Top

Offerto video hard con Mussolini e Fiore il Giornale: “Imbarbarimento nauseante”

novembre 27, 2009 di Redazione 

«Quando si stappa l’ampolla dei veleni…», scrive il quotidiano di Feltri. Peccato che, dal caso Boffo a Fini, sia stato proprio il giornale della famiglia Berlusconi a mandarla in frantumi. «Il video è stato proposto anche a noi. Abbiamo risposto che no – è fermo il Giornale – non ci interessava nemmeno visionarlo». Oggi la denuncia del possibile ricatto. Da parte del Giornale. Che spara a tutta pagina la foto della Mussolini raccontando della vicenda hard. Il giornale della politica italiana vi racconta il caso. Con una vignetta di theHand. All’interno.

Nella foto, il direttore del “Giornale” Vittorio Feltri

-

theHand: Le "veline" di Feltri

servizio di Francesco CAROSELLA

“Non so se incazzarmi o ridere”. E’ la risposta di Alessandra Mussolini al Giornale, che stamattina esce a tutta pagina con una gigantografia della Mussolini sotto questo titolo: “Ricatto hard alla Mussolini. L’ultimo veleno della politica del gossip: voci di un video usato per incastrare l’onorevole del Pdl”.
La notizia pubblicata dal quotidiano milanese di Vittorio Feltri viene dal network internazionale di controinformazione Indymedia, e circola online già dal 20 novembre. Si tratterebbe di un filmato ripreso dalle telecamere a circuito chiuso della sede di Forza Nuova a Roma. “La notizia, assolutamente certa, ma ancora riservata, è questa: esiste un video dove sono ripresi Roberto Fiore (leader di Fn, ndr) ed Alessandra Mussolini a fare sesso esplicito nella sede romana di Forza Nuova” scrive il Giornale. “Dopo Marrazzo un video con la Mussolini” recita il sommario, “Sesso e destra estrema”.
“Del video si sussurrava ieri nei corridoi del palazzo della Camera. Ne ha parlato ieri un lancio del sito Indymedia. L’intento è chiaramente ricattatorio” scrive Gianni Pernacchi nell’articolo sul Giornale, già detonatore della bomba del caso Boffo e del presunto complotto di Fini. “Il video è stato offerto anche a noi. Abbiamo risposto di no, che non ci interessava nemmeno visionarlo”. “Ormai il fango sembra inarrestabile – prosegue Pernacchi – Questa è la prova che quando si stappa l’ampolla dei veleni si spalancano voragini di miasmi, il vaso di Pandora diventa un soprammobile inoffensivo e la politica più che imbarbarirsi si fa nauseante”.
“Non so – replica la Mussolini – se incazzarmi o ridere. Allora: vendono su Ebay i frammenti di cervello di mio nonno; tre giorni fa ho ricevuto una chiamata dalla Polizia che mi informava del fatto che Gino Paoli mi ha denunciato per ciò che dissi sulla canzone “Il Pettirosso”. Io eccepii sul fatto che questo brano trattasse di pedofilia, un messaggio grave. Oggi poi uscirà un film dove mi si dà della puttana e dell’assassina e ora leggo queste cose… Che cosa devo dire? Non lo so più. Sono incerta tra l’incazzatura e il metterrmi a ridere. Perché? Ormai facessero quello che vogliono…”
Un ex dirigente nazionale di Forza Nuova ed ex collaboratore di Fiore, responsabile della sua sicurezza personale, avrebbe contattato diversi giornali per vendere il video, che sarebbe pervenuto al Giornale che lo avrebbe visionato. Lo scandalo potrebbe colpire la Mussolini alla vigilia della sua ricandiatura regionale con il Pdl in Lazio e Campania.
“Siamo alle comiche finali, alle barzellette e per fortuna non ci manca il senso dell’humor” ha dichiarato il coordinatore nazionale di Forza Nuova Paolo Caratossidis. “E’ risibile che una non notizia proveniente da una fonte anonima comparsa su di un sito inattendibile come Indymedia conquisti la cronaca nazionale. Nella storiella riportata si parla di un filmato partito dal circuito di telecamere della sede di Forza Nuova quando e’ noto che in nessuna nostra sede vi e’ un circuito di telecamere. Si legge poi che un fantomatico filmato sarebbe stato comprato dal Giornale, mentre lo stesso Giornale afferma che questo dato è falso”.
E Forza Nuova annuncia azioni legali: “L’ ufficio legale della segreteria ha deciso di procedere per danni contro coloro che riporteranno in qualsiasi forma notizie lesive dell’onorabilità politica del segretario nazionale Roberto Fiore che in questi giorni sta lanciando la sua candidatura alle regionali del Lazio”.
“I soli video che ritraggono i due politici assieme riguardano – prosegue Caratossidis – vecchie campagne elettorali, ed in Forza Nuova non e’ scoppiato nessuno scandalo dato che i militanti del movimento hanno cose ben piu’ serie a cui pensare, ad esempio alla politica. Il comportamento del ‘Giornale’ di Feltri e’ tipico di chi tenta di deviare l’attenzione dai veri problemi di questo paese pubblicando gossip inattendibili da quattro soldi”.
“Se per ledere la credibilita’ di Forza Nuova qualcuno ha pensato di imbastire un’improbabile sceneggiata significa che il livello e la qualita’ dell’informazione italiana sono drammaticamente scaduti alle fantasie da sala di parrucchieri” conclude l’esponente di Forza Nuova.

Francesco Carosella

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom