Top

Polemiche, scontri. Ma per il dopo Silvio elettori Pdl preferiscono comunque Fini

novembre 29, 2009 di Redazione 

Sondaggio di Crespi Ricerche sul giornale della politica italiana. Il 59% con il presidente della Camera. L’aspra dialettica interna, gli attacchi del Giornale e di Libero sembrano non avere avuto peso: per gli oltre 10 milioni di italiani che scelgono abitualmente Popolo della Libertà resta l’ex leader di An il naturale successore del Cavaliere. Stessa domanda ai leghisti per il dopo Bossi: e a prevalere, a sorpresa, è Tremonti (52%) che lascia Maroni al 18%. Ci spiega i dati come sempre il nostro Luigi Crespi in persona.

Nella foto, il presidente della Camera Gianfranco Fini

A fondo pagina le tabelle

-

di LUIGI CRESPI

Il dopo Berlusconi anima il dibattito soprattutto nei palazzi romani più di quanto possa appassionare il dopo Bossi. Il sondaggio di oggi propone una suggestione: dopo Berlusconi nella Pdl e dopo Bossi nella Lega, gli elettori a chi darebbero la loro fiducia? Per il Pdl 6 elettori su 10 la darebbero a Gianfranco Fini, 2 su 10 non voterebbero nessuno e il restante 20% si distribuisce tra altri outsider.
Quindici anni di comunione politica tra il premier e il presidente della Camera prevalgono su ogni polemica anche perché l’lettorato di oltre 10 milioni di italiani del Pdl non è molto coinvolto dai sofismi romani. E non pare facciano effetto neanche le campagne di Libero e Il Giornale che nonostante siano molto ostili a Fini, alla fine hanno una capacità di influenza marginale, ed è questo il motivo per cui secondo me Fini non lascerà mai il Pdl.
Per quel che riguarda la Lega, la sorpresa è che l’erede di Bossi non è un leghista ma Giulio Tremonti che con il 52% sopravanza il successore naturale Roberto Maroni, che attrae solo il 18% degli elettori padani.
La vera sorpresa è il veneto Zaia che rappresenta il successore di Bossi per ben il 12%. Certamente il dopo Berlusconi e Bossi non è imminente ma con questi dati il futuro sarà divertente.

LUIGI CRESPI

-

Le tabelle

-

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom