Top

Destra/ sinistra camicie forza ideologiche Nell’Italia di oggi non hanno più “utilità” Adesso serve solo fare il bene del Paese E, onestamente, esiste un modo per farlo Destra/sinistra impediscono ‘intelligenza’

giugno 28, 2011 di Redazione 

Nel senso di quella libertà di pensare ciò che verrebbe da pensare se non ci si costringesse ad avere un’idea pre (e da altri) concepita, che consente di individuare il proprio (vero) ”modo” di vedere le cose e, coerentemente, di assumere la posizione più onesta e responsabile. In assoluto è utopia (?), ma possiamo (almeno) liberarci – se non dei nostri condizionamenti – almeno dei retaggi ideologici. Spesso, oggi, la cosiddetta ideologia è solo una copertura di interessi più o meno faziosi, personalistici o privati, ma questo vale per l’attuale casta della nostra politica politicante; il “popolo” crede ancora, influenzato proprio da quei personaggi che lo fanno per perseguire (appunto) i propri interessi, che esistano e soprattutto siano giustificate la destra e la sinistra nel nostro Paese. Ma l’evoluzione sociale, la “liberazione” del pensiero favorita dal(l’era dell)a comunicazione e l’attuale condizione della nostra nazione rendono quelle chiavi di lettura forzate, inutili, dannose. La responsabilità della reiterazione dell’assunzione di quei punti di vista infondati e faziosi è, come detto, della nostra attuale classe dirigente, che per mantenere in vita se stessa ha mantenuto in vita – anche contro le proprie coraggiose, forse involontarie o non del tutto consapevoli scelte: quale la fondazione del Partito Democratico – quella rappresentazione, appunto dei propri tempi di origine, l’unica che sapesse interpretare. Il rischio è che i giovani, plagiati da vent’anni di nostra politica autoreferenziale, pure nello sforzo (di studio) e nella spontaneità dell’innovazione si ritrovino moderni in tutto tranne che nel pensiero politico, dove la modernità è la piena espressione (di sé), consentita appunto dalla liberazione dai retaggi e (per quanto possibile) dai condizionamenti. Guardate le acrobazie che i nostri uomini politici autoreferenziali di oggi – alcuni in assoluta e, ahiloro, disperata buonafede – fanno per mantenersi “a destra” o “a sinistra”, quando la naturalezza dell’adeguamento alla realtà li porterebbe a convergere e a pensarla nello stesso modo. Ma solo la nuova politica, quella fatta appunto nel solo interesse dell’Italia al di là della rappresentanza di specifici interessi (o di malriposte buone-fedi), può salvare e rifare grande questo Paese. il Politico.it, che ne ha parlato per primo e che la interpreta più naturalmente, continuerà a scriverlo e a lavorare perché tutto questo avvenga.

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom