Top

Scelta Civica candida Democratici Con loro il Pd potrà poi dialogare

gennaio 23, 2013 di Redazione 

Oltre che con Monti-Casini il (futuro) governo del Pd potrà dialogare anche con singole personalità (Democratiche) elette con loro (non esistendo il vincolo di mandato e dovendo rispondere, ogni deputato e senatore, al solo popolo italiano. E attenzione perché anche al Senato costoro sono molti, alcuni addirittura ex parlamentari – uscenti – del partito di Bersani).

A cominciare dalla (democraticissima) Irene Tinagli (nella foto), o dalla – stessa – Buitoni già presidente del Fai.

La sensazione è in fatti che le liste Monti siano Democratiche ‘almeno quanto’ le liste (partitocratiche. Al netto di un accenno di rinnovamento ‘consentito’ – o non impedito – dalle primarie ‘bloccate’) del Pd.

Ma essendo Monti collegato a Casini, votando Scelta Civica si rischia di favorire la (ri)elezione di gruppi clientelari (che altrimenti potrebbero – ed è evidentemente auspicabile – non superare la soglia di sbarramento).

La scelta migliore appare dunque votare il solo Pd che potrà poi dialogare (con ciascuno dei propri ‘corrispettivi’ nelle liste montiane. Alla luce del sole e nell’esclusivo interesse dell’Italia).

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom