Top

Bin Laden, per il minor integralismo islam Rivoluzione culturale d’internet la chiave Ma necessario comunque il blitz militare Gheddafi e Assad “rovesciati” dai popoli E decisivo – vedremo – sarà ruolo donne

maggio 2, 2011 di Redazione 

Si può commentare in tanti modi l’uccisione del capo di Al Qaeda, a cui sono imputati l’attentato alle Torri Gemelle a New York del 2001 – dieci anni dopo – e molte altre stragi, oltre ad una tendenza ad alimentare il circuito del terrore. E come avveniva questa processo? La religione veniva usata come grimaldello per aprire (anzi chiudere) le (in)coscienze di una parte del mondo arabo, creando l’humus nel quale Osama ha potuto prosperare (si fa veramente per dire) per anni e grazie al quale poi si è potuto nascondere. Oggi il suo ammazzamento è stato anticipato sul piano mediatico da un twittatore pakistano che viveva pochi metri vicino al covo del terrorista. Il Pakistan fa (in parte) storia a sé nell’area di cultura araba. E il punto non è che oggi si può tecnicamente comunicare con più facilità tutti. Ma, grazie a questo, la Terra – e l’umanità – è diventata un grande vaso comunicante, in cui le conquiste di una parte del mondo si traducono in aspirazioni di quella che non le ha ancora avute, generando così una grande spinta al cambiamento. Internet. E poi le coscienze (ora) di ciascuno. Questa liberazione è dello stesso tipo di quella che, ne abbiamo parlato stamattina, potremo vivere – per ora ad un livello ancora (il) più avanzato – noi. E nel riguardare le donne, vi racconterà tra poco il giornale della politica italiana, innescherà la più grande bomba ad orolegeria che qualsiasi apparato militare potesse (e possa) piazzare. Ve ne parliamo, appunto, tra un po’. Ora quanto – e come - internet, e la rivoluzione culturale, hanno potuto nella uccisione di Bin Laden. di GAD LERNER (stasera in onda dalle 21.10 su La7 con il suo Infedele)

Nella foto, Gad

-

di GAD LERNER

Osama Bin Laden è morto in un blitz militare statunitense che rafforza la presidenza Obama e certifica il ridimensionamento dell’influenza della componente integralista nell’islam, dieci anni dopo l’11 settembre 2001.

Diversa sarà la sorte dei dittatori che opprimono i popoli arabi, da Gheddafi a Assad: cadranno grazie alla rivolta dei loro popoli che non credono nel terrorismo ma aspirano, come noi, alla libertà.

GAD LERNER

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom