Top

***Il commento***
MA IL PARTITO DI FINI E’ GIA’ NATO
di GAD LERNER

settembre 2, 2010 di Redazione 

Da mesi il giornale della politica italiana denuncia l’autoreferenzialità e l’irresponsabilità di questa nostra politica. E si “sforza” (in realtà non è uno sforzo, ma un grande piacere) di fare ogni giorno della politica vera. Dalla ripartenza forte con il ritorno del direttore, mentre fuori di qui si dibatte di elezioni anticipate, non facciamo altro che insistere sulle contraddizioni del governo e del centrosinistra rispetto all’impegno per il Paese. Nondimeno è nostro compito, al quale assolviamo da sempre, anche raccontare quanto accade nella politica politicante di oggi. Ma lo facciamo a modo nostro, cercando anche qui di ricavare indicazioni e di indicare soluzioni per il futuro dell’Italia. Nel Pdl si attende il discorso di domenica del presidente della Camera. Ma, scrive il conduttore de L’Infedele sul giornale della politica italiana, in realtà l’attesa è inutile, perché i finiani sono già avviati verso la costituzione della nuova formazione. Sentiamo.

Nella foto, Gad Lerner

-

di GAD LERNER

Tutta questa suspense per il discorso che Gianfranco Fini terrà domenica a Mirabello mi sembra esagerata. Chi può seriamente dubitare che una nuova formazione politica di destra, separata e distinta dal partito che Berlusconi tratta come una dépendance personale, sia già nata da mesi?

L’evento del cofondatore che si separa, disconoscendo l’autorità carismatica del Cav, è certamente tale da mandare in bestia quest’ultimo. Ma siccome il fiuto del potere non gli manca, vedrete che a un certo punto troverà tollerabile anche un simile affronto. Vada per un partito in più, formato da gente di destra che considera ormai superato il berlusconismo. Purchè questa gente di destra voti in qualche modo il salvacondotto giudiziario per ottenere il quale Berlusconi sarebbe disposto a annullare centinaia di migliaia di processi.

Secondo me Fini concederà al premier il trucco per salvarsi dai tribunali in cambio della libertà d’azione politica fuori dal Pdl. Il governo ondeggerà di continuo, il discredito causato dalla corruzione dei suoi membri si accrescerà – vedi i fischi tributati dal Festival del Cinema di Venezia a Gianni Letta – ma tireranno avanti per qualche mese ancora. Berlusconi sarà costretto a concedere a Fini il tempo necessario a organizzarsi meglio. Per poi infilzarlo meglio.

GAD LERNER

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom