Top

Gli antipartitocratici di G. Innocenzi Cosa fa(ra)nno i Radicali il 14/12?

novembre 19, 2010 di Redazione 

Pannella sembra pensarci e la co-conduttrice di Santoro ad Annozero non ci sta: «Non si dà la fiducia solo perché viene rievocata la “rivoluzione liberale” promessa e mai realizzata dal ’94». E spiega: «Se così fosse, non rinnoverò la mia iscrizione al partito». Giulia (con la sua rubrica sto- rica) sul giornale della politica italiana.

-

Nella foto, Giulia Innocenzi

-

-

di GIULIA INNOCENZI

Cioè, fatemi capire. Cado dalle nuvole, forse sono stata io disattenta.

Dichiarazione di Pannella:
Quando si riconosce carattere e dignità di interlocutore politico al più antico partito nato in Italia, che sia Bersani, Berlusconi, Bossi o Di Pietro, noi riteniamo non solamente utile ma anche necessario un dialogo costruttivo sull’immediato e sulle prospettive.

Compreso che:

  • I Radicali sono nonviolenti e usano il dialogo come strumento di lotta politica (giusto);
  • I Radicali sono contro la caduta del governo e il ritorno alle elezioni perché un governo dovrebbe esistere per la durata del mandato conferitogli dagli elettori (giusto);
  • I Radicali non sono ideologicamente “di sinistra” (giusto);

Che significa: “quando si riconosce carattere e dignità di interlocutore politico al più antico partito nato in Italia”? Che se il Berlusca domani lecca il culo a Pannella e gli ritira fuori la strunzata che per fare la rivoluzione liberale del ’94 (hahaha) c’è bisogno di una forza liberale e libertaria come i Radicali, allora il 14 dicembre i parlamentari radicali voteranno la fiducia a Berlusconi?

No, perché se così fosse (e spero vivamente che qualcuno mi smentirà), la mia tessera radicale del 2011 rimarrà nel cassetto delle “cose che avrei voluto fare ma che mi hanno impedito di compiere”.

GIULIA INNOCENZI

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom