Top

Monti min. Bilancio governo Pg (?) Esecutivo ‘d’azione’ per salvare I.

dicembre 5, 2012 di Redazione 

Veltroni ha ragione: il bene dell’Ita- lia passa per la nascita di un centro(destra) moderato che raccolga l’eredità della destra storica cavouriana e einaudiana rappresentata oggi dalla figura di Monti.

Il (maggioritario) Partito dell’Italia (chiesto un forte mandato A SE STESSO per non rischiare di dover abbandonare il percorso a metà del guado o di dover cedere a possibili resistenze che debbano rispuntare anche dall’interno della stessa coalizione. Questo è un punto non secondario) faccia fronte comune con questa sua (futura) alternativa costituzionale e – suggellando questa unità delle forze oneste e responsabili del Paese chiedendo per ‘esempio’ a Monti di accettare di fare il ministro del Bilancio – con l’Economia, cioè lo sviluppo, affidato ad un giovane (magari – perché no? – lo stesso sindaco di Firenze?) – nel (possibile) governo Bersani – vari un quinquennio di riforme ad un tempo radicali e ‘centrali’ (nella chiave della costruzione del domani, lasciandoci alle spalle gli schemi del passato) per ricostruire il futuro dell’Italia.

Fra cinque anni, poi, centrosinistra e (rinnovato) centrodestra – segate le ali demagogiche e populiste – si potranno affrontare in una contesa finalmente nel solco dei normali (e maturi) bipolarismi europei.

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom