Top

Qui si decide al fotofinish
il Campionato del Mondo

1) – Puglia: Ferrari 45.9, McLaren 44.4
2) – Lazio: McLaren 49.5, Ferrari 48.9

3) – Piemonte: Ferrari 48.4, McLaren 48.2

marzo 23, 2010 di Redazione 

Ultimissimi rilevamenti Bidimedia per ciò che riguarda le prove delle tre regioni-chiave di questo Mondiale di Formula Uno. Circuiti decisivi perché su queste piste la gara si deciderà negli ultimi (centi)metri. In Piemonte si assottiglia ulteriormente (-0.2 km) il già esiguo (il più esiguo) distacco tra la Testarossa, che comunque conduce, e la sua più acerrima (è proprio il caso di dirlo) avversaria. In Lazio è invece la McLaren a perdere terreno, mentre in Puglia guadagnano entrambe ma la casa del gran patron fa un enorme balzo in avanti (+1.4) dovuto presumibilmente (anche) all’arresto dell’ex vicepilota avversario e si porta ad un solo km e mezzo di ritardo. Ci presentano i dati i capi di Bidimedia Nicolò Bagnoli e Mauro De Donatis.

Nella foto, Flavio Briatore sconvolto (?)

Il riepilogo di sabato 20 marzo

“Già decise”: Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Toscana, Marche, Umbria, Calabria, Basilicata

Aperte: Campania e Liguria

In bilico

-

di NICOLO’ BAGNOLI e MAURO DE DONATIS per Bidimedia

Gran Premio del Piemonte

Ferrari 48,4 km (+0,2 km)
McLaren 48,2 km (+0,4 km)
altre scuderie 3,4 km (-0,6 km)

Anche nel Gran Premio del Piemonte la gara si fa sempre più serrata. Entrambe le monoposto principali hanno portato in quest’ultima prova degli aggiornamenti aerodinamici ed hanno migliorato le proprie prestazioni. La Ferrari cresce di circa 200 metri, mentre la McLaren fa meglio e si porta, ormai, a soli 0,2 km dalla vetta. A farne le spese sono le scuderie minori che, dovendo far passare i piloti principali, arretrano molto portandosi a “soli” 3,4 km percorsi.

-

Gran Premio del Lazio

McLaren 49,5 km (-0,3 km)
Ferrari 48,9 km (+0,1 km)
Hrt 1,6 km (+0,2 km)

Il Gran Premio del Lazio si fa di giorno in giorno sempre più interessante. Il 29 marzo sarà davvero difficile capire chi vincerà la gara finale. Nella gara disputata oggi la McLaren è sempre in testa ma arretra di 0,3 km portandosi a 49,5 km. La Ferrari invece è in leggerissima risalita (appena 100 metri). Questo piccolo passo in avanti è però sufficiente per ridurre il distacco a solo 0,6 km. Anche la Hrt migliora le proprie prestazioni ostacolando, di fatto, la rimonta della scuderia Italiana.

-

Gran Premio della Puglia

Ferrari 45,9 km (+0,1 km)
McLaren 44,4 km (+1,4 km)
Sauber 9,2 km (-0,8 km)
Toro Rosso 0,5 km (-0,7 km)

Il Gran Premio di Formula 1 della Puglia si fa sempre più avvincente. Le scuderie minori arretrano in modo notevole. La Sauber perde 800 metri scendendo sotto il muro dei 10 km e la Toro Rosso quasi scompare riducendosi ad appena mezzo chilometro. Di questo però non se ne avvantaggia la Ferrari che guadagna solo 100 metri portando la scuderia di Maranello a raggiungere (quasi) la soglia dei 46 km. Incrementa notevolmente le proprie prestazioni (probabilmente sfruttando tante bandiere blu nei sorpassi con la Sauber) al contrario la McLaren che raggiunge i 44,4 km ed è ormai a solo un km e mezzo di distanza dalla Ferrari. Nella gara che si disputerà tra 5 giorni la Ferrari è ancora favorita ma il suo distacco (sicuramente anche per l’arresto dell’ex vicepilota) cala notevolmente, preoccupando molto i tifosi ferraristi.

NICOLO’ BAGNOLI e MAURO DE DONATIS per Bidimedia

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom