Top

La proposta. Ora di Costituzione e inno nelle scuole di Franco Laratta

giugno 14, 2010 di Redazione 

Abbiamo parlato prima della possibilità di un futuro incontro tra le persone oneste e responsabili dei due poli. E dunque della nascita di una nuova cultura (politica, e non solo) che abbia come stella polare il solo interesse di tutti gli italiani. La proposta di legge presentata oggi alla Camera dal nostro Laratta è, in qualche modo, un’anticipazione di tutto questo. Anche se nasce in vista delle celebrazioni del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, dunque un evento eccezionale, e anche se si inserisce, inevitabilmente – anche se i firmatari negano l’esistenza di un rapporto – nella discussione accesa dalle prese di posizione della Lega contro il nostro Paese (è proprio il caso di dirlo), e dunque assume una funzione contingente. Cosa prevede: diffusione della cultura costituzionale nelle scuole attraverso la lettura, costante, giorno per giorno, della nostra Carta; e (ri)affermazione dell’Unità attraverso l’esposizione-diffusione di questo simbolo e dell’altro – oltre alla bandiera con i suoi colori – l’inno di Mameli, vituperato dalle camicie verdi ma, in realtà, nel cuore di tutti gli italiani. Il giornale della politica italiana è in grado di proporvi il testo del disegno di legge. Eccolo.

Nella foto, Cannavaro alza la Coppa al termine della finale con la Francia quattro anni fa

-

di FRANCO LARATTA*

La nostra legge era pronta da diverse settimane. Solo coincidenza la presentazione nel momento in cui scoppia il caso Zaia. Su Facebook ha raccolto centinaia di adesioni. Se i partiti vogliono, può diventare legge in pochi giorni, comunque in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

FRANCO LARATTA*

*Deputato del Partito Democratico

-

Il testo

PROPOSTA DI LEGGE SULL’ESECUZIONE DELL’INNO D’ITALIA IN TUTTE LE PUBBLICHE MANIFESTAZIONI E LETTURA QUOTIDIANA DI UN ARTICOLO DELLA COSTITUZIONE IN TUTTE LE SCUOLE.

PROPONENTI GLI Onn. Franco LARATTA (Pd) – Alberto LOSACCO (Pd) – con i deputati: Pierluigi Castagnetti (Pd) – Olga D’Antona (Pd) – Paola Binetti (Udc) – Sandra Zampa (Pd) – Amalia Schirru (Pd) – Ivano Strizzolo (Pd) – Sandro Brandolini (Pd) – Cinzia Capano (Pd) – Nino Foti (Pdl) – Salvatore Margiotta (Pd) – Alessandra Siragusa (Pd) – Michele Bordo(Pd) – Rosa De Pasquale (Pd)

Preannunciate altre 35 firme di deputati di diversi gruppi.

-

PROPOSTA DI LEGGE

Art. 1
Diffusione e conoscenza della Costituzione della Repubblica Italiana fra i giovani: ambito di intervento.

Al fine di consentire la conoscenza della Costituzione italiana fra le giovani generazioni, in raccordo con le azioni di sensibilizzazione e di formazione del personale eventualmente intraprese ai sensi dell’art. 1 della Legge 30 ottobre 2008, n. 169, è fatto obbligo ai Dirigenti degli Istituti Scolastici del Paese, di ogni ordine e grado, di prevedere, all’interno dell’Offerta Formativa d’Istituto, un “Percorso Laboratoriale” che coinvolga gli alunni, i docenti, le famiglie e le Istituzioni, incentrato sul tema della Costituzione e della sua centralità nello sviluppo della collettività sociale.
In tale contesto dovrà essere prevista, innanzitutto, la lettura quotidiana in classe di un articolo della Costituzione in tutte le Scuole di ogni ordine e grado. Ogni singola Istituzione Scolastica, attenendosi a quanto contenuto nelle Linee Guida di Attuazione, provvederà a definire modi e metodi per raggiungere l’obiettivo della più diffusa conoscenza della Carta Costituzionale.
I Dirigenti degli Uffici Scolastici Provinciali dovranno provvedere a monitorare l’andamento di tali percorsi ed i risultati conseguiti, condividendo in rete i progetti educativi realizzati dai singoli Istituti Scolastici.
All’attuazione del presente articolo si dovrà provvedere entro i limiti delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente.

Art. 2
Esecuzione dell’Inno Nazionale nelle iniziative pubbliche

All’inizio di ogni manifestazione pubblica di carattere culturale, sociale e sportiva, promossa dalle Istituzioni pubbliche, dagli Enti Locali, dalle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, è fatto obbligo di procedere all’esecuzione dell’Inno Nazionale.
I Dirigenti competenti di ogni singola Istituzione garantiranno il rispetto di tale obbligo.

Art. 3 (Rinvio)
Per la concreta e completa attuazione di quanto sancito nella presente proposta di legge, si rinvia alle Linee Guida di Attuazione alle quali è fatto obbligo attenersi nella progettazione, organizzazione ed implementazione dei “Percorsi laboratoriali”, nonché nella determinazione delle modalità, organizzative e didattiche, di lettura degli articoli della Costituzione

Considerazioni
La presente proposta di legge ha lo scopo di educare i giovani ad amare il Paese, a conoscere e rispettare la sua storia, la sua cultura e le sue tradizioni.
Per far questo si ritiene opportuno insegnare agli studenti a conoscere e apprezzare i simboli dell’unità del Paese e delle sue Istituzioni democratiche.
Oltre alla Bandiera, sono due i simboli che possono rappresentare, unitariamente, l’impianto valoriale e la memoria collettiva del nostro popolo: la Carta Costituzionale e l’Inno nazionale.
Per queste ragioni, ANCHE NELL’OCCASIONE DEI 150 ANNI DELL’UNITA’ D’ITALIA, con la presente proposta di legge si intende mettere in atto alcune iniziative atte a far conoscere agli studenti di tutte gli Istituti Scolastici del Paese, di ogni ordine e grado, i simboli più alti e nobili della nostra democrazia e delle sue Istituzioni repubblicane: la Costituzione e l’Inno Nazionale. Gli Istituti Scolastici espongono già la bandiera in tutti gli edifici e il ritratto del Capo dello Stato negli uffici pubblici; con l‘esecuzione dell’Inno Nazionale in particolari occasioni pubbliche e con la lettura quotidiana della Costituzione della Repubblica in tutte le Scuole, si completa il quadro dei simboli e degli strumenti attivi che testimoniano le radici comuni del Paese e ne giustificano, rafforzandola, l’unità.

Commenti

One Response to “La proposta. Ora di Costituzione e inno nelle scuole di Franco Laratta

  1. Mario on giugno 14th, 2010 18.56

    Ottima legge
    Complimenti
    Sarebbe ancora più efficace se venisse anche modificato l’art 52 della costituzione nel modo come da me indicato in un altro post.
    Un dubbio onorevole…leggerebbe anche l’art 15 della costituzione?

Bottom