Top

Diario politico. Times attacca Berlusconi Voli di Stato, P. Chigi: “Utilizzo legittimo”

giugno 1, 2009 di Redazione 

Dopo la pausa per il week-end, torna la nota politica quotidiana de il Politico.it. La firma, stasera, è di Carmine Finelli. Corposo dossier sulla giornata politica a partire dal durissimo editoriale del quotidiano inglese di Rupert Murdoch che sottolinea “l’assoluto disprezzo con il quale (il premier) tratta gli italiani”. La replica: “Sono cose ispirate e insufflate dalla sinistra italiana”. In un’intervista al programma radiofonico di Barbara Palombelli il presidente del Consiglio torna anch’esso sui temi di questi giorni, tra privato e politico: “Calunnie che si ritorceranno contro chi le ha agitate”. Infine, è stata presentata da Pd e Idv un’interrogazione parlamentare sul caso dell’accompagnamento su aerei di Stato di persone, per così dire, estranee al protocollo. In serata la nota. Vi rendiamo conto di entrambe. Napolitano sulla festa della Repubblica che si festeggia il 2 giugno: “C’è bisogno di coesione per affrontare le crisi”. Il racconto.

Nella foto, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi

-

di Carmine FINELLI

Una giornata dai pochi contenuti politici e piena di gossip quella che si apre oggi con un editoriale al vetriolo del Times dedicato a Silvio Berlusconi. Il quotidiano di Rupert Murdoch attacca ancora una volta il Presidente del Consiglio. “L’aspetto peggiore del comportamento di Berlusconi non è il fatto che sia un buffone sciovinista. E nemmeno che si accompagni con donne di 50 anni più giovani – si legge nell’articolo – abusando della sua posizione per offrire loro lavoro come modelle, assistenti personali e anche, suona assurdo, candidate al Parlamento europeo. La cosa più scioccante è l’assoluto disprezzo con il quale tratta gli italiani”. L’editoriale continua con un crescendo di attacchi personali al premier ed ai suoi comportamenti ritenuti inadeguati alla carica che ricopre. “L’anziano libertino può trovare divertente, o anche temerario, fare il playboy, vantandosi delle sue conquiste, umiliando sua moglie, o facendo commenti che per molte donne sono grottescamente inappropriati. Non è il primo – sostiene l’autore del lungo articolo – o il solo il cui comportamento privo di dignità sia inappropriato per la sua carica. Ma quando vengono poste domande legittime su rapporti che toccano lo scandaloso e i quotidiani lo invitano a spiegare associazioni che, nella migliore delle ipotesi, lasciano perplessi, la maschera del clown cade”. Sul perché ci si occupi delle vicende private di Berlusconi è lo stesso articolo a rispondere: “Berlusconi invoca la legge per proteggere la sua “privacy”, rilascia dichiarazioni elusive e contraddittorie e poi promette melodrammaticamente di dimettersi se verrà scoperto a mentire”. Una dura presa di posizione del quotidiano londinese che non ha mai lesinato critiche all’Italia e soprattutto a Berlusconi.
La maggioranza fa quadrato intorno al premier. Il ministro degli Esteri Franco Frattini ricorda che “in Italia i rapporti sessuali non consenzienti riguardano solo i minori di 14 anni”. Silvio Berlusconi invece commenta con poche parole: “I giornali stranieri sono in collegamento diretto con quelli della sinistra italiana: sono cose ispirate e insufflate dalla sinistra italiana che spinge per ottenere attenzione alle nostre vicende viste dalla loro parte. La carta dei valori della sinistra è diventata Novella 2000″. Intervenendo alla trasmissione radiofonica “28 Minuti”, condotta da Barbara Palombelli su RadioDue il premier ricorda anche che ha “già chiarito tutto: le veline non vero, minorenni assolutamente non vero, Mills assolutamente non vero. Calunnie che si ritorceranno contro chi le ha agitate”. Berlusconi prosegue affermando di “non avere molto tempo per guardare la tv, e non ne sento la mancanza”. Alla radio il primo ministro parla anche di crisi economica. “Le banche devono osare di più e sostenere il comparto produttivo. Ma se non ci fosse la sinistra che sparge sfiducia e pessimismo andrebbe molto meglio”, dice su questo punto Palazzo Chigi, insistendo sul fatto che “si deve essere ottimisti, perché questa crisi ha come fatto principale la mancanza di fiducia e la paura”. Sulla giunta siciliana Lombardo bis il premier spiega di “non aver seguito da vicino una vicenda che ho ritenuto una situazione locale, ma non c’è nessun problema e sono assolutamente certo che si risolverà. Non ho affrontato la situazione, l’affronterò dopo le elezioni”. Nell’ambito della stessa trasmissione radiofonica Berlusconi ha il tempo anche di chiarire i termini del suo incontro, il 15 giugno, con il presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama. “Sarà un incontro normale. Tutte le volte che sono stato presidente di un G8 – ricorda il presidente del Consiglio – c’è sempre stato un lavoro con gli altri leader, per preparare temi e soluzioni. Stiamo preparando con tutti i nostri sherpa questi temi e ho ritenuto fosse molto utile andare a fare uin incontro di lavoro con Obama, visto che per lui sarà il primo G8. Parleremo di tutto ciò che sta sul tavolo del G8 e di quel codice di nuove norme che dovranno regolare il sistema economico e finanziario del mondo”. Tuttavia il circuito delle polemiche non si placa affatto.

Voli di Stato. In seguito alla decisione della procura di Roma di aprire un fascicolo sull’utilizzo di voli di Stato per personale non autorizzato, l’opposizione presenta un’interrogazione parlamentare sull’argomento. Il Partito Democratico “interroga il Governo per sapere se corrisponde al vero che i voli di Stato della Presidenza del Consiglio sarebbero stati utilizzati per trasportare persone prive di incarichi pubblici invitate a partecipare ad eventi privati; quali siano i criteri e le regole che la Presidenza del Consiglio ha adottato per determinare modalità e limiti nell’uso dei suddetti voli di Stato”. Anche Antonio Di Pietro rintuzza il governo e Berlusconi in particolare. “Berlusconi che spende i soldi
per la casta, invece che per i cittadini che ne hanno bisogno” dice Di Pietro. Ed anche il partito dell’ex magistrato presenta una interrogazione in parlamento “contro i privilegi della casta e sull’utilizzo dei voli di Stato per portare veline e cantastorie nelle ville private, a rallegrare le serate di questo o quel satrapo di turno”.
Una nota di Palazzo Chigi afferma che è “chiaro che il presidente del Consiglio ha agito in piena legittimità, anche con riferimento alla facoltà che a persone estranee alla delegazione possa essere offerta la possibilità di un passaggio sull’aereo di Stato assegnato al suo servizio. Ovvio, tra l’altro, che l’imbarco aggiuntivo di uno o più passeggeri su un volo già programmato non comporta alcun aggravio di spesa”. Il riferimento di spesa della nota è quello del 2008.
Nella vicenda interviene anche il Codacons che annuncia la volontà di dichiararsi parte civile nell’inchiesta aperta dalla procura di Roma, la quale ha disposto che l’inchiesta sulla presunta violazione della privacy di Silvio Berlusconi per le foto scattate a Villa Certosa in Sardegna continui presso la procura di Tempio Pausania, competente per territorio. E dal Quirinale, dove era per le celebrazioni per la festa della Repubblica, Berlusconi ha ringraziato Francesco Pizzetti, garante per la privacy, per l’intervento nella vicenda.

Napolitano. Proprio in occasione della festa della Repubblica arrivano le esortazioni di Giorgio Napolitano rivolte a tutti gli italiani. Il presidente della Repubblica ha voluto ricordare all’inizio del suo discorso le “tante famiglie dell’Aquila e dell’Abruzzo che vivono questa giornata fuori delle loro case, distrutte o colpite, tra gravi disagi e difficoltà, anche se assistite e sostenute con ogni premure. Famiglie – afferma il capo dello Stato – che vivono questa giornata nel ricordo di perdite dolorose ed incolmabili. L’augurio è che possano vedere presto avviata l’opera di ricostruzione, rinata la città dell’Aquila, gettate le basi di un futuro migliore”. Nell’elogiare l’unità ritrovata del Paese dopo il dramma abruzzese, Napolitano auspica che questo clima possa dare il là anche alle grandi riforme strutturali di cui il Paese ha bisogno. “Basta guardare alla realtà senza paraocchi per vedere che c’è bisogno, come ho detto e non mi stanco di ripetere, di più coesione nel paese dinanzi alla crisi ed alle tensioni che scuotono il mondo” dice Napolitano. Coesione che è necessaria anche per il G8 in quanto è doveroso “prendere finalmente la strada delle riforme necessarie al Paese ed al suo sviluppo”. In conclusione il capo dello Stato spera che “sia questo un auspicio diffuso tra gli italiani. Di certo è il mio augurio nell’interesse della Repubblica che oggi festeggiamo perché dal 2 giugno 1946 con essa si identifica la nostra patria”.

Carmine Finelli

Commenti

2 Responses to “Diario politico. Times attacca Berlusconi Voli di Stato, P. Chigi: “Utilizzo legittimo””

  1. Ma basta on giugno 2nd, 2009 22.53

    Ma basta denigrare il presidente del consiglio. Basta calunniatori comunisti socialisti di sinistra che non capiscono una sega. Vi fa solo comodo attaccare la destra ed il leade pià fermo ed autoritario nonchè il Sig. Berlusconi. Guardate in faccia la realtà, mi fa schifo tutta questa ipocrisia. Solo buoni a citicare senza sapere. Uno dice che Berlusconi qui e che Berlusconi lì, e allora giù ad attaccare digiuni di informazioni. Cercate di essere costruttivi e realisti. Sembrate per lo pià bambini che vogliono sempre avere ragione e lottano e denigrano in continuazione tramite diffamazioni e altre cose. Cercate di ‘incartarvela’, di mettervela via. Signor presidente, la ringrazio per quello che far per noi e per l’italia.

    Saluti.

  2. paola riggi on giugno 4th, 2009 00.14

    Ma il commento sopra è di Ghedini?! Ma basta, ma dai, ma daiiii, ma va ma va, ma su su su , ma daiiii, ma si legga gli atti dai, su su su , ma dai. Bravo. Ti danno un tot. a e mail?

Bottom