Top

Primarie sian aperte tutti cittadini Partiti ‘ns.’ strumento per il bene I.

novembre 13, 2012 di Redazione 

Ci rifletteremo ancora, ma – pur ritenendo com’è noto al momento il Partito Democratico la ‘sola’ forza in grado di salvare e rifare grande questo Paese – avremmo il desiderio (spinti dal bene che vogliamo alla nostra Nazione) di votare (anche) alle primarie del centrodestra (ovviamente se loro riterranno di condividere questa nostra valutazione e lo consentiranno. Come invece non farà – con persone che la pensassero specularmente allo stesso modo appartenendo ad un’altra area di opinione e sensibilità – il Pd).

Se i partiti sono – come recita la nostra Costituzione – “uno strumento nella disponibilità dei cittadini per organizzare il governo dell’Italia” – e dunque se ciascuno di essi non è chiamato a rappresentare interessi (particolari: come invece la contrapposizione autoreferenziale tra claques televisive ci ha dis-educato a pensare fino ad oggi), ma il bene esclusivo della Nazione (sia pure – per il momento: perché se uno ‘deve’ ‘continuare’ (?) ad essere lo scopo – comune -, difficilmente in futuro si potranno sostenere trasparentemente tesi opposte senza essere tacciati di – sempre meno ‘legittimo’ – particolarismo – a partire ciascuno dalle ‘proprie’ posizioni), poterlo fare è (non solo un diritto di tutti gli italiani, ma, persino,) un dovere di ‘ciascuno’ di noi (e si tratta ovviamente di scegliere, con onestà e responsabilità, il candidato che più si ritenga adatto a perseguire, in caso di vittoria di quel partito alle elezioni, l’interesse appunto ESCLUSIVO del Paese).

(E quanto prima, come Bersani propone da tempo di fare, tutto questo fosse regolamentato per legge, diventando parte integrante del nostro sistema elettorale – che significa sostanzialmente “di partecipazione”, e non di faziosa propaganda (fine a se stessa) – tanto meglio sarebbe per la tenuta, il consenso presso i cittadini e la modernizzazione delle nostre istituzioni).

Spiace a maggior ragione in questa luce, che il Pd (proprio il Pd!) ‘a questo giro’ abbia perso un’occasione (da questo punto di vista) che (nonostante le evidenti difficoltà) rischia di essere sfruttata (molto meglio) dalla destra.

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom