Top

Grillo faccia nome forte premier Governo per cambiare tutto Pd-5S

marzo 2, 2013 di Redazione 

Pd e M5S avrebbero i numeri per una grande occasione di cambia- mento che durasse 5 anni. Il punto di caduta di ogni accordo è sul nome di Pigi. Ma i dubbi dei 5S sono ora condivisi anche dalla maggioranza Democratica (e non si tratta di ‘scendere dal carro del perdente’: questa non è una festa popolare, si decidono le sorti del nostro Paese; ad avanzare deve essere sempre e solo l’ipotesi migliore. Ferma restando – s’intende – la solidarietà – ma su un piano umano, non Politico! – con chi decida di fare un passo indietro per il bene dell’Italia. Se/). Grillo faccia lui un altro nome – in area Dem – e si proceda a varare un esecutivo di legislatura. Vincente.

Grillo giustamente non vuole mettere in gioco il patrimonio accumulato in queste settimane per un’ipotesi debole. Ma se il candidato premier fosse un altro i numeri in Parlamento e la consonanza tra Pd e 5S garantirebbero una chance di cambiare tutto senza precedenti che di per sé rappresenterebbe – da subito! – il possibile coronamento del progetto del Movimento. Naturalmente con i nomi giusti e la giusta disposizione del Pd; che però pare esserci, essendo il problema – ancora – solo la (sua) renitenza ad abbandonare l’ipotesi-(/di) Bersani. Ma ora anche i Democratici cominciano ad essere di parere diverso su questo punto.

Grillo cessi di arretrare difensivamente e di arroccarsi e sparigli le carte facendo la proposta di un nome forte in area Democratica per un governo di legislatura – che, senza rinviarlo ad un dopo ulteriori elezioni, faccia da subito TUTTO ciò di cui il nostro Paese ha bisogno! Chi l’ha detto che il prossimo governo debba essere di scopo e durare solo pochi mesi? Questa mentalità fa parte di una concezione della politica autoreferenziale e in cui non contano le esigenze dell’Italia ma solo la propria sopravvivenza – politicante – Beh, è giunto il momento di tornare a fare Politica! Per il bene del Paese. Che attende risposte strutturali e di prospettiva – non più – di breve periodo. Adesso – che possa cambiare tutto (per il bene. Di tutti) – che possa cambiare tutto nel nostro Paese contando sui numeri di Pd, 5S e – se (anche) Grillo lo riterrà – Scelta Civica.

Ma lo faccia (ora)! Prima che le distanze (e le ampollosità politicanti si ‘rafforzino’ e) si fossilizzino. E la soluzione della crisi sarà un rilancio di cui il nostro Paese – che, stretto nei morsi – della fame – di molti nostri connazionali, freme per avere finalmente le soluzioni che la Politica è chiamata ad offrirgli e non capisce i giochetti di queste ore – ha bisogno molto più di un’(ulteriore) attesa di un Godot che non arriverà mai se non cominciamo ad assumerci la responsabilità di rappresentarlo noi. Ora.

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom