Top

***L’intervento*** SE LA LAICITA’ E’ DEMOCRAZIA, QUALCUNO NON E’ MOLTO DEMOCRATICO. di CRISTIANA ALICATA

luglio 28, 2009 di Redazione 

Vi proponiamo ora un pezzo in risposta a quello pubblicato sulle nostre colonne nel primo pomeriggio. La reazione è quella di Cristiana Alicata, esponente dei giovani democratici, la quale, dopo aver letto le considerazioni di Andrea Sarubbi, ha voluto rispondere in questo modo. Prosegue così il concitato dibattito precongressuale in seno al Partito Democratico; ed è il caso di sottolineare che non si tratta solo di uno scontro fra sostenitori di mozioni diverse, ma abbiamo motivo di pensare che i “nodi democratici” stiano infine venendo al pettine. La laicità, ed il diverso valore attribuito alla stessa all’interno del partito, riporta l’attenzione su importanti interrogativi, cui è giunto il tempo delle risposte.

Nella foto, Cristiana Alicata

di Cristiana ALICATA

Che stupore….nel 2009, leggere il tuo pezzo e alcuni commenti, compreso quello dell’amico e compagno di circolo Fabio Bartoli….che stupore dovere sopportare ancora, oggi, le distinzioni, le discriminazioni e la secondarietà…il tutto mentre Obama: risolve la crisi, riceve i gay alla casa bianca, parla con gli arabi e si appella ai neri affinché studino e si emancipino.
Che tristezza vedere la vostra piccolezza politica, il vostro furore cieco contro un diritto di libertà. Che stupore questi distinguo. Che amarezza.
Marino non è laicista. Leggetevi la sua mozione, per pietà, altrimenti questo è un atteggiamento talebano. Come dice Mina Welby, la laicità è solo democrazia. I diritti sono democrazia. Se non siete per la parità delle famiglie omosessuali e noi si la cosa è così: noi siamo democratici e voi no.
E dire che il paese non è d’accordo significa non ascoltarlo sto paese…alla gente non gliene frega niente…non vuole nemmeno parlarne…né nel bene né nel male….se gli risolvessimo la crisi potremmo fare anche il matrimonio gay (persino quello tra pinguini!)….ma sapete qual’è la verità? Che non la sapreste risolvere la crisi e per non farvi incolpare di incapacità non fareste la legge sul matrimonio.

Un po’, oggi, mi vergogno, di tali compagni di partito.

CRISTIANA ALICATA

Commenti

2 Responses to “***L’intervento*** SE LA LAICITA’ E’ DEMOCRAZIA, QUALCUNO NON E’ MOLTO DEMOCRATICO. di CRISTIANA ALICATA

  1. partecipazione on luglio 29th, 2009 11.32

    COSI’ SI FA!…

    E’ giunta l’ora di dire pane al pane, e vino al vino. Basta equilibrismi: se non si accetta queste posizioni non si è democratici. Punto!…

  2. GIOMIMMO on agosto 1st, 2009 16.00

    Sono d’accordo con te, Cristiana. E credo anche non si possa parlare di sintesi (alta o bassa che sia) in materia di laicità o, addirittura, dei temi cosiddetti “eticamente sensibili”, perché se si potesse arrivare davvero a una “sintesi”, questa in ogni caso sarebbe, in effetti, un compromesso (non un valore “più alto”), che colpirebbe (o ferirebbe) diritti garantiti dalla nostra costituzione democratica per favorire credenze religiose che sono considerati valori solo in uno Stato autoritario qual è il Vaticano.
    Ciò detto, però, perché vergognarsi di militare nello stesso Partito in cui militano Andrea o Dorina o Paola, etc. ? Costoro pensano e parlano da democratici, in pratica su tutti gli altri temi: dall’emigrazione all’emarginazione, alla speculazione edilizia, all’ambiente, al lavoro, etc. Altrimenti starebbero a Destra. Non pare anche a te?

Bottom