Top

Gb, Berlusconi: ‘Sconfitti signori sinistra’ Vendola: “Serve una narrazione nuova” Politica italiana commenta il voto (o no?) Tutte (nostre) dichiarazioni (inventate?) Una grande “raccolta” firmata Sarubbi

maggio 7, 2010 di Redazione 

Il giornale della politica italiana è il giornale della serietà. E proprio per questo sa (non) prendersi sul serio. E ama l’(auto)ironia. Se dopo le nostre considerazioni sulle elezioni inglesi, da cui abbiamo tratto una lezione italiana, il deputato del Partito Democratico ci propone questo florilegio (semiserio) di (possibili) esternazioni sul tema da parte dei protagonisti della nostra politica, anche per scherzare sul «passatempo di giornata, un gioco di ruolo in cui si commentano come se Londra fosse Roma, Manchester Milano« il Politico.it è contento. E ve le offre, per il vostro divertissement. Buona lettura.

Nella foto, Andrea Sarubbi

-

di ANDREA SARUBBI*

Voglio dilettarmi anch’io nel passatempo di giornata: un gioco di ruolo in cui si commentano le elezioni inglesi come se Londra fosse Roma, come se Manchester fosse Milano, come se Belfast fosse Cagliari e Dover fosse Ancona. Come se Brown fosse Bersani, Cameron Berlusconi, Clegg un misto di Rutelli-Fini-Casini. Qui sotto, una serie di verosimili dichiarazioni post voto (tra parentesi, l’autore): se ne avete altre, mettetele nei commenti e ci divertiamo un po’.

1. Il bipolarismo si è confermato: Pdl e Pd prendono insieme 560 seggi, al Centro ne restano solo una sessantina. La terza opzione solletica gli intellettuali ma viene seppellita dal popolo. (Giorgio Tonini, Pd)

2. Il bipolarismo è malato: nessun partito è in grado di governare da solo, gli elettori si sono messi nelle mani del Centro, vero ago della bilancia. (Pierferdinando Casini, Udc)

3. Il bipolarismo è malato: Pdl e Pd fanno i populisti, solleticano gli istinti delle masse e mobilitano le truppe cammellate, ma restano schiavi dei loro confini. Perdono perché non sfondano al Centro. (Francesco Rutelli, Api)

4. Clegg ha perso, nonostante avesse vinto i duelli televisivi: la tv non influenza il voto, il conflitto di interessi non esiste. (Augusto Minzolini, Tg1)

5. Clegg ha perso, nonostante fosse giovane e brillante: il nuovismo ha mostrato i suoi limiti. (Massimo D’Alema, Pd)

6. Brown ha perso, perché è stato percepito come vecchio. Servono facce nuove. (Mario Rossi, elettore Pd)

7. Brown ha perso, perché questa sinistra non riesce più a raccontare un sogno. Si apre il tempo di una nuova narrazione della storia. (Nichi Vendola, Sel)

8. Brown ha perso, perché gli inglesi hanno punito il malgoverno dei signori della sinistra. (Silvio Berlusconi, Pdl)

9. Brown tutto sommato ha tenuto. (Pierluigi Bersani, Pd)

10. Il Centro non è un alleato affidabile per la sinistra: Clegg è già in attesa delle mosse di Cameron. (Dario Franceschini, Pd)

11. Le elezioni sono una vittoria degli unionisti irlandesi. (Umberto Bossi, Lega).

ANDREA SARUBBI*

*Deputato del Partito Democratico

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom