il suo governatore, la cui riconferma rischiava di essere pregiudicata da una scelta “romana” voluta dal “pugliese” D’Alema che la tenacia di Vendola e l’affetto della gente hanno rispedito al mittente. Ora sta al neo-candidato del Pd e dei suoi alleati dimostrare che il sacrificio dell’alleanza con l’Udc, compiuto sull’altare della “primavera pugliese” e di valori irrinunciabili – per loro – quali il mantenimento dell’acqua come bene pubblico, non è stato fine a se stesso. E naturalmente al leader Maximo mostrare quella lealtà che in altre occasioni non è stata forse la qualità più lampante dell’ex presidente del Consiglio. Ci racconta tutto il nostro Dario Ballini. Read more

Primarie Puglia, è plebiscito per Vendola Primi dati (parziali): batte Boccia 75%-25% A Gallipoli (seggio di D’Alema) trionfo Nichi

gennaio 24, 2010 by Redazione · 1 Comment 

In provincia il governatore uscente vince (quasi) dappertutto con ampio margine. Mancano i numeri delle grandi città ma la tendenza sembra chiara: Vendola si avvia a stravincere la sfida con Francesco Boccia e sarà il candidato del centrosinistra alle elezioni di marzo. Sconfitta la linea dell’alleanza con l’Udc imposta da D’Alema. Il centrodestra intanto designa il suo uomo: a sfidare il vincitore della sfida tra Vendola e Boccia sarà Rocco Palese. Read more

E oggi è il giorno delle primarie in Puglia Ma sentite Nobili (Api): ‘Tifo per Vendola’

gennaio 24, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Rutelliano, già coordinatore dei giovani della Mar- gherita, Luciano Nobili è uscito dal Partito Democra- tico per fondare Alleanza per l’Italia con l’ex leader Dl. Moderato, cattolico, è “spettatore interessato” della convergenza tra Democratici e Udc nella costruzione di un nuovo centrosinistra. Ti aspetteresti che nella sfida tra il governatore uscente e Boccia, anch’egli ex Margherita, e pedina-chiave del “laboratorio Puglia” che – nelle idee di D’Alema, e forse di Casini – dovrebbe preparare la futura alleanza tra centristi e progressisti, sostenga il secondo. Invece no. «Noi di Api vogliamo scardinare l’attuale bipolarismo e caldeggiamo da sempre il rapporto Pd-Udc. Ma la vicenda pugliese – dice – è l’emblema di come tutto questo NON va costruito». In questa intervista al nostro direttore, Luciano fa il suo endorsement nei confronti del governatore uscente proprio nelle ore in cui si comincia a votare ai gazebo e ci spiega perché. Solo sul giornale della politica italiana.            Read more

Diario politico. Berlusconi indagato con Pier Silvio. Sulle tasse: “Non le ho alzate”

gennaio 23, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, stasera, è di Ginevra Baffigo. Inchiesta Mediatrade sulla compravendita di diritti tv, per il presidente del Consiglio ipotesi appropriazione indebita. Ghedini: «Incredibile, proprio alla vigilia delle Regionali». In giornata il Cavaliere era tornato sulla crisi: «Nonostante la gravità non abbiamo messo le mani nelle tasche degli italiani». Ma Bersani: «Non è così». La Cgil: «Maggiore redistribuzione o sarà sciopero generale». Vi aggiorniamo sulle candidature per le Regionali: in attesa di conoscere l’esito delle primarie pugliesi di domenica, sembra fatta per Magdi Cristiano Allam paracadutato dal centrodestra in Basilicata. In Campania, Mara Carfagna capolista a Napoli. Il racconto. Read more

Ecco: “stampa ad orologeria” su Vendola ‘Riportò qui un luminare’. Lui: ‘Che colpa’

gennaio 19, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Nella politica italiana di oggi possono accadere cose strane. La prima: che una vicenda vecchia di mesi torni alla ribalta proprio nella settimana in cui il suo protagonista, il presidente della Puglia, affronta la consultazione del centrosinistra per la scelta del candidato alle Regionali di marzo. Contro Francesco Boccia, l’uomo di D’Alema. La seconda: che questa vicenda consista in presunti favori utili a far sì che uno scienziato di fama mondiale potesse tornare ad operare nel nostro Paese. Una storia che puzza di bruciato comunque la si guardi, e che del resto viene subito stigmatizzata da Vendola: «Non mi risulta di essere indagato per questo e sarebbe una vergo- gna». Ci racconta tutto Dario Ballini. Read more

Diario politico. Bersani: “Sì a riforme (ma si parta dal lavoro); no tsunami-giustizia”

gennaio 7, 2010 by Redazione · 1 Comment 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La prima firma è Carmine Finelli. Conferenza stampa del segretario del Partito Democratico dopo giorni di silenzio («Dovrete abituarvi»): «Berlusconi dimostri di volersi occupare dei problemi del Paese e non dei suoi». Ma Cicchitto: «Bersani non ponga pregiudiziali». Che non ci sono da parte del leader Democratico per ciò che riguarda la candidatura di Emma Bonino alla presidenza della Regione Lazio, della quale abbiamo parlato ampiamente nel corso della giornata. Ma sulla corsa del centrosinistra alle Regionali tuona Antonio Di Pietro: «Il Pd ci dica cosa vuole fare. E’ un ultimatum. Anche se rivolto col cuore». Vi rendiamo conto poi di un botta e risposta a distanza tra Schifani e Beppe Grillo sulla richiesta da parte del comico al presidente del Senato affinchè velocizzi l’iter del ddl di iniziativa popolare che prevede, tra l’altro, l’ineleggibilità delle persone che hanno subito una condanna e la reintroduzione delle preferenze. Il racconto. Read more

Bottom