Top

“Prima” D’Alema vs i ‘rinnovamentisti’ Pd Poi i ‘rinnovamentisti’ Pd contro D’Alema Perché in gioco c’è la posizione di potere Ma politica non è (#maisia) una “carriera” La politica è la dedizione (pura) per Italia Così facendo (tutti) accadrà il necessario

luglio 15, 2011 di Redazione 

Il giornale della politica italiana è il giornale del disinteresse. Nel senso della mancanza di interesse (privato. O, se volete, personalistico). Per questo il Politico.it distingue l’Io dall’”ego”: perché l’Io è la soggettività matura dell’uomo, che “basta a se stesso” e che dunque si mette in campo senza retropensieri e in modo colllaborativo e costruttivo con gli altri. E il cui unico scopo è fare il bene della comunità. L’”ego”, invece (tra virgolette nel senso nel quale lo intendiamo noi oggi diffusamente, perché psicanalisticamente si tratta di due sinonimi), è sinonimo (invece) di immaturità.  Ma non nel senso (banale e superficiale) di “immaturità psicologica” (o meglio sì, ma più profondamentamente/) bensì nel senso di immaturità “individuale”, nel senso di individuo, di Uomo. L’”ego”, proprio per questo, reiterando gli istinti primordiali (è proprio il caso di dirlo), è bisogno di integrazione (di sé), di “conquista” (di “altro”) perché (appunto) non si basta a se stessi. (Proprio per questo) non va d’accordo con la politica (vera). Gli uomini politici veri si occupano solo di dare il proprio contributo alla comunità, appagati dai cambiamenti che vedono intercorrere. A prescindere da chi se ne abbia il “merito” (ma, naturalmente, in una società “matura” i meriti vengono riconosciuti equamente). E non per affermare (in prima battuta, con questa priorità, costruendo il proprio pensiero e i propri atti a questo fine) se stessi. Questa sarà, semmai, solo una conseguenza. Dalla quale magari, se non è necessario altrimenti, sfilarsi con un sorriso.

Nella foto, Massimo: “Io mi alzerei dalla poltrona. Subito (?)”

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom