Top

Il giorno delle qualifiche del Mondiale F1 Ecco com’è andata sugli otto circuiti piani Tra oggi e domani tutte Regioni in bilico

marzo 26, 2010 di Redazione 

Meno di 48 ore all’inizio del Campionato del Mondo. Il giornale della politica italiana vi svela la situazione circuito per circuito. Cominciamo con Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Toscana, (Marche,) Umbria, Calabria, Basilicata. In giornata (con al massimo una coda domani) le regioni che decidono questo Mondiale. Ci presentano i dati, come sempre, i responsabili di Bidimedia Bagnoli e De Donatis.

Nella foto, la Ferrari

-

di NICOLO’ BAGNOLI e MAURO DE DONATIS per Bidimedia

Gran Premio della Lombardia

McLaren 55,9 km (+1,2 km)
Ferrari 33,8 km (-1,1 km)
Sauber 5,4 km (-0,5 km)
Red Bull 2,5 km (-0,2 km)
Lotus 1,9 km (+0,1 km)
Virgin 0,5 km (+0,5 km)

Il Gran Premio della Lombardia è sempre stato appannaggio della McLaren, e da 15 anni il pilota con simpatie cielline è vincitore al Pirellone. Dopo alcuni problemi di posizionamento in griglia (che potevano addirittura determinare l’esclusione della scuderia inglese), la McLaren ha recuperato alla grande il terreno perso ed ora ad ogni gara aumenta il proprio vantaggio. Nel Gp di oggi, ad esempio, il distacco tra McLaren e Ferrari aumenta fino a circa 22 km rendendo vano ogni tentativo di rimonta. Le scuderie minori arretrano quasi tutte (in particolar modo la Sauber). In questo Gran Premio, inoltre, è stata cronometrata la Virgin (ha percorso appena mezzo km) che ama correre vicino al cordolo destro della pista.

PREVISIONE BIDIMEDIA: MCLAREN

-

Gran Premio dell’Emilia-Romagna

Ferrari 54,6 km (-1,2 km)
McLaren 38,4 km (+1,5 km)
Sauber 5,2 km (-0,1 km)
Lotus 1,8 km (-0,2 km)

Nell’ultimo Gp disputato sulla pista emiliano-romagnola prima della gara finale, la McLaren si avvicina di quasi 3 km alla Ferrari mantenendosi, comunque, abbondantemente dietro.
La Ferrari infatti, forse pagando il fatto che qualche fan non verrà a tifare per lei ma resterà a casa, scende al di sotto dei 55 km percorsi; la McLaren, invece compie un bel balzo di un km e mezzo, raggiungendo i 38,4 km, cifra dignitosa su un circuito non proprio favorevole alla scuderia inglese. Le minori (Sauber e soprattutto Lotus) perdono qualcosa e saranno ininfluenti per l’esito della corsa finale.

PREVISIONE BIDIMEDIA: FERRARI

-

Gran Premio del Veneto

McLaren 56,7 km (-2,2 km)
Ferrari 31,9 km (+0,3 km)
Sauber 7,7 km (+0,5 km)
Altre scuderie 3,7 km (+1,4 km)

Nel Gran Premio del Veneto il vincitore è certo. La McLaren ha un vantaggio incolmabile nei confronti delle scuderie più vicine. Negli ultimi 4 giorni, però, la casa inglese perde molto (più di due chilometri), tutto a vantaggio delle wild card locali-autonomiste che accrescono le proprie prestazioni fino a quasi 4 km. Migliorano leggermente anche la Ferrari (+0,3 km) e la Sauber che corre sempre al centro della pista (+0,5 km).

PREVISIONE BIDIMEDIA: MCLAREN

-

Gran Premio della Toscana

Ferrari 57,6 km (+0,4 km)
McLaren 36 km (+0,6 km)
Sauber 4,8 km (-0,5 km)
Renault 1 km (-0,3 km)
Virgin 0,6 km (-0,2 km)

Anche questa corsa è virtualmente chiusa e la Ferrari continua ad accumulare vittorie su vittorie su questa pista. In questa rilevazione aumenta ancora la propria performance, arrivando ad un ottimo risultato: 57,6 km. Anche la McLaren trae vantaggio dai commissari di pista che agevolano le scuderie maggiori facendo in modo che possano doppiare agevolmente le minori, e raggiunge i 36 km. A calare sono, quindi, tutte le scuderie minori che nel complesso perdono ben un km. In particolar modo Virgin e Renault raccolgono risultati davvero pessimi, sotto il chilometro.

PREVISIONE BIDIMEDIA: FERRARI

-

Gran Premio delle Marche

(I dati di questa regione sono ancora quelli di due giorni fa)

Ferrari 51,8 km (-1,3 km)
McLaren 41,3 km (+0,7 km)
Red Bull 6,9 km (+0,6 km)

-

Gran Premio dell’Umbria

Ferrari 53 km (-1 km)
McLaren 41,3 km (+0,9 km)
Sauber 5,7 (+0,1 km)

In Umbria spira un vento da Ponente che spinge le macchine che corrono sul lato destro della pista. La McLaren, infatti, migliora notevolmente la propria performance superando di slancio i 41 km percorsi. Anche la Sauber, la cui pilota sembra aver dimenticato i suoi trascorsi ferraristi, trae un, seppur minimo, vantaggio da questo vento e si porta a 5,7 km.

PREVISIONE BIDIMEDIA: FERRARI

-

Gran Premio della Calabria

McLaren 50 km (INV)
Ferrari 37,3 km (-0,9 km)
Williams 12,7 km (+0,9 km)

Situazione sostanzialmente stabile rispetto a 5 giorni fa. La McLaren domina dall’alto dei suoi 50 km. La Ferrari arranca e non riesce a recuperar terreno, anzi ne perde nei confronti dell’amica-nemica Williams. Se si potessero sommare le prestazioni delle due scuderie che corrono sul lato sinistro, la sfida finirebbe in parità. Ma, si sa, in F1 non valgono le normali leggi matematiche e la McLaren avrebbe presumibilmente comunque vinto, anche se la gara sarebbe stata molto più aperta.

PREVISIONE BIDIMEDIA: MCLAREN

-

Gran Premio della Basilicata

Ferrari 57,9 km (+0,8 km)
McLaren 36,9 km (-0,3 km)
Force India 4,2 km (-0,5 km)
Altre scuderie 1 km (INV)

Ferrari in gran forma, qui nel circuito della Basilicata. La McLaren, invece, arranca e non raggiunge i 37 km. Il distacco tra le due è ormai superiore ai 20 km, un più che abbondante margine di sicurezza. Anche la Force India vede ridimensionate le proprie ambizioni, dato che supera appena i 4 km e vede scappare avanti le due scuderie principali. Le altre scuderie (una che corre alla sinistra della Ferrari, l’altra composta da meccanici non provenienti da nessuna scuderia ufficiale) riescono a percorrere appena un km, diventando praticamente ininfluenti.

PREVISIONE BIDIMEDIA: FERRARI

NICOLO’ BAGNOLI e MAURO DE DONATIS per Bidimedia

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom