Top

Monti: ‘Politica non si fa col cuore’ Invece è moto dell’anima. O non è

febbraio 13, 2013 di Redazione 

No, Senatore Monti, la Politica deve, essere fatta col cuore. Con la Passione. La Politica è un moto dell’anima. Del cuore. O non è (#tecnica).

Se poi lei intende che non deve coincidere col ‘fare la carità’ (assistenzialismo), siamo d’accordo. Fare la carità è una proiezione personale. Ma la Politica (trovando – solo così – le – vere – soluzioni – strutturali) deve essere ‘caritatevole’ nel suo senso più Alto. Deve farsi carico degli altri. E per farlo deve provenire dal cuore. O non (ce la fa e non) è Politica. E’ affari. E’ economia. E’ tecnica. E spesso (, così dis-facendo. L’unità dei cittadini. La coesione -,) non ci prende. All’Italia, proprio per questo, ora serve un uomo (Politico). Che abbia passione (cristiana). Non solo di sé.

La Politica non è un affare manageriale, presidente Monti. Un Paese non è un’azienda. E nemmeno un mercato (i cittadini non sono certo, a loro volta, alla stregua di aziende europee concorrenti tra loro; o di ‘dipendenti’). E’ una comunità. Di Persone. Che decidono (loro), della propria comunità. A cominciare dai propri rappresentanti. Che devono rispondere a loro. E non a loro stessi (o ad altri ancora).

Non si può governare un Paese senza partire dalle Persone (e non dai meri conti finanziaristici). Perché il successo di un Paese è nella qualità della vita dei suoi cittadini. Se non si fa così si fallisce. Il suo governo – e i – correlativi – deficitari numeri della nostra economia dopo un anno di esecutivo Monti – ne sono la più limpida (?) dimostrazione.

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom