Top

Attacco a Kabul. In lutto con la Brigata Folgore di Gad Lerner

settembre 17, 2009 di Redazione 

E’ ancora lunga la giornata che potrete trascorrere in compagnia del giornale della politica italiana. Continueremo a raccontarvi della strage di Kabul e della morte dei nostri connazionali. Concluderemo con il diario che ci offrirà, tra l’altro, una panoramica sulle reazioni dei protagonisti del nostro racconto quotidiano – la politica italiana, appunto – ai tragici fatti di oggi con il ritorno inevitabile della domanda di tutti i fronti di guerra italiani: rimanere o venire via dalla missione di pace in Afghanistan con i nostri contingenti? Intanto, però, il commento del condutto- re de “L’Infedele”, che ci parla della sua conoscenza diretta dei ragazzi della Folgore. Sentiamo.          

Nella foto, Gad Lerner. Il blog personale all’indirizzo http://www.gadlerner.it

-

di GAD LERNER

Ho conosciuto nel Libano del Sud i paracadutisti della Brigata Folgore, guidata all’epoca dal generale Maurizio Fioravanti. Lì sul campo mi fecero capire come il mestiere del soldato vada molto al di là della capacità di sostenere un combattimento. Sempre in Libano, con i bersaglieri della Brigata Garibaldi, ho provato la sensazione di viaggiare a bordo di un Lince, il veicolo blindato in cui hanno trovato la morte più vigliacca, vittime di un’autobomba, sei soldati italiani oggi a Kabul.
Provo un dolore profondo. Quei parà della Folgore è come se li conoscessi. Ne ho apprezzato l’umanità, prima ancora della professionalità. E il fatto di esserci trovati a discutere con franchezza pure le nostre differenze culturali e politiche, ha accentuato un sentimento di vicinanza.
Oggi è solo la giornata del lutto. Aggiungo solo che nessuno può ipotizzare dignitosamente una “exit strategy” dall’Afghanistan fuori dal concerto delle alleanze internazionali di cui l’Italia fa parte. Ritirarsi non è di per sè un disonore, talvolta può essere un atto di saggezza. Ma solo quando l’intera coalizione degli alleati disegni un’alternativa geo-politica che al momento non si vede ancora.

GAD LERNER

Commenti

Commenti chiusi.

Bottom