Top

Ma perché di fronte alla morte di Vassallo governo sceglie di non dire una parola?

settembre 7, 2010 di Redazione 

Domenica notte l’assassinio del primo cittadino di Pollica, un uomo onesto che non andava giù (e non avrebbe potuto) agli infami della camorra. Oggi la solidarietà di Napolitano, che esprime «la vicinanza delle istituzioni». Già, ma l’esecutivo? Ieri il ministro Maroni, invece di reagire o di recarsi addirittura sul posto, polemizzava con Fini. Eppure proprio Maroni reca da mesi vanto per i risultati (della magistratura e delle forze dell’ordine, per la verità) ottenuti nella lotta alla criminalità organizzata, e fa di questa un (doveroso) pallino della sua azione. Che il problema stia nel colore politico (che, come qualcuno di voi avrà notato, il giornale della politica italiana non ha mai nemmeno lontanamente citato nei diversi servizi legati alla vicenza: perché l’onestà e la responsa- bilità sono un patrimonio di tutti, che non è lecito strumentalizzare politicamente) e negli «ideali molto diversi dai suoi»? di GAD LERNER

Nella foto, il ministro dell’Interno, Roberto Maroni

-

di GAD LERNER

Piangiamo un uomo giusto, un amministratore onesto, assassinato per “un no di troppo” detto in faccia alla camorra che pretende di dominare il suo amato Cilento. Angelo Vassallo, 57 anni, due figli, sindaco di Pollica, era un uomo che amava il mare e difendeva l’ambiente, ben consapevole che quello non è solo un tesoro da preservare per le future generazioni, ma anche la risorsa indispensabile a garantire uno sviluppo equilibrato, cioè il benessere dei cittadini onesti.

E’ un delitto grave, quello perpetrato domenica notte dai killer della camorra a Acciaroli. Spiace che il ministro degli Interni, Roberto Maroni, si sia dedicato ieri alla polemica politica con Gianfranco Fini, anziché recarsi immediatamente sul posto. Spero che questa sua deplorevole mancanza non sia da attribuire al colore politico della vittima, un democratico che aveva ideali molto diversi dai suoi.

GAD LERNER

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom