Top

Una domanda (di un lettore) sul secessionismo leghista

settembre 18, 2012 di Redazione 

Se una regione, per esempio la Lombardia, volesse diventare stato indipendente (come era successo, per esempio, con gli ex stati jugoslavi), può farlo? Deve chiedere il “permesso” a qualche organismo sovranazionale?

L’Italia è, costitutivamente, uno Stato unitario e “indivisibile” – come recita appunto la Carta – e non è prevista l’”uscita” di nessuno. Quindi non c’è ‘permesso’ possibile – che evidentemente dovrebbe essere chiesto ai detentori della sovranità, cioè gli italiani nel loro complesso attraverso le loro istituzioni rappresentative – che possa essere ‘rilasciato’ e quindi chiesto. Detto questo, ormai anche il nostro Paese è avviato nella prospettiva dell’unità europea, nell’ambito della quale avrà sempre più rilievo il ruolo dei governi ‘regionali’, nella chiave di una organizzazione federale del Continente: quindi una Lombardia che – per pura ipotesi – volesse immaginare di rendersi più indipendente, farebbe bene a dare una mano – invece di osteggiarla, come la spinge a fare la Lega – alla ripartenza del Sud: perché sarà proprio facendo ripartire l’economia di tutto il Paese – che non può prescindere da quella del Mezzogiorno – che faciliterà l’integrazione e l’unità Politica europea, coronando l’aspirazione ad essere interdipendente non solo con la Sicilia, ma anche (più direttamente vista la prossimità geografica) con la Baviera e il resto della mittel-Europa.

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom