Top

L’analisi. Brunetta e il complesso di inferiorità di Gad Lerner

settembre 19, 2009 di Redazione 

Il giornale della politica italiana può contare sui contributi delle maggio- ri firme del giornalismo politico italiano. Solo su il Politico.it troverete i fatti del giorno commentati in tempo reale da Paolo Guzzanti, Luigi Crespi, Fabrizio Rondolino o Gad Lerner. Oltre a rappresentare il luogo dal quale le stesse nostre grandi firme scelgono di lanciare i loro contributi alla politica italiana. E’ notizia di pochi minuti fa la denuncia da parte del ministro Brunetta di un presunto complotto ordito dalle élite del nostro Paese per far cadere il Governo Berlusconi. il Politico.it esce come nessun altro giornale on line può fare in questo momento, e come pochi grandi quotidiani potranno fare domani: con l’autorevole commento del conduttore de “L’Infedele”, che legge con la solita lucidità il fatto di oggi. Sentiamo.          

Nella foto, Gad Lerner. Il blog personale all’indirizzo http://www.gadlerner.it

-

di GAD LERNER

Possibile che non gli sia passato neanche dopo tanti anni che governano l’Italia? Se oggi Renato Brunetta vaneggia di colpi di stato tentati dall’odiata élite dei poteri forti ai danni del popolo che lui rappresenta, non è solo per ricoprire di chiacchiere la modestia dei risultati conseguiti nel funzionamento della pubblica amministrazione. No, ancora una volta si manifesta la frustrazione di chi un tempo sognò di essere ammesso in chissà quale salotto buono, senza accedervi come avrebbe meritato. Il tema dell’invidia, così spesso fatto suo da Berlusconi – mi attaccano perchè vorrebbero fare la vita che faccio io – è in verità una componente essenziale della biografia di gente come Brunetta, Sacconi, Cicchitto, Pera, per non parlare del miracolato Bondi.
Sopravvalutano naturalmente la valenza e le potenzialità dell’élite che attaccano: non sarebbe in grado di combinare neanche un modesto governicchio, oggi, figuriamoci un colpo di Stato. Ma l’enfasi con cui ingigantiscono l’avversario rivela soprattutto il complesso d’inferiorità che continua ad affliggere questi sedicenti portavoce del popolo. I quali non vogliono ammettere con se stessi di fare parte della medesima, modestissima élite, dopo avere spintonato tanto per passare dalla seconda alla prima fila.

GAD LERNER

Commenti

One Response to “L’analisi. Brunetta e il complesso di inferiorità di Gad Lerner

  1. kattekop on settembre 20th, 2009 18.26

    Poverino,il complesso di essere il figlio di….molto modesto,gli deve brucciare ancora.Perchè quell’elitè alla quale lui brama,di farne parte,gli deve aver creato un bella ferita…che non si rimargina ancora.
    Secondo me chi era di sinistra,ma oggi è aggrappata alla destra per contare qualcosa…ha le idee confuse.
    Quando espone le sue “trovate”,si comporta come quel bimbo che ha fatto i compitini,e si aspetta “il bravo”….
    Mi dispiace,non ha la stoffa del vero politico…è un insicuro,e dietro una nuvola di fumo manca l’arrosto.

Bottom