Top

Intero Paese ipnotizzato da Monti Che non ha risolto solo problema

dicembre 23, 2012 di Redazione 

Ma l’agenda Monti – prima ancora che al vaglio degli elettori – non è già stata sottoposta a quello della (sua) inefficacia, visto il peggioramento di tutti gli indicatori (economici. Con lo spread abbattuto ‘soltanto’ dall’intervento di Draghi) in questo anno di (s)governo dei professori?

Perché un intero, grande Paese come l’Italia, deve (complice una Politica che, a tutt’oggi, sembra non trovare il coraggio, e le motivazioni, per ridarsi il profilo, e dunque il proprio ‘respiro’, di guida della Nazione) pendere dalle labbra dello stesso signore che – negli ultimi dodici mesi! – non ha risolto ‘uno’ (nemmeno la riforma delle pensioni! Centinaia di migliaia di persone – i cosiddetti esodati – rimasti senza pensione e senza lavoro, non sono un ‘incidente di percorso’, ma una vera e propria falla nella riforma Monti-Fornero) dei suoi problemi?

Forse la (s)ragione è la stessa che porta il Pdl a guadagnare “tre punti percentuali nei sondaggi” ad ogni apparizione televisiva di Berlusconi (il predecessore di Monti che aveva ridotto il nostro Paese ad un passo dal fallimento): lo stato di indifferenza (e dunque di lontananza dalla risoluzione – effettiva! E non soltanto ‘parlata’ – dei propri problemi) di un popolo a cui è stato insegnato (da – quei! Ad excludendum del Pd. Spicca in tutto questo la scelta di Dario Franceschini di ‘sparire’ dallo schermo televisivo proprio per prendere le distanze da tutto ciò – politicanti corrotti e interessati) che la Politica è il ‘gioco delle facce’ (il “teatrino”, come lo definì lo stesso Cavaliere) e non l’(appassionante) confronto, per poi mettersi subito insieme a realizzarli, su quali sogni, prospettive, progetti, costruire il futuro – nostro e dei nostri figli.

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom