Top

Liberisti: Aspettare che passi crisi Ma italiani stanno sempre peggio

settembre 3, 2012 di Redazione 

I dati dell’ultima rilevazione Istat parlano di una economia in netto peggioramento. E dalla politica non una parola. Dal governo neanche, ma ciò è più comprensibile, avendo il governo Monti – lo abbiamo capito – come ‘unico’ obiettivo ormai la (propria) salvezza. Perché i partiti non ne possono più del premier, che a sua volta non sa più che cosa fare; ma i primi non vogliono assumersi pubblicamente la responsabilità (al solito…) di mandare a casa un esecutivo che, al confronto (attuale), continua, nonostante tutto, a sembrare una benedizione; Monti, impegnato a glorificare se stesso (con “successi” che si traducono nei numeri terribili che abbiamo visto in queste ore), a dimettersi non ci pensa. E così, alla fine, a rimetterci è ancora una volta, ‘soltanto’, il nostro Paese, e (que)gli italiani che crollano sempre più numerosi in condizioni ‘sempre più’ difficili, che si ritrovano senza risposte. Ma se siamo nel pieno di una crisi, e l’unica tesi che circola riguardo a come se ne potrebbe uscire – al netto delle soluzioni offerte dal giornale della politica italiana – è che si debba “aspettare” (secondo una concezione variabilmente liberista e autoreferenziale), non stupiamoci poi se la nostra economia – e con essa le nostre vite – va di male in peggio.

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom