Top

Bossi duro: “Crollo verticale del governo Si va verso la fine dell’alleanza Pdl-Lega” Silvio, ecco cosa ti aspetta se non rilanci Lerner: premier gli ha dato troppo spazio

aprile 23, 2010 di Redazione 

Ecco cosa ti succederà se non ascolti non tanto noi, ma il buonsenso. L’unica strada per evitare il tracollo è aprire, certo nel tempo – lascia passare questi giorni febbrili, non prendere decisioni affrettate, come consiglia saggiamente il sindaco Alemanno – alla dialettica con Fini. (Ri)fondare, con il Pdl, il partito repubblicano italiano rilanciando contemporaneamente verso il bipartitismo. Non serve, hai ragione, un altro Predellino; «certe cose non si ripetono, vanno a segno solo la prima volta», dici giustamente tu. Ma una mossa per uscire dall’angolo, che non coincida con la fondazione di nuovo partito, bensì con la rifondazione – o modernizzazione – di questo, è necessaria. Altrimenti, oggi, o più tardi, resterai imbrigliato nelle maglie della Lega. Perché è vero che ti ritrovi in molte delle loro istanze. Ma, come dicevamo, restano un alleato che rappresenta altri interessi, sai bene di non poterti fidare fino in fondo. Nessuno meglio dell’ex direttore del Tg1 conosce il Nord (che ha raccontato in Milano, Italia) e la stessa Lega. Il giornale della politica italiana affida dunque a lui il compito di spiegarci se e come come possa esplodere il bubbone leghista, motivo in più per compiere quella svolta che può consentire a Berlusconi di salvare il governo, rilanciarne l’azione, evitare il logoramento e realizzare uno dei suoi pochi veri sogni politici, il bipartitismo, contribuendo così a modernizzare decisamente questo Paese.           

Nella foto, le “minacce” di Bossi

di GAD LERNER

Giù la maschera: in una intervista a “La Padania” di oggi Umberto Bossi annuncia la fine dell’alleanza con il Popolo della Libertà. Si sente forte abbastanza da dichiarare chiusa la stagione del federalismo, accusando Berlusconi di inadempienza e riproponendo lo spettro del secessionismo padano. Il re è nudo, ha allevato nel suo seno la forza eversiva della Lega. Le ha regalato due regioni del Nord, dove l’elettorato ha punito la debolezza del Pdl, e ora ne pagherà le conseguenze. E’ ragionevole ipotizzare che Gianfranco Fini e Umberto Bossi si fossero messi d’accordo nel tendere questo trabocchetto a Berlusconi? Non lo so, ma di certo punta a elezioni anticipate sul tema del federalismo. La slealtà personale e il perseguimento di interessi contrari a quelli della nazione portano allo sfascio del centrodestra e preannunciano una stagione infelice per la tenuta democratica del Paese.

GAD LERNER

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom