Top

***Primarie Democratiche***
IL GIORNO DEL PD IN TEMPO REALE
di ANDREA SARUBBI*

ottobre 25, 2009 di Redazione 

Solo il giornale della politica italiana è in grado di ospitare articoli, racconti, contributi di vario genere a firma degli stessi protagonisti della nostra politica. Il deputato del Partito Democratico ed ex conduttore del programma di Raiuno “A sua immagine” recupera in questa giornata campale per i Democratici la vocazione giornalistica che spesso mette in campo, per noi, nel raccontare in tempo reale i momenti-chiave della vita parlamentare; e raccogliendo informazioni soprattutto attraverso i social network, una modalità che anche noi usiamo sempre più frequentemente, integrando il lavoro classico al monitoraggio e all’interazione costante con la rete attraverso soprattutto Facebook (a proposito: invitiamo chi non l’avesse fatto a cercarci e ad aggiungerci ai propri “amici”: ci trovate come Redazione Il Politicoit, oppure il Politico.it come gruppo), ci racconta in tempo reale questa giornata Democratica. Buona lettura.

Nella foto, Andrea Sarubbi. Le pagine personali all’indirizzo http://andreasarubbi.wordpress.com

-

di ANDREA SARUBBI*

7.00 Mio padre inaugura le primarie a Casalpalocco (Roma): primo votante in assoluto del suo seggio, credo anche tra i primi in Italia. Colpa dell’ora solare, dice lui. In realtà, era più agitato di me: il giorno in cui dovessi candidarmi io, che fa? Si mette in fila la sera prima?

9.30 Notizie da Pozzuoli (Napoli): tempi di attesa di un quarto d’ora per votare. C’è parecchia fila.

10.30 Aggiornamento da Casalpalocco: fila anche qui, dalle 9.30. La partecipazione è più alta del previsto.

11.00 Nella nuova sede del Pd di Bregnano (Como), che si inaugura proprio oggi, hanno già votato in parecchi: circa il 40% del totale di votanti alle primarie 2007. E non siamo ancora a metà giornata.

11.30 A Talenti (Roma) c’è una fila di 100 persone. Grande affluenza o boicottaggio di un presidente zelante? Dati parziali dell’affluenza nazionale al voto: a quest’ora, sono già 876.570.

11.45 Voto anch’io. Nel mio seggio, una quindicina di persone in fila, tra cui un anziano che mi racconta una storia poco edificante: è emigrato dal gazebo di piazza San Giovanni di Dio, circa un km più in là, perché lì qualche rappresentante di lista un po’ troppo esuberante gli ha detto che si poteva votare solo… in un senso.

12.00 Nanni Moretti dice che voterà Franceschini e tutto si mescola: l’ex popolare votato pure da chi chiedeva a D’Alema di dire qualcosa di sinistra…

12.30 Grande affluenza in Emilia-Romagna. Le mie antenne sul territorio (per lo più parenti) mi comunicano che ad Albinea (Reggio Emilia) siamo già oltre la metà dei votanti 2007, mentre a Reggio città si viaggia addirittura al 60%.

12.45 Jean-Léonard Touadi, candidato vicesegretario della mozione Franceschini, è a Castellammare di Stabia, davanti ad una casa confiscata alla camorra: il voto di oggi, scrivevo ieri, è la nostra risposta alle mafie.

13.00 Notizione dal circolo Madonnina, nel comune di Modena: ha votato già il 75% rispetto alle primarie 2007. A Roma, nel XVII municipio, hanno un problema: sono arrivati a votare così in tanti che hanno finito le schede.

13.15 Al circolo di Lama (il paese di Monica Bellucci, anche se lei si dice di Città di castello) proteste vivaci contro le mollette verdi, perché sembrano della Lega. Le preferivano rosse, ma guarda un po’.

13.30 Mia madre torna a casa sconsolata: almeno un centinaio di persone in fila, ci riproverà più tardi. Vuoi vedere che ha fatto bene papà ad andarci alle 7?

13.45 Grande affluenza a Palermo, mi fa sapere la mia collega Alessandra Siragusa.

14.00 Milano, quartiere nord di Brugherio: superata la percentuale di votanti 2007 alla stessa ora.

14.15 Nella provincia di Modena l’affluenza è più o meno la stessa del 2007: 4 mila in più quest’anno, ma la verifica è stata un’ora dopo. Se veramente fosse così in tutta Italia, significherebbe ripetere i 3 milioni e mezzo di elettori: sinceramente, sarebbe oltre ogni previsione.

14.30 La mia amica Antonella è andata a votare nonostante il febbrone, ma da lei non sono in molti: ad Acquaviva delle fonti, infatti, domina il Centrodestra, e finora si sono presentati ai gazebo in 175.

14.45 In via Natale del Grande, a Trastevere, il seggio è dentro un’osteria. Strepitoso!

15.10 Vip watching: avvistato Nicola Piovani presso il seggio di Monteverde vecchio. La vita è bella.

15.30 Marrazzo non vota, scrivono or ora le agenzie, ed io non commento per non rovinarmi la giornata.

15.50 Ad Arezzo l’affluenza è leggermente inferiore alle primarie 2007, ma nettamente superiore alle attese: tanto è vero che nel seggio centrale, quello di Saione, sono stati reclutati scrutatori straordinari per smaltire le code.

