Top

IL “TEAM” DI BERLUSCONI: UN CAPPELLO D’ASINO AL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE di GAD LERNER

settembre 25, 2011 di Redazione 

Se i neutrini superano la velocità della luce, le notizie sul web non sono certo da meno. Soprattutto se nel dover rivalutare la statura del genio di Einstein, ci troviamo di fronte all’imbarazzo di ben altra “ignoranza”. Alla stupefacente notizia del Cern è seguito infatti un pomposo comunicato del ministero di Viale Trastevere, che nello sciorinare l’eccellenza della ricerca italiana (quasi fosse merito di uno Stato che la sostiene) riesce piuttosto a sprofondare in una gaffe abissale. A detta della Gelmini lo Stato italiano avrebbe finanziato un tunnel di collegamento Ginevra-Gran Sasso (una megaTAV?!) e lo avrebbe fatto con solo 45 miliardi di euro (che il ministro è convinto di aver ceduto ai fisici per farvi correre al suo interno i velocissimi neutrini). Il team di Berlusconi riesce sempre a sorprendere (o forse no). E forse e proprio questo il problema. All’interno, di GAD LERNER.

Nella foto, il ministro Mariastella Gelmini

di Gad LERNER

 

Certo che bisognava già intuirlo quando posava così per la copertina di “Panorama”. E prima ancora quando sosteneva a Reggio Calabria l’esame per diventare procuratore, lei che si era laureata a Brescia.

Ma l’inadeguatezza fragorosa del nostro ministro alla (Pubblica) Istruzione, Mariastella Gelmini, si rivela nell’asineria del suo staff che collega il Cern di Ginevra al Gran Sasso con il tunnel della propria ignoranza. Uno staff degno del suo ministro.

Anzi, una ministra degna della sua collega Mara Carfagna, taciturna responsabile delle Pari Opportunità che non trova nulla da dire sulle prostitute in casa del Capo, ma alza subito la voce quando alcuni colleghi vengono tacciati di omofobia e omosessualità.

La qualità delle persone che Berlusconi ha selezionato al vertice del nostro Stato grida vendetta. Non conosce precedenti storici. Nella scuola di una volta, a cui le piacerebbe ritornare, una come la Gelmini si sarebbe ritrovata dietro la lavagna col cappello d’asino in testa.

 

GAD LERNER

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom