Top

Franceschini: “Popolo del Pd ha deciso” Bersani è nuovo segretario Democratico

ottobre 26, 2009 di Redazione 

I dati che affluiscono da tutte le parti del Paese danno l’ex ministro per lo Sviluppo economico in vantaggio e un po’ sopra il 50%. Ma è il leader uscente a sancire l’affermazione dell’ex presidente dell’Emilia-Romagna riconoscendola in anticipo. Pierluigi Bersani è dunque il nuovo segretario del Pd. Il servizio di Francesco Carosella.

Nella foto, il neo-segretario del Partito Democratico Pier Luigi Bersani

-

di Francesco CAROSELLA

Alle 22,13 il comitato Bersani aveva diffuso la notizia che la prima mozione aveva superato il 50% dei voti. Il dato si basava su proiezioni dei voti scrutinati. Alle 22.56 arriva il riconoscimento ufficiale da parte di Franceschini, Bersani ha vinto con il 48%: “Secondo i dati che affluiscono è Bersani il nuovo segretario. Continuerò a servire il partito, che ora servono forza e unità”. Per Franceschini “questo non è un momento di delusione, è una serata di festa per tutti, perché ha vinto il Pd”. L’ormai ex segreDario ha poi subito telefonato a Bersani per congratularsi per la vittoria: “Gli ho telefonato e gli ho dato atto di questo riconoscimento”. Nessuna recriminazione da parte di Franceschini: “Non è giusto per il partito, per voi aspettare di vedere se ci sono due punti percentuali in più o in meno: il dato politico è che la scelta dei nostri elettori è quella di eleggere Pier Luigi Bersani nostro segretario”.

“Dentro la vittoria di tutti c’è anche la mia”, così ha commentato Bersani la vittoria su Twitter alle 23,12. Subito dopo alla sede del Partito Democratico, dove ha trovato Ignazio Marino a stringergli la mano appena uscito dall’ascensore. Subito dopo si è diretto all’ufficio della segreteria da Franceschini. Marino, pur non essendo stato eletto si è dichiarato pienamente soddisfatto per il risultato delle primarie: “Se i dati saranno confermati, la nostra mozione è tra il 10 e il 20 per cento”, ha detto il senatore. “Oggi è un grandissimo giorno, un bellissimo momento per il Pd, ma anche per l’Italia”.

Arrivano poi le dichiarazioni del grande elettore di Bersani, D’Alema a Youdem.tv: “La scelta è chiara, conferma il risultato che abbiamo avuto già nei congressi di circolo, però con l’autorevolezza di un voto popolare. Si è dimostrato che i nostri iscritti non erano dei marziani. Ora da Bersani arriverà innanzitutto il segnale dell’unità del partito”.

Grande la soddisfazione del Partito Democratico per il notevole dato di partecipazione che ha superato i 2 milioni e mezzo di voti: “Siamo straordinariamente contenti di questa partecipazione perchè è un grande fatto democratico per l’opposizione, un grande segno di vitalità democratica e un grande incoraggiamento per il Pd” ha detto il responsabile della commissione nazionale per le primarie Maurizio Magliavacca.

Francesco Carosella

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom