Top

L’editoriale. Far luce senza sconti sul caso di Cucchi di P. Guzzanti

ottobre 31, 2009 di Redazione 

Commento del giornale della politica italiana affidato all’ex vicedirettore de “il Giornale” e deputato del Partito liberale italiano. «Presento lunedi - scrive Guzzanti – una interrogazione urgente ai ministri della Giustizia, degli Interni e della Difesa. Questo è un tipico caso di battaglia liberale e civile. Questo è uno di quei casi in cui non esiste una posizione di destra e una di sinistra, ma soltanto di chi rispetta la legge e di chi si rende complice d’eventuali abusi/crimini».

Nella foto, Paolo Guzzanti

-

di PAOLO GUZZANTI

In molti mi hanno segnalato il caso di Stefano Cucchi, di cui ho visto lo straziante video con la sorella e il padre.

Io non so se Cucchi fosse o no uno spacciatore, non e’ questo il punto. So che un cittadino della Repubblica e’ stato prelevato in casa dai carabinieri, tradotto pesto davanti al giudice, ricoverato per motivi misteriosi in ospedale dove i genitori non hanno avuto il permesso di visitarlo e che poi e’ morto pieno di contusioni e fratture.

La famiglia non e’ stata neppure avvertita della morte, ma soltanto della avvenuta autopsia. Non ci sono parole. La giustizia italiana e i metodi dei suoi addetti sono sul banco degli imputati.

Nessuna persona libera e liberale, nessun cittadino che ami la legge e la democrazia puo’ restare indifferente di fronte a quel che e’ capitato al cittadino Stefano Cucchi, ma anzi deve sentirsi indignato e chiedere che si faccia luce fino all’ultimo raccapricciante particolare.

Non esiste un atteggiamento di sinistra e uno di destra di fronte a un caso come questo, ma soltanto un atteggiamento civile dei cittadini degni di questo nome.

Vogliamo sapere esattamente che cosa e’ successo, minuto per minuto, agente per agente, funzionario per funzionario, senza sconti e senza isteria.

Io sono un sostenitore assoluto delle forze dell’ordine, ma penso che proprio per il rispetto che esse meritano, coloro che indossano indegnamente uniformi onorate debbano essere allontanati e puniti se hanno commesso abusi e reati.

PAOLO GUZZANTI

Commenti

One Response to “L’editoriale. Far luce senza sconti sul caso di Cucchi di P. Guzzanti

  1. nashca on novembre 13th, 2009 08.15

    “Non esiste un atteggiamento di sinistra e uno di destra di fronte a un caso come questo, ma soltanto un atteggiamento civile dei cittadini degni di questo nome.”

    ERRORE!
    La sinistra l’ha già adottato perché drogato, spacciatore e vittima delle forze dell’ordine (tutto da appurare).

    E Fadani?

    “Beh non era né un tossicodipendente né uno spacciatore ma un marito e padre di famiglia di 37 anni, con una figlia di 6, massacrato ieri a botte ad Alba Adriatica, nel rosso Abruzzo.
    Gli accusati del massacro sono tre giovani nomadi: uno di loro è lo zio di un minorenne già arrestato per l’omicidio di un cameriere di 23 anni, Antonio De Meo, lo scorso agosto, in un paese vicino a Teramo.”

    Beh questo è molto meno interessante…per le sinistre.

Bottom