Top

L’intervista. Cappato a il Politico.it: “Emma ha perso per colpa del Pd”

aprile 12, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

L’esponente Radicale, capofila di una nuova classe dirigente di grande valore e futuro, parla per la prima volta dopo la sconfitta di Emma Bonino e il non esaltante risultato delle liste gialloblù alle Regionali. «Nel Lazio Democratici incapaci di reagire all’invasione di Berlusconi e Bagnasco. E l’illegalità delle elezioni ci ha impedito una campagna nazionale». «Ora – annuncia Cappato – cercheremo di porre il “caso-Italia” all’attenzione della comunità internazionale». Lo ha sentito Pietro Salvatori.            Read more

***Il reportage***
ECCO COME LA “MIA” CALABRIA COMBATTE L’NDRANGHETA
di FRANCO LARATTA*

aprile 12, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

«Convertitevi alla gioia e all’amore»: con queste parole il vescovo di Mileto Luigi Rienzo si rivolge ai boss durante la celebrazione dell’Affruntata, la processione che fino allo scorso anno era stata nelle mani delle cosche. Quest’anno, come il giornale della politica italiana vi ha raccontato sabato, la ribellione. A partire da questo episodio il deputato del Partito Democratico ci racconta in che condizioni si combatte (o no) la “guerra” alla criminalità organizzata. Read more

Ecco il clima pesante al Tg1 di Minzolini Messi in disparte più colleghi ‘dissidenti’ Destra sta cambiando cultura del Paese
I Democratici nemmeno se ne accorgono

aprile 12, 2010 by Redazione · Commenti disabilitati 

Una sera di qualche settimana fa Gianni Riotta, direttore del primo telegiornale italiano durante l’ultimo governo Prodi (e oggi alla guida de Il Sole 24 Ore), ospite di Parla con me, gettava acqua sul fuoco delle polemiche intorno alla gestione del suo successore: «Il Tg1 continua ad essere fatto da persone di grande professionalità. Prendete Massimo De Strobel: è lì da 15 anni, non compare mai in video ma è il vero deus ex machina del giornale». Serena Dandini fu costretta a comunicare a Riotta che Minzolini aveva in quelle stesse ore rimosso De Strobel dal suo incarico. E si tratta del presidio numero uno dell’informazione nel nostro Paese, oggi non più garanzia di pluralismo ma strumento per la (e non della) maggioranza parlamentare (per, e non della, perché siamo sicuri che nella maggioranza molti guardano con sofferenza a quanto sta accadendo al Tg1). L’informazione è il bene primario di una democrazia, perché solo la conoscenza può consentire la libertà: ogni scelta compiuta dal popolo sulla base di una conoscenza parziale, o deviata, della realtà è una non-scelta, è una costrizione in una direzione da parte di chi quella “informazione” somministra (è proprio il caso di dirlo). La strada presa dal Tg1 di Minzolini è precisamente quella di uno Stato in cui la libertà non sia più perfettamente garantita e si proceda ad imporre un pensiero unico. In questi anni il presidente del Consiglio, con le sue televisioni, ha cambiato il modo di sentire e di pensare degli italiani; ma il salto di qualità sta avvenendo proprio ora, con Minzolini. E che il centrosinistra stia a guardare senza dire una parola, se non in coincidenza degli ormai famosi editoriali del direttore che altro non sono che il momento di maggior trasparenza di una gestione che in tutt’altri aspetti rivela la sua pericolosità, dimostra una volta di più la totale mancanza di un’opposizione. Read more

Bottom