Top

Ma il Pd resta un punto interrogativo (…) Democratici “bruciati” dal pres. del Cons. Per “riaversi” riprendere a comunicare Ma ecco istantanea ‘scattata’ da theHand

febbraio 23, 2011 di Redazione 

In cui si vede il Pd raffigurato mai così efficacemente nella sua condizione attuale. Figlia, lo abbiamo detto, (anche) dell’asfissiante (per loro) egemonia berlusconiana. Che li ha ossessionati e – così, e vanificando ogni sforzo – resi sterili (sul piano propositivo). Al di là di una (specifica) leadership più o meno riuscita, che può confermare o più o meno contraddire la tendenza, il Pd si riavrà (del tutto: segnali di ripresa sono comunque stati registrati, vedi presa di posizione sul Mediterraneo di ieri) quando ricomincerà a (fare) sentire forte la propria voce, imponendo, liberamente (in tutti i sensi) le proprie onestà e responsabilità – e conseguenti, basta un po’ di logica, “necessari” intendimenti – nel dibattito pubblico. L’egemonia delle proposte concrete per la costruzione del futuro dell’Italia. Quelle che possono venire solo dal suo partito, quella forza già disposta a rinunciare a tutto per il bene del Paese, e che ora, proprio per quello stesso bene, è chiamata a non rinunciare più a sé, ritrovando l’orgoglio della propria indispensabilità. Ma come si fa, tutto questo? Ricominciando ad ascoltare la bellezza della propria voce, appunto, la voce forte e sensibile del partito che – altro che morire – ha il compito storico di farsi “partito dell’Italia” per salvare e rifare grande – in unico tempo – questo Paese. Cosa che non sarà possibile se continueremo a vedere questa immagine. Eccola.

Le pagine personali di theHands Comics all’indirizzo http://www.thehand.it

-

LA VIGNETTA

di THEHAND

THEHAND

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom