Top

***L’editoriale***
MA A NAPOLI NON AVREMMO VOTATO NE’ LETTIERI NE’ DE MAGISTRIS
di ANNALISA CHIRICO

maggio 30, 2011 di Redazione 

Il magistrato capace di strumentalizzare la propria funzione pubblica per fare carriera. L’imprenditore che non è stato in grado di presentare alcun progetto alternativo per il futuro della città. Ma chi lo accusa di collusione mafiosa è un ideale elettore del primo: “calunniatori che, in mancanza di prove o sentenze, muovono accuse infamanti nei confronti di una persona rea di averci messo la faccia”. CHIRICO

-

Nella foto, Annalisa Chirico

-

di ANNALISA CHIRICO

Lo dico ora. A poche ore dalla scoperta del grande vincitore partenopeo.

Io a Napoli non voterei. Astensione democratica. Certo non voterei per Luigi De Magistris, prodotto della partitocrazia riuscitissimo, quasi quanto Berlusconi. Venuto alla ribalta per i clamori dei suoi numerosi processi, conditi con tanto di carcerazioni preventive per quei poveracci che gli sono capitati a tiro, prima che si desse generosamente alla politica. Processi rivelatisi un buco nell´acqua con tanto di “non luogo a procedere”, chiacchieratissime assoluzioni, come racconta nel dettaglio un insuperabile Filippo Facci.

Nel pessimo magistrato adesso qualcuno vorrebbe ritrovare il politico del meno peggio. Ma, se la regola da applicare è quella del maximin per dirla con Rawls, io dico NO. Il mio voto all´accusatore, allievo rampante di quelli che crocifissero Enzo Tortora, io non lo do.

Lettieri? Non mi ha convinto. L´ho ascoltato in alcune dichiarazioni, e mi sembra un imprenditore capace e scaltro. Ed essere imprenditori da quelle parti non dev´essere cosa facile. Ma non mi pare abbia in mente un progetto alternativo per Napoli, al di là di una riproposizione di quegli schemi invalsi anche durante la giunta Iervolino. Dico NO anche a lui. Se l´alternativa a un magistrato capace di tutto è un imprenditore senza arte né parte, io non partecipo.

A quanti però criticano il candidato del centrodestra per presunte collusioni mafiose, una cosa va detta. Sicuramente costoro si candidano ad essere ottimi elettori di De Magistris. Anzi, iscritti all´IDV. Abili calunniatori, che in assenza di qualsivoglia prova o sentenza, muovono accuse infamanti nei confronti di una persona rea di averci messo la faccia.

Complimenti, e si salvi chi può.

ANNALISA CHIRICO

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom