Top

***Il futuro dell’Italia***
MONTI: “IL PRIMO PROVVEDIMENTO? LA LEGGE ELETTORALE”. DIMENTICANDO GLI ITALIANI
di MATTEO PATRONE

gennaio 5, 2013 di Redazione 

Monti: “Il mio primo provvedimento se dovessi restare a Palazzo Chigi? La legge elettorale”. Ad inizio legislatura, quando mancheranno cinque anni alle successive elezioni. Mentre il governo – che avrebbe potuto (e – dovuto! In mancanza della – correlativa – (ir)responsabilità dei politicanti) – ha preferito non assumersi la responsabilità di licenziarla (ora).

Con il capo del governo (in carica! Tutt’ora) ‘distratto’ (dal voto), un buon proposito per (ri)cominciare (continuando) a non offrire soluzioni. E anche la cartina di tornasole del livello di (in)’aderenza’ (etica – ?) di Monti alle esigenze (reali) degli italiani.

Montiani (di sinistra), cosa stiamo aspettando (ancora), per renderci conto del tasso di illusionismo contenuto in un’offerta (quella – personalistica – di Monti) lontana anni luce dall’impegno Politico etico, effettivo, vicino (comunque. Nonostante il livello di autoreferenzialità della politica italiana degli ultimi vent’anni) alle Persone, da tutti voi condotto nel corso dell’intera vostra presenza in politica?

O anche: chi di voi, avendo la possibilità di varare un governo in tempo di crisi (con le famiglie e le imprese che non ce la fanno ad andare avanti anche per la ‘stretta’ sul credito provocata dall’assenza di provvedimenti che questo governo – Monti – abbia assunto per abbattere una tantum – e drasticamente – il debito), avrebbe mai pensato di farlo annunciando di voler approvare – il giorno dopo le (ultime) elezioni – come primo atto, la legge elettorale?

Non si tratta di un dettaglio, ma di una scelta (Politica. Rivelatrice della distanza di Monti dagli italiani. E dunque dall’Italia e da ciò di cui il nostro Paese ha bisogno). (M. Patr.)

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom