Top

Monti trasferisca detenuti ‘lievi’ in caserme dismesse. Ora! Carceri esplodono, l’emergenza continua

febbraio 6, 2013 di Redazione 

L’ultimo annuncio (a vuoto) di Monti: interverrò sulle carceri. Non se n’è vista l’ombra. I detenuti, mentre tutti noi voltiamo loro le spalle ipnotizzati dalla (triste) campagna elettorale, continuano, ogni giorno, ogni ora, a soffrire esattamente come nei precedenti. L’emergenza carceri non è finita con la conclusione dell’esposizione mediatica di Pannella. E nemmeno con il mea culpa del capo dello Stato. Fare; e non più annunciare. Ora. Ci sono le caserme dismesse: il governo Monti – ora! Sì: in questa settimana di campagna elettorale. Perché la campagna elettorale prelude ed è propedeutica al governo del Paese, non ne può essere la negazione! Se Monti non avrà tempo di farlo perché impegnato in qualche iniziativa, a maggior ragione si dovrà interrogare sul senso della sua…discesa dalla Politica – quella che avrebbe potuto incarnare da presidente del Consiglio – nell’aia dei politicanti – dia mandato (insieme ad altre possibili soluzioni; ma da praticare SUBITO, non parlandone perché poi non si faccia nulla come al solito) di predisporle – basteranno pochi aggiustamenti! – per accogliere i detenuti in attesa di giudizio, i detenuti condannati per reati a basso tasso di pericolosità sociale. Preparerà il terreno (quanto meno) perché il prossimo, nuovo governo parta di qui, quanto prima, con uno dei suoi primi provvedimenti, cancellando (con urgenza!) intanto il più grande scempio della nostra – (in)attuale – (in)civiltà.

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom