Top

Gov. può licenziare (anche) l. elett. Altrimenti si fa bene Silvio (male I.)

dicembre 5, 2012 di Redazione 

Perché il governo, con l’avvallo del capo dello Stato, non procede – comunque – al varo di una nuova legge elettorale (per decreto! Il tempo per l’approvazione da parte delle Commissioni – che, vista la scelta della destra di ‘rovinare’ la fine di questa legislatura, si possono tranquillamente riunire anche tra il 25 dicembre e il primo gennaio! - entro fine dicembre, esistendone la volontà politica, ci sarebbe. Una riforma nell’esclusivo interesse dell’Italia, basata su collegi, impianto che consenta scelta chiara da parte degli elettori e governabilità)?

Il punto non è “solo” (!) ripristinare (alla radice) la nostra democrazia restituendo ai cittadini la loro sovranità (assegnata dalla Costituzione: la legge Calderoli non è ‘solo’ ‘una porcata’, ma, per come la giudichiamo noi, una legge non costituzionale, prevedendo la Carta il diritto di scelta da parte del popolo italiano dei propri rappresentanti – e legislatori! – in Parlamento), ma anche scongiurare un rinnovo delle Camere che – secondo i desideri di Berlusconi – possa avvenire sulla base di interessi (particolari), e non attraverso l’esercizio del diritto di scelta degli italiani.

Perché – lo ripetiamo – il Parlamento non è il “paese dei balocchi”, ma la sede del potere legislativo; l’organo erede del Senato romano; il luogo nel quale si fanno le leggi (dalle quali dipendono il bene dell’Italia e le vite di tutti i nostri connazionali!).

Rimandare di altri cinque anni il momento nel quale la politica italiana prende atto di tutto ciò e riporta al suo interno dei veri legislatori (facendo sì che tutti debbano sottoporsi al giudizio, nel confronto – diretto – con un altro candidato, degli elettori), ci parrebbe molto poco “responsabile” e ben poco foriero di possibili, rinnovati “credibilità e prestigio” per la nostra Nazione.

Lì, e non altrove, sta il cuore (come si è visto anche in queste ore) di ogni questione.

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom