Top

L’opinione in sette punti. Travaglio, D’Alema, Marrazzo di M. Adinolfi

settembre 23, 2009 di Redazione 

Uscita speciale – visto anche il grande successo – dell’ormai classico giro d’orizzonte del vicedirettore di Red sul giornale della politica italiana. Oggi Adinolfi ci parla dell’uscita de “Il Fatto Quotidiano”, il nuovo giornale cartaceo di Padellaro e Travaglio; di D’Alema, avversario, in quanto grande elettore di Bersani (Mario sostiene Franceschini), nella corsa congressuale; la voce - infondata, spiega la grande firma de il Politico.it - del ritiro del segreDario dalla stessa partita per la leadership; il rapporto tra voto interno e primarie; le elezioni nel Lazio con la necessità, secondo Adinolfi, per il Pd di un’alleanza con l’Udc; De Michelis che va a fare il consulente di Brunetta; e infine la formazione del fantacalcio. Buona lettura.

Nella foto, Mario Adinolfi

-

di MARIO ADINOLFI

1. Ho letto il Fatto Quotidiano e, a parte il nome o la foto di Travaglio ripetuti in prima, seconda, decina, ventunesima, ventiduesima e ventitreesima pagina, non l’ho trovato poi così male. Strepitoso Stefano Disegni in penultima pagina. Buona l’intervista di Luca Telese, che tifa per Ignazio Marino e si vede. Pessime alcune risposte del candidato di Goffredo Bettini.

2. Letale uno-due di Massimo D’Alema a pagina quattordici del Corriere della Sera. Primo titolo: “Sferzata di D’Alema: ‘L’antiberlusconismo a volte è anti-italiano’”. Secondo titolo: “Massimo per il ritorno di Bettino”, inteso come Craxi. Il tutto sommato al D’Alema che si autoproclama non comunista, ma socialista. Io mi chiedo cosa gli dica il cervello.

3. Qualcuno ha fatto circolare la voce che Dario Franceschini si possa ritirare dalla corsa congressuale. E’ una totale cazzata.

4. Il sondaggista Renato Mannheimer ha spiegato a Panorama.it che le primarie sono tutt’altra cosa rispetto al voto degli iscritti. Bersani prenda nota.

5. Per le elezioni regionali si voterà il 22 e 23 marzo. Circolano sondaggi per quanto riguarda la regione Lazio, il Pd è sotto il trenta per cento e nettamente perdente nello scontro di coalizione. Con Marrazzo candidato perderemo, occorre fare l’accordo con l’Udc che è decisiva e per questo dobbiamo tirare fuori un’altro nome.

6. Gianni De Michelis va a fare il consulente di Brunetta. Il socialismo italiano di rito craxiano è sempre stato un fiume carsico e velenoso: scava nel sistema a danno di molti e ad utile proprio. Roba da setta che non molla mai. I neo-adepti fanno tenerezza.

7. Oggi nuova giornata di fantacalcio. Schiero Buffon in porta, Grosso Cassani e Agostini in difesa, a centrocampo Felipe Melo Candreva Alvarez e Gazzi, in attacco Eto’o Cassano Amauri (panchina Astori, Giovinco e Donadel, Pazzini).

MARIO ADINOLFI

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom