Top

Il (più efficace) antidoto (al declino e) al rischio di derive? La Cultura

settembre 25, 2012 di Redazione 

La Cultura non può mai essere fascista. La Cultura è anti-fascista per definizione. Intanto, se si pensa all’apparente contraddizione dell’esistenza di ‘pensatori’ ‘organici’ ai regimi che si sono succeduti nel corso del Novecento, bisogna sapere che, come diceva Pasolini, la cultura non è né quella delle élite, né quella del popolo, né quella degli intellettuali, ma “una media tra tutte queste”; e la stessa ‘adesione’ di Heidegger al nazismo si manifestò in una – ineluttabile – negazione della Cultura (“Il Fuhrer e non teoremi né idee siano da guida al vostro vivere quotidiano”); (proprio per questo) la Cultura non può essere fascista(: ) perché la Cultura è Libertà, la più profonda e più alta delle Libertà; e il fascismo, che è appunto la negazione di quest’ultima, non può che negare anche la Cultura, che quindi non può essere fascista (ed è invece la più efficace forma – anche preventiva – di anti-fascismo).

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom