Top

Diario politico. I problemi del Paese (?) Berlusconi a Obama(!): “Dittatura giudici” Calderoli: ‘No ministeri no tasse da nordBersani: “Il governo si occupi dell’Italia” Perché se non cresciamo non salveremo

maggio 26, 2011 by Redazione · Commenti disabilitati 

La nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, stasera, è di Ginevra Baffigo. Mentre la nostra economia affonda, in attesa che qualcuno intervenga con quel piano organico e complessivo in grado di risollevarla, a partire dalle nostre risorse (più o meno intrinseche), nemmeno con troppa fatica – basterebbe agire! – il presidente del Consiglio e i suoi principali ministri danno corso alle proprie ossessioni. Berlusconi al G8 nell’imbarazzo (e nello spazientimento) degli altri capi di Stato e di governo cerca di farsi fotografare insieme al presidente Usa, salvo venire “beccato” mentre gli racconta di un fantomatico regime guidato dai pm, un tema che peraltro in altri modi e in altre sedi potrebbe anche legittimamente essere affrontato. Il ministro per la Semplificazione - cioè un membro del nostro esecutivo – poi, minaccia lo sciopero fiscale delle regioni settentrionali (ma le camicie verdi hanno visto molto ridimensionato il proprio stradominio al nord, al primo turno) se Milano – anzi, la Lega – non avrà la bandierina del trasferimento di un paio di ministeri. Il segretario Democratico fa notare ciò che per mesi il giornale della politica italiana ha dovuto imporre all’attenzione della nostra politica autoreferenziale di oggi, che seguiva l’andazzo, senza nemmeno questi squarci di lucidità. Quando torniamo alla Politica? Il racconto, all’interno, della nostra vicedirettrice. di GINEVRA BAFFIGO
Read more

***Un consiglio a Berlusconi***
SILVIO, E’ (ORA) IL MOMENTO DI LASCIARE
di MASSIMO DONADI*

maggio 26, 2011 by Redazione · Commenti disabilitati 

Gli italiani non hanno più fiducia in te. E se li metterai alla prova altre volte te lo ripeteranno, in modo sempre più netto e per te doloroso. Hai dato tanto – a modo tuo – alla politica italiana, ora un ciclo è finito e prenderne coscienza è un modo per uscire di scena volontariamente, con un atto di responsabilità ma soprattutto di lucidità (politica e non solo) che fatrà bene in primo luogo a te. Sappiamo che mollare non ti confà, ma se a Milano vincerà Pisapia – come tu stesso avesti modo di confidare ai tuoi cinque anni fa, quando Moratti rischiò il ballottaggio con Ferrante – sarai certo che la stanchezza dei nostri coinnazionali è tale da non promettere (grandi) “rientri”. Lasci ora, presidente del Consiglio, e potrà godersi la sua (meritata) vita (finalmente, per lei) pri- vata. Non è un consiglio da avversario ma d”amico’: quel momento è adesso. O ci sarà – ancora – tanta amarezza da mandar giù. di MASSIMO DONADI* Read more

L’editoriale. Il Pd punti sulla nuova classe dirigente che vince Laratta

maggio 26, 2011 by Redazione · Commenti disabilitati 

Ovunque si siano presentati hanno, come minimo, ottenuto risultati mi- gliori delle liste che li sostene- vano. A Catanzaro Salvatore Scalzo, 27 anni, pur perdente in una realtà “ostile”, raddoppia i voti raccolti dai partiti di centrosinistra. Il “nostro” Riccardo Maraga è il nuovo sindaco di Amelia. Il caso di De Magistris a Napoli è in parte anomalo, ma segnala comunque a sua volta quella richiesta di rinnovamento che in tutta Italia si riscontra anche nelle preferenze raccolte dai candidati ai consigli comunali. Aprirono la strada Matteo Renzi e Nichi Vendola. Sono il vero patrimonio dell’attuale opposizione. Che sembra avere capito l’antifona, se è vero che in questa campagna elettorale non si è sentita una parola pronunciata da D’Alema. I giovani, dal par loro, non sprechino questa occasione e, partendo dalle risposte da dare, facciano seguire alla novità delle facce e dei nomi una novità “di sostanza”. Ce ne parla il deputato del Pd. di FRANCO LARATTA* Read more

Bottom