16.10 Al secondo tentativo, mia madre ce l’ha fatta.

16.30 Ho trovato qualcuno peggio di mio padre: un’elettrice del circolo Aurora di Arezzo, che alle 6.50 di stamattina ha fatto fermare il pullman della gita Cai, a cui stava partecipando, per votare. Adesso ho un black out di qualche ora: impegni istituzionali di papà.

19.30 Nel frammentre, abbiamo superato i 2 milioni di voti e ci sono code lunghissime in parecchi seggi: il maschio italico si è messo in moto alla fine delle partite. Finite le schede a Brugherio: si attendono rinforzi, probabilmente fotocopie.

19.50 Schede finite da un pezzo anche in provincia di Vicenza, dove i numeri dell’affluenza sono simili al 2007: in alcune zone addirittura superiori.

20.05 A Lama (Perugia), 289 votanti contro i 235 delle primarie 2007 e contro i 300 delle primarie di Prodi: li avrebbero superati se la banda (20 persone circa) non fosse stata a Morlupo (Roma) tutto il giorno, per il Gran gala delle majorettes.

20.20 Passata l’ora di chiusura, diversi seggi sono ancora aperti per smaltire la fila: a Casalpalocco c’è una sessantina di elettori ancora da far votare.

20.40 Il Pd di Guastalla (Reggio Emilia) ha chiuso la giornata con 310 euro di multa: la giunta del Pdl non ha voluto concedere la piazza centrale per il gazebo, ma noi ce lo abbiamo messo lo stesso. La resistenza non ha prezzo.

21.00 Situazione mista dai primi scrutini: nessuno dei due stravince. Stanno arrivando risultati soprattutto dal nord. Cuneo-Sommariva-Bosco: Bersani 63, Franceschini 55, Marino 20. Novara-Torrion-Quartara: F49, B49, M21, 1 bianca e 2 nulle.

21.10 Ceciliano (Arezzo): F105, B78, M36. Prima valutazione da quattro soldi: dove è più alto il numero di votanti (219 contro i 199 delle primarie 2007), Franceschini recupera lo svantaggio degli iscritti.

21.30 Taviano (Lecce): F196, B145, M19.

21.40 San Giustino (Perugia), dati comunali: B 533, F 314, M 91

21.55 Rignano garganico (Foggia): F70, B30, M2; San Severo (Foggia): B930, F620, M non pervenuto (nel senso che chi mi ha dato le cifre non se lo era appuntato, purtroppo: è il difetto dei metodi artigianali). A proposito: vogliamo commentare il fatto che sulle agenzie di stampa non sia uscito neanche un numero, mentre io sforno cifre da 45 minuti?

22.05 Arezzo zona Aurora: B237, M 148, F 129. Arezzo zona Saione: F210, B189, M97.

22.10 I dati del Lazio danno Bersani sopra il 50%.

22.20 In Sicilia si sospetta un inquinamento del voto notevole: parecchie schede bianche sul nazionale fanno pensare ad un intervento di Pdl e Mpa nelle primarie.

22.40 Dati frammentari da Cesena, ma la tendenza nelle schede del nazionale vede Bersani al 60% (conferma il dato degli iscritti), mentre Franceschini perde 2-3 punti a favore di Marino. Nel regionale, invece, la situazione è più in bilico.

22.50 Dati delle Marche (non artigianali, stavolta, ma diffusi dal Pd regionale): Bersani sopra il 50%, Franceschini al 35-37%, Marino al12-14%.

22.55 Mentre io calcolavo le percentuali di Bolzano, Dario Franceschini mi ha fatto capire che stavo perdendo tempo, annunciando che Pierluigi Bersani è il nuovo segretario del Pd. Che faccio, vado a dormire?

23.05 Franceschini: Bersani è il nuovo segretario, gli ho già telefonato (ma non facevano prima ad incontrarsi?), ora ci vuole un partito di forza e di unità, io continuerò a servire il Pd, la scelta delle primarie è irreversibile, oggi è stata una festa per tutti. Triste, ma leale.

23.25 Marino: abbiamo tra il 10 e il 20%, i miei temi (diritti civili, no al nucleare, lotta al precariato) sono ormai nel dna del partito. Ha perso, ma parla come se avesse vinto: per essere uno che viene dalla società civile, i vizi del politico li ha appresi in fretta.

23.45 Bersani: farò il leader a modo mio, non sarà il partito di un uomo solo ma un collettivo di protagonisti, con Franceschini e Marino lavoreremo insieme, non serve fare opposizione stando in un angolo ad urlare ma bisogna costruire un’alternativa, collaboreremo con le opposizioni, i tre milioni di votanti alle primarie sono un fatto eccezionale ed una grande prova di democrazia e trasparenza. Prima di commentare, mi concedete una notte di sonno?

ANDREA SARUBBI*

*Deputato del Partito Democratico

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom