Top

Confronto su governo si faccia (da ora!) sulle esigenze degli italiani

marzo 5, 2013 di Redazione 

Si sta svolgendo un dibattito sur- reale nel nostro Paese. Si discute della nascita di un possibile, nuovo governo, cioè dell’organismo detentore del potere ESECUTIVO, che significa quello chiamato a fare Politica più di ogni altro, e non si sente nemmeno un contenuto – uno che sia uno: gli otto punti di Pigi, vedremo dopo, non sono ‘contenuti’, ma una scaletta di demagogici interventi che non avrebbero minimamente aiutato la ripresa della nostra economia. Perché di questo, si parla, quando si citano i contenuti, se è vero che siamo nel pieno della peggiore crisi – economica – della nostra storia – di fronte al quale qualche nostro connazionale potrebbe essere portato a pensare che pure questi otto giorni che passeranno – ancora – prima della convocazione delle nuove camere, siano serviti a qualcosa.

Beppe Grillo dica (eventualmente) no alla fiducia sulla base dei contenuti proposti, e Bersani, se avesse voluto ottenerla, avrebbe dovuto pensare a quei lavoratori e a quelle persone deboli delle quali si era riempito la bocca per tutta la campagna elettorale, salvo accontentarsi, alla prova dei fatti, di un sostegno per un governicchio di scopo che facesse solamente (?) quegli interventi demagogici utili (ad attrarre – pensava lui – il voto di Grillo, e) alla propria sopravvivenza (politicante).

Cari signori, se siete lì è per rappresentare il popolo italiano; e dunque sono le sue esigenze che dovete rappresentare: non le vostre

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom