Top

Speciale: “Ora a Kabul più mezzi Lo scudo? Legittimo ed efficace”

ottobre 15, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Intervista esclusiva del giornale della politica italiana all’ex Coman- dante Generale della Guardia di Finanza, oggi deputato del Popolo della Libertà, costretto a lasciare nel 2007 al termine di una vicenda controversa che vide protagonista l’allora Governo Prodi. Ricordate? Era il luglio dell’anno precedente. Speciale rifiuta il trasferimento di quattro ufficiali della Gdf che indagavano sul caso Unipol chiesto dall’allora viceministro dell’Economia Vincenzo Visco. La successiva rimozione da parte di Padoa-Schioppa annullata dal Tar che accoglie il ricorso e lo riammette alla carica, alla quale Speciale rinuncia per lasciare il posto al suo successore Cosimo D’Arrigo. Oggi il generale è membro della commissione Difesa della Camera, si occupa di Afghanistan, di sicurezza e di fisco, naturalmente. Ed è su questi temi che lo ha sentito il nostro Marco Fattorini. Assolutamente da non perdere.              Read more

Il Times: “Mazzette italiane ai talebani”. Ai tempi di Prodi. Ma La Russa: ‘Spazzatura’

ottobre 15, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

I servizi avrebbero pagato per salvaguardare le nostre truppe impegnate nella missione Isaf. I fatti risalirebbero alla precedente legislatura. Palazzo Chigi smentisce. Il ministro della Difesa annuncia una denuncia del Governo nei confronti del quotidia- no britannico e accusa: «Opera con un sentimento di anti-italianità». Ce ne parla la nostra Désirée Rosadi. Sentiamo. Read more

Settegiorni. Berlusconi, D’Alema, Sposetti e la cena di M. Adinolfi

ottobre 15, 2009 by Redazione · Commenti disabilitati 

Ancora grande successo per il giro d’orizzonte in sette punti del vicedirettore di Red e grande blogger, membro della direzione nazionale del Partito Democratico e sostenitore della mozione Franceschini al congresso. La rubrica più amata dai nostri lettori. E che oggi si apre con la notizia dell’incontro tra D’Alema e Berlusconi: ebbene sì; i due si sono incrociati a margine della presentazione dell’alleanza tra Malpensa e Fiumicino, complice l’intermediazione, per così dire, di Gianni Letta. Che preso l’ex leader del Pds sotto braccio l’ha portato dal Cavaliere. Il primo commento di Mario è per questo, ed è un commento che lascia parlare i fatti (e i due). Due (il punto) dedicato agli endorsement della destra – e delle televisioni di Berlusconi – nei confronti di Bersani. Seguono ”Libero” (e Belpietro) che lancia una campagna per l’abolizione del reato di vilipendio («firmo», dice la grande firma de il Politico.it) e poi la proposta di Scalfari di far decretare il vincitore del congresso Pd alle sole primarie, quale che sia la percentuale presa dal più votato, senza ritorni alla Convenzione: Bersani e Franceschini la accolgono, Marino no: «Punta a fare il gioco classico di Clemente Mastella: prendere un consenso marginale e scippare al popolo delle primarie il potere di decidere il segretario» scrive Adinolfi, che poi riconduce la probabile paternità a Goffredo Bettini. Infine, sondaggi che danno il Pd in crescita «grazie alla cura Franceschini», e Generazione U. Buona lettura. Read more

Bottom