Top

Una delle tante lettere a Cristiana Alicata A, 17 anni: ‘Perché (e chi) dovrei votare?’ Il centrosinistra responsabile del disagio

aprile 10, 2010 di Redazione 

La giovane scrittrice collaboratrice de il Politico.it e de l’Unità riceve decine di messaggi da elettori giovani e meno giovani che chiedono una reazione della politica italiana e in particolare della sua opposizione. Uno di questi su tutti ci ha colpito e ha colpito Cristiana: che risponde pubblicamente a questa ragazza che sta per compiere 18 anni, e che si chiede «come mai Berlusconi si fa le leggi da solo» e «perché la sinistra non contrattacca mai».

Nella foto,

Cristiana Alicata

-

-

di CRISTIANA ALICATA

Sto ricevendo tantissimi messaggi ed e-mail in questi giorni. Come dicevo capita a me e capita a tanti altri. Spesso sono le stesse persone che scrivono a tutti.

Ho chiesto ad A., con cui ho chiacchierato via FB per una serata, di poter pubblicare la sua. Eccola.

Ciao Cristiana! sono una ragazza di 17 anni (tra qualche giorno ne compio 18) e non capisco perché dal prossimo mese dovrei andare a votare..
io sono sempre stata attiva,anche se solo nella piccola realtà della mia scuola, a livello politico con assemblee e manifestazioni, ma sinceramente, ora come ora, non c’è niente e nessuno che mi identifica.. il pd è il partito che più predica quello che penso: democrazia, libertà di stampa, di pensiero.
però non capisco delle cose che nella mia famiglia nessuno sa spiegarmi senza urlare.. perchè la maggioranza attacca sempre la sinistra e la sinistra non contrattacca mai? perchè, per esempio nella mia classe, tutti conoscono Berlusconi ma nessuno conosce Bersani? perchè non fa qualcosa? qualche iniziativa per noi giovani che non sia un monologo dove parla solo lui.. a quel punto nessuno di quelli che ignorano ci andrebbe! ho qualche altra domanda..
io non capisco come fa berlusconi a farsi le leggi da solo.. lui le fa perchè fa il furbo, ma tutti quelli che lo assecondano e permettono che lo faccia? l’opposizione non potrebbe attaccare il presidente (vocalmente per carità!!) una volta tanto?
io non so cosa pensare.. forse vedo questa sinistra debole perché le televisioni sono praticamente tutte sotto il controllo di berlusconi.. ma i giornali? io leggo principalmente l’unità o la repubblica, ma nella mia scuola, che è l’istituto tecnico (per il turismo) XXXXXXX (a via XXXXXXX) per un lungo periodo hanno distribuito solo IL GIORNALE! i ragazzi che non si interessavano e non compravano giornali per non spendere, leggevano quello e molto spesso i titoli erano agghiaccianti, razzisti. adesso, grazie alla protesta di una professoressa abbiamo anche altri giornali, ma forse in altre scuole non è così, allora io dico.. con che consapevolezza voteremo, io e i ragazzi della mia generazione??
aspetto una sua risposta e la ringrazio in anticipo!

Lettera Firmata

A. non voterà dal mese prossimo. Potrà farlo solo tra tre anni perché è di Roma. Abbiamo tempo per darle speranza. Le ho risposto di organizzarsi nella sua scuola (mi ha risposto che sono tanti!), a Roma e che andremo a darle una mano. A volantinare? A fare un incontro? Ad ascoltare come sta la Scuola fuori dai congressi.

Tante cose che lei non capisce, in realtà, non le capiamo nemmeno noi. Forse solo ci siamo abituati troppo ad alcune anomalie non democratiche.

Anche per A. siamo tutti al lavoro.

Tutti. E tutti con la consapevolezza che così non va più.

Piovono proposte ovunque, convocazioni, costituenti, incontri, fabbriche, officine, laboratori. L’unica cosa che chiedo, in ginocchio, a chi si sta muovendo è di coordinarsi il più possibile con gli altri per dare l’idea di un partito del futuro che è pronto ad essere compatto. Un Partito, il nostro, dove parleremo, litigheremo e poi troveremo una sintesi. Non dobbiamo, non possiamo, riproporre un Massimo VS Valter cambiando solo i nomi di battesimo e continuando a parlare a botte di comunicati stampa e dichiarazioni e di autoconvocazioni e di iniziative individuali.

A. non ce lo perdonerebbe mai.

CRISTIANA ALICATA

Commenti

One Response to “Una delle tante lettere a Cristiana Alicata A, 17 anni: ‘Perché (e chi) dovrei votare?’ Il centrosinistra responsabile del disagio”

  1. Mario on aprile 11th, 2010 00.46

    “perchè la maggioranza attacca sempre la sinistra e la sinistra non contrattacca mai? ”
    A 17 anni può essere normale che la si pensi così ma nell’humus di questa arretratezza della politica italiana politici come la Licata ci sguazzano.

Bottom