Top

Ora destra cerca sua egemonia culturale Gelmini: ‘Berlusconismo va nelle scuole’ Maturità, così Levi ‘paragonato’ alle foibe Lerner: ‘Ma è un revisionismo nevrotico”

giugno 22, 2010 di Redazione 

Il giornale della politica italiana è stato, ancora una volta, il primo a “vederlo” e a dirlo con chiarezza: dopo aver conquistato le masse con la televisione, ora il presidente del Consiglio vuole cambiare la coscienza delle nuove generazioni. Alla ricerca, appunto, di una trasformazione culturale ancora più radicale della nostra società. Ed è su questo terreno che si gioca il futuro del Paese. Il centrosinistra, che a Berlusconi risponde con battute (per giunta vecchie) e affila le armi solo quando si tratta di discutere al proprio interno, verrà – definitivamente – travolto. Se il centrodestra è in maggioranza in un Paese che vive, oggettivamente, ancora una certa egemonia culturale del pensiero illuminista pensate a cosa accadrà tra qualche anno, quando i libri di storia saranno stati (parzialmente) riscritti e i giovani vedranno le cose da un altro punto di vista. Su questo torneremo ampiamente nei prossimi giorni: è qui che si gioca il domani (non solo politicistico) del nostro Paese. Intanto la maggioranza comincia con la traccia – è proprio il caso di dirlo – dei temi della maturità, partita stamane con la prova di italiano. Come scrive sulle nostre colonne il conduttore de L’Infedele, c’è, per la prima volta da quando la destra è al governo – dal 1994 ad oggi – un abbozzo di revisionismo anche a questo livello (evidente): Primo Levi, e dunque l’olocausto, vengono accostati alle fobie: «Revisionismo afflitto da nevrosi comparativa», scrive Lerner, per una sorta di (giustificato) senso di “inferiorità” (becero che si debba fare confronti su questo piano, sul piano delle tragedie della Storia) che potrà essere spazzato, però, di questo passo, di qui ai prossimi anni. Il breve commento di Gad.

Nella foto, Gad Lerner

-

di GAD LERNER

Solo per dire che l’accoppiata nei temi della maturità fra Primo Levi e le foibe mi pare furbetta e di cattivo gusto. Il revisionismo storico ha conquistato l’egemonia culturale ma non smette di essere afflitto da nevrosi comparativa.

GAD LERNER

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